Apertura 5 - VercelliOggi.it - Page 2 VercelliOggi
Il primo quotidiano online della provincia di Vercelli
Provincia di Vercelli, Vercelli Città

Una vita ri-data da chi l’ha data.

La verità, il sentimento, ancora inespressi, quanto da tutti percepiti, sono racchiusi in questa sapiente immagine dedicata a Gian Luca Greppi nella splendida omelia dettata da Mons. Stefano Bedello, venerdì in Cattedrale, quando tutta la città ha dato l’ultimo saluto al figlio così amato da papà Renato e mamma Rosalma.

L’omelia, così come la toccante commemorazione che ne reso Enrico Demaria sono riproposti, integrali, nel nostro video, che volentieri offriamo anche come segno della nostra modesta partecipazione ad un dolore così grande; ma anche alla condivisione di un momento che si è rivelato profondamente unitivo di tutta la comunità, attorno alle figure splendenti di amore e dedizione di questi genitori, che non l’ hanno mai lasciato solo, neppure per un istante, a lui uniti anche nel dolente abbraccio dell’ultimo istante.

Molta partecipazione di tanta gente, non meno che di personalità di tutta la provincia: ne citiamo soltanto due, che tutte le riassumono.

Alla preghiera di suffragio del Santo Rosario, sempre in Cattedrale, ma il giorno precedente, era presente il Prefetto di Vercelli, Lucio Parente.

Ed alla Liturgia esequiale ha partecipato il Cardinale Giuseppe Versaldi, che, al termine della S.Messa, ha benedetto il feretro.

Questi momenti sono tutti nel repertorio audio video e fotografico, che resterà a dire di un giorno di dolore, ma anche di amore.

Posted in Cronaca

Pro Vercelli 0

Virtus Verona 0

Pro Vercelli (4-3-3): Sassi; Iezzi (30’ seck), Parodi, Camigliano, Sarzi Puttini (25’ st Carosso); Haoudi (43’ st Petrella), Santoro, Rutigliano (25’ st Emmanuello); Mustacchio, Comi (25’ st Nepi), Maggio.

A disp.: Rizzo, Valentini, Da Pra, Gheza, Fiumanò, Contaldo, Niang, Condello, Pesce, Sibilio.

All.: Dossena.

Virtus Verona (3-5-2): Sibi; Ruggero, Cabianca, Mazzolo (14’ Vesentini); Daffara, Begheldo (28’ st Toffanin), Mehic (14’ st Danti), Metlika, Manfrin (42’ st Ntube); Casarotto, Gomez (28’ st Menato).

A disp.: Zecchin, Voltan, Zarpellon, Zigoni, Lodovici, Demirovic, Ambrosi.

All.: Fresco.

Ammoniti: Daffara, Camigliano, Begheldo, Maggio.

Recupero: 1’ pt – 5’ st.

Si chiude con un pareggio il 2023 dei leoni.

Un girone di andata condotto senza sconfitte interne, dato che è valso il quarto posto in classifica.

Anche contro la Virtus Verona, la Pro Vercelli fa valere la legge del Silvio Piola e centra il decimo risultato casalingo utile consecutivo.

Una gara senza reti e con poche emozioni che vale ai leoni la salita a quota 32 punti.

Ad aprire le danze ci pensa Begheldo, autore dopo 4 minuti di gioco, di una conclusione a lato.

Sull’altro fronte, Maggio alza troppo la mira.

Veronesi in evidenza tra 18’ e 19’ ma i tentativi di Parodi e Manfrin, vengono chiusi in angolo.

Poco prima della mezzora, Cabianca ha una grossa occasione ma non inquadra lo specchio della porta.

Prima del riposo, da un lato Manfrin su punizione conclude alto, dall’alto finisce in corner il tiro di Haoudi.

La ripresa vede Maggio provarci dal limite, Sibi gli dice di no.

Al 10’ Rutigliano calcia alto.

Poi è Emmanuello a mettersi in mostra ma Sibi para a terra, deviando in angolo.

Il portiere veronese si oppone anche a Maggio, liberato al tiro da Nepi.

Termina qui la gara con un punto a testa.

Redazione di Vercelli

Posted in Lo Sport

Arzignano Valchiampo 3

Pro Vercelli 1

Marcatori: 18’ pt Parisi, 21’ pt Nepi, 30’ pt Lakti, 23’ st Grandolfo

Arzignano Valchiampo (4-3-1-2): Boseggia; Davi, Piana, Milillo, Gemignani; Lakti, Casini (28’ st Bordo), Barba; Lunghi (83’ st Molnar); Gandolfo, Parigi (37’ st Cazzadori). A disp.: Pigozzo, Bernardi, Baldè, Cariolato, Zanon, Censtis, Campesan, Boffelli, Canato. All. Bianchini.

Pro Vercelli (4-3-3): Sassi; Fiumanò (1’ st Emmanuello), Parodi, Camigliano, Carosso; Iotti, Santoro (39’ st Contaldo), Rutigliano; Mustacchio, Nepi (15’ st Comi), Maggio (15’ st Condello). A disp.: Valentini, Rizzo, Da Pra, Gheza, Sibilio, Niang, Forte, Seck, Pesce, Sarzi Puttini, Petrella. All. Dossena.

Arbitro: Gangi di Enna.

Guardalinee: Bernasso di Milano e  Alessandrino di Bari.

Quarto uomo: Santinelli di Bergamo.

Ammoniti: Lakti (AV), Piana (AV), Iotti (PV), Lunghi (AV), Carosso (PV), Parigi (AV)

Recupero: 0’ pt – 3’ st

I padroni di casa hanno sfruttano le tante occasioni e con 3 gol conquistano la vittoria contro la Pro Vercelli.

Passano solo 3 minuti e i padroni di casa si rendono pericolosi con Grandolfo ma Sassi non si fa sorprendere.

La Pro Vercelli attacca e cerca di sorprendere gli avversari.

Al 18’ Arzignano Valchiampo in vantaggio: Parisi sugli sviluppi di un corner batte Sassi.

Passano 3 minuti e la Pro Vercelli agguanta il pareggio con Nepi che riceve palla da Maggio e di testa insacca alle spalle di Bosseggia.

Lakti al 30’ raddoppia per i padroni di casa che si rendono ancora pericolosi prima con Lunghi che trova pronto Sassi e poi al 44’ con Grandolfo ma il suo tiro è alto.

La prima frazione di gioco termina con l’Arzignano Valchiampo in vantaggio per 2 a 1.

Al rientro dopo 7 minuti occasione per l’Arzignano Valchiampo: Gandolfo calcia con potenza ma la palla colpisce il palo.

La Pro reagisce e al 12’ si rende pericolosa con Maggio.

Al 12’ Grandolfo in rovesciata impegna Sassi che manda la sfera in corner.

Tris dei padroni di casa al 23’ con Grandolfo.

La Pro Vercelli cerca di reagire ma ogni tentativo è vano.

La partita termina senza altre occasioni con la sconfitta della Pro Vercelli.

Redazione di Vercelli

Posted in Lo Sport

Pro Vercelli 2

Trento 0

Marcatori: 2’ st Rodio, 7’ st Maggio

Pro Vercelli (4-3-3): Sassi; Rodio (29’ st Seck), Parodi, Camigliano, Sarzi Puttini; Iotti, Santoro, Haoudi (48’ st Rutigliano); Mustacchio 43’ st Petrella), Comi (43’ st Nepi), Maggio (48’ st Gheza). A disp.: Rizzo, Valentini, Carosso, Emmanuello, Fiumanò, Contaldo, Spavone, Niang, Condello, Pesce. All. Dossena.

Trento (4-3-3): Russo; Frosinini, Trainotti (27’ st Vaglica), Ferri, Obaretin; Brevi (2’ st Terrani), Sangalli (33’ st Pasquato), Di Cosmo; Attys, Petrovic, Anastasia (27’ st’ Rada). A disp.:: Pozzer, Di Giorgio, Ercolani, Galazzini, Del Piero, Vitturini, Barison. All. Tedino.

Arbitro: Di Reda di Molfetta

Guardalinee: Tesi di Lucca e Eusebiu Nechita di Lecco

Quarto uomo: Menozzi di Treviso

Ammoniti: Brevi (T), Attys (T), Frosinini (T), Trainotti (T), Santoro (PV), Sarzi Puttini (PV)

Recupero: 2’ pt – 5’ st

Terza vittoria di fila per la Pro Vercelli che sbriga anche la pratica Trento.

I leoni in casa sono imbattuti e ottengono il nono risultato utile consecutivo interno.

Prima dell’inizio della partita è stato osservato un minuto di silenzio per la scomparsa di Flavio Malfatti Segretario del Settore Giovanile.

Dopo un primo tempo privo di emozioni, nella ripresa le bianche casacche con Rodio e Maggio conquistano la vittoria.

Da sottolineare il tifo poco sportivo dei trentini intenti ad apostrofare i vercellesi con epiteti territoriali poco edificanti.

La gara inizia con il possesso palla per i padroni di casa.

Al 14’ il Trento prima su cross di Attys e dopo 4 minuri con Anastasia impegna Sassi che non si fa sorprendere.

Al 30’ Mustacchio crossa in area per Maggio che viene anticipato dalla difesa avversaria.

La prima frazione di gioco termina sul risultato di 0 a 0 senza grandi emozioni.

Al rientro dagli spogliatoi passano due minuti e Francesco Rodio porta in vantaggio la Pro Vercelli: Rodio riceve palla da Haoudi e con un tiro potente batte Russo.

Non domi i leoni al 7’ raddoppiano: calcio di punizione di Haoudi,  Maggio riceve palla e di testa insacca sul secondo palo.

Ancora pericolosa la Pro al 23’, Haoudi serve Maggio che viene fermato dalla difesa avversaria.

Non si registrano altre azioni pericolose e la partita prosegue sempre con i padroni di casa in vantaggio risultato di 2 a zero che non cambia sino al triplice fischio dell’arbitro decreta il termine della gara.

 

Redazione di Vercelli

 

Posted in Lo Sport

Albinoleffe 0

Pro Vercelli 1

Marcatore: 11’ st Maggio.

Albinoleffe (3-5-2): Marietta; Borghini, Marchetti, Milesi (33’ st Gatti); Gusu, Munari (28’ st Poletti), Agostinelli (17’ st Longo), Zanini, Piccoli; Muzio (33’ st Arrighini), Zoma.

A disp.: Pratelli, Moleri, Gelli, Carletti, Toccafondi, Allieri, Vinzioli.

All.: Lopez.

Pro Vercelli (4-3-3): Sassi; Rodio, Parodi, Camigliano, Sarzi Puttini; Iotti, Santoro, Haoudi (47′ st Contaldo); Mustacchio (34’ st Niang), Nepi (20’ st Comi), Maggio.

A disp.: Valentini, Rizzo, Emmanuello, Carosso, Condello, Spavone, Fiumanò, Rutigliano, Forte, Seck, Pesce, Petrella.

All.: Dossena.

Recupero: 0′ pt – 4′ st.

Successo esterno per la Pro Vercelli, corsara in casa dell’Albinoleffe.

I leoni centrano la seconda vittoria di fila e volano al quarto posto in classifica.

La gara è tutt’altro che facile ma a regalare i tre punti alle bianche casacche ci pensa Maggio a inizio ripresa.

La gara è contraddistinta da una lunga fase di studio.

Nei minuti iniziale infatti la tattica fa vincere l’equilibrio.

Al primo vero affondo, Zanini colpisce la traversa.

Nel finale, prima Haoudi non inquadra lo specchio della porta poi Munari sottomisura non ha la mira giusta.

Si torna in campo e l’Albinoleffe colpisce nuovamente la traversa con Zoma, pescato da Gusu.

La Pro mette la freccia all’11’.

Haoudi lancia Maggio che batte Marietta.

Al 25’ Maggio ha l’occasione per il raddoppio ma l’estremo difensore avversario lo mura.

Dopo i padroni di casa provano a raggiungere il pari ma la difesa vercellese regge e conduce in porto la vittoria.

Redazione di Vercelli

 

 

 

Posted in Lo Sport

Pro Vercelli 2

Alessandria 0

Marcatore: 38’ pt Haoudi, 41’ st Maggio.

Pro Vercelli (4-3-3): Sassi; Rodio, Parodi (40’ st Fiumanò), Camigliano, Carosso (27’ st Seck); Iotti, Santoro, Haoudi (33’ st Rutigliano); Mustacchio, Comi (27’ st Nepi), Maggio.

A disp.: Rizzo, Valentini, Emmanuello, Da Pra, Gheza, Contaldo, Niang, Condello, Pesce, Sibilio.

All.: Dossena.

Alessandria (3-5-2): Liverani; Ndir, Ercolani, Gega (33’ st Gazaoul); Pellitteri (1’ st Rossi), Nichetti, Mastalli, Pellegrini (20’ st Vaughn), Nunzella (1’ st Sepe); Pagliuca (11’ st Anatriello), Siafa.

A disp.: Piana, Virano, Gentile, Belgiovine, Ronci, Parrinello, Foresta, Molinaro.

All.: Pierozzi.

Ammoniti: Nichetti, Dossena, Ercolani, Gega, Seck, Fiumanò.

Recupero: 2’ pt – 5’ st.

Continua la legge del Silvio Piola.

I leoni ottengono la sesta vittoria interna su otto gare disputate (le altre due sono pareggi).

La squadra di Dossena sbrana la partita, facendo una buona manovra e creando diverse occasioni da rete.

Nel primo tempo apre le danze Haoudi con una pregevole conclusione.

A chiudere i giochi ci pensa l’ottimo Maggio nel finale.

La Pro parte in avanti.

E’ il 6’ quando Maggio mette in mezzo, il pallone attraversa l’area ma non trova deviazioni utili.

Superato il quarto d’ora ci prova Pellitteri, la mira non è quella giusta.

Al 33’ Santoro impegna Liverani.

Passano cinque minuti e i leoni mettono la freccia.

Mustacchio semina il panico e serve Haoudi che dal limite insacca.

Si rientra in campo e Maggio a giro mette a lato.

Al 6’ le bianche casacche reclamano un fallo in area su Maggio, il direttore di gara lascia proseguire.

Sull’altro fronte, Sassi dice di no a Pagliuca.

Minuto 9, Iotti chiama Liverani al super intervento

Dopo Maggio si vede negare la gioia del gol dal portiere ospite.

Nel finale Safia mette di poco a lato.

Finisce qui con il successo della Pro.

 

Redazione di Vercelli

Posted in Lo Sport

Con un grande atto di coraggio, ma anche di umiltà e fiducia nel futuro e nelle proprie capacità professionali ed imprenditoriali, la prima apertura del suo punto vendita “Pasticceria Rossa” in Corso Prestinari a Vercelli, a febbraio 2022.

Si girava ancora con le mascherine, ma lei (ri)alzava la saracinesca di un negozio e laboratorio storici in città, che aveva appena rilevato ed innovato.

Ed ora Sarah Mocchetto, (con lei Leo e Luca Contartese) Imprenditrice proveniente da Novara, sceglie con ancora maggiore convinzione Vercelli e fa il bis in Piazza Palazzo Vecchio (ingresso anche in Via Gioberti), anche in questo caso cogliendo la sintonia con un sentimento fortemente radicato nella tradizione vercellese, che ha sempre visto nelle pasticcerie del centro città un punto di riferimento non soltanto commerciale, ma anche culturale.

Anche in questo caso il taglio del nastro (sabato 18 novembre) ha visto la presenza dell’Ascom, che ha sempre seguito, passo dopo passo, questo percorso imprenditoriale, presente – lo ascoltiamo nel filmato – con il Presidente Angelo Santarella ed i funzionari Simone Mazza e Christina Varlotta.

Tanta gente per l’inaugurazione, certo, per fare gli auguri, ma soprattutto per dire che la nostra realtà premia il lavoro intelligente e cerca la qualità.

Posted in Economia

Taglio del nastro per la quarta apertura di due fratelli competenti e intraprendenti: Lucia e Francesco Barra.

E’ stata Lucia, qualche anno fa, ad aprire la strada.

Con un maestro d’eccezione nel settore delle acconciature: Giulio Dogliotti.

Ce ne parla lei stessa, nel video che ripropone qualche momento nel giorno dell’inaugurazione della nuova iniziativa: sa bene di essere stata fortunata.

Ma ha certamente messo a frutto nel migliore dei modi quanto imparato dal grande maestro.

Si è rimboccata le maniche e, con l’aiuto di suo fratello Francesco, mi è messa in proprio ed ha aperto il suo primo negozio, della catena Jaen Louis David.

Poi il secondo e quindi il nuovo brand The Barber&Co., in questo caso acconciature solo maschili.

Da questa settimana presente anche alla galleria commerciale Carrefour di Vercelli.

L’inaugurazione alla presenza dei dirigenti Ascom, con il Presidente Angelo Santarella e con lui Federico Graglia e Simone Mazza.

Non resta che fare tanti complimenti a questi due giovani, cui non mancano certamente competenza e coraggio ed augurare loro in bocca al lupo.

 

Posted in Economia

Legnago Salus 1

Pro Vercelli 1

Marcatori: 32’ pt Mustacchio, 6’ st Van Ransbeeck

LEGNAGO SALUS (3-5-2): Fortin; Sbampato, Motoc, Zanandrea; Muteba, Diaby (38’ st Franzolini), Van Ransbeeck, Viero (24’ st Casarotti), Mazzali (35’ st Ruggeri); Giani (35’ st Tabue), Rocco. A disp.: Businarolo, Tosi, Travaglini, Sambou, Sternieri, Rodella. All. Donati.

Pro Vercelli (4-3-3): Sassi; Iezzi (36’ st Sarzi Puttini), Parodi, Camigliano, Rodio; Iotti, Santoro, Spavone (27’ st Rutigliano); Mustacchio, Nepi (27’ st Comi), Condello. A disp.:: Rizzo, Valentini, Carosso, Emmanuello, Gheza, Seck, Contaldo, Forte, Niang, Pesce. All. Dossena.

Arbitro: Baratta di Rossano

Guardalinee: Junior Palla di Catania e Rispoli di Locri

Quarto uomo: Kovacevic di Arco Riva

Ammoniti: Santoro (PV), Giani (L), Diaby (L), Sbampato (L), Ruggeri (L), Mustacchio (PV), Tabue (L), Van Ransbeeck (L)

Recupero: 3’ pt – 6’ st

Dopo la vittoria interna arriva il pareggio in trasferta per le bianche casacche.

Subito pericolosi i padroni di casa al 2’ con un cross di Rocco ma Sassi è pronto alla parata.

Al 5’ calcia il primo calcio d’angolo Pro Vercelli, se ne incarica Santoro ma la difesa avversaria allontana.

13’ Mustacchio servito da Iezzi tira di prima intenzione ma non inquadra la porta.

Azione simile al 22’ sempre con Mustacchio servito ancora da Iezzi ma la palla termina in fallo laterale.

E’ il 29’ quando Iezzi lancia lungo per Nepi, ma Fortin in uscita recupera la palla.

Pro Vercelli in vantaggio al 32’, su cross di Rodio, Mustacchio di testa batte Fortin.

Il Legnago risponde al 43’ con un tiro di Diaby respinto da Sassi..

Le squadre vanno negli spogliatoi con il risultato di 0 a 1 per i leoni.

Nella ripresa parte subito all’attacco i padroni di casa che al 6’ trovano il pareggio con il gol di testa di Van Ransbeeck.

La gara procede con azioni che si svolgono principalmente al centrocampo e non regala ulteriori emozioni.

Il triplice fischio dell’arbitro decreta il termine della partita che vede il pareggio esterno della Pro Vercelli.

 

Redazione di Vercelli

Posted in Lo Sport

Pro Vercelli 2

Aurora Pro Patria 1

Marcatori: 14’ pt Mustacchio, 29’ pt Stanzani, 12’ st Maggio

Pro Vercelli (4-3-3): Sassi; Iezzi (7’ st Carosso), Parodi, Sarzi Puttini (15’ st Seck), Rodio; Iotti, Santoro, Rutigliano (26’ st Contaldo); Mustacchio, Nepi (26’ st Comi), Maggio.

A disp.: Rizzo, Valentini, Emmanuello, Gheza, Forte, Spavone, Niang, Condello, Pesce, Sibilio.

All.: Dossena.

Aurora Pro Patria (3-5-2): Mangano; Moretti, Lombardoni, Vaghi; Citterio (26’ st Zanaboni), Renault (33’ st Somma), Fietta (33’ st Bertoni), Ndrecka, Marano (19’ st Castelli); Stanzani, Pitou (19’ st Nicco).

A disp.: Rovida, Saporetti, Bashi, Parker, Bertoni, Caluschi, Ferri, Somma.

All.: Colombo

Arbitro: Rosario di Napoli.

Guardalinee: Starnini di Viterbo e Pistarelli di Fermo.

Quarto Uomo: Sassano di Padova.

Ammoniti: Citterio, Marano, Santoro, Fietta, Parodi, Lombardoni.

Recupero: 0′ pt – 5′ st.

Continua la sua marcia la Pro Vercelli.

Ormai è appurata la legge del Silvio Piola che vede i leoni imbattuti dall’inizio del campionato.

Anche contro l’Aurora Pro Patria, le bianche casacche offrono un’ottima prestazione e ottengono il successo, il quarto interno consecutivo.

Parte forte la Pro Vercelli.

E’ il 3’ quando sugli sviluppi di un corner, Rutigliano incorna, trovando sulla sua strada Magnano.

Quattro minuti dopo, Rutigliano inzucca di poco alto.

Dopo un tiro deviato di Iotti esce di poco alto.

A rompere l’equilibrio ci pensa Mustacchio.

Al 14’ Mustacchio di testa trasforma in gol l’angolo calciato da Santoro.

Al primo vero affondo (29’), i lombardi pareggiano.

Azione personale di Ndrecka che serve Stanzani abile a insaccare.

Sull’altro fronte, Nepi impegna Magnano.

La ripresa si apre con il sorpasso dei leoni.

Al 12’ Maggio, da posizione defilata, raddoppia.

Trovato il vantaggio i leoni controllano senza affanno e conducono in porto la vittoria.

Redazione di Vercelli

Posted in Lo Sport