Apertura 4 - VercelliOggi.it VercelliOggi
Il primo quotidiano online della provincia di Vercelli

Pergolettese 3

Pro Vercelli 0

Marcatori: 18’ st Mazzarani su rigore, 22’ st Bariti,  26’ st Guiu

Pergolettese (3-5-2): Soncin; Tonoli, Arini, Piccinini; Bariti (43’ st Bozzuto), Mazzarani (43’ st Ceresani), Artioli, Andreoli (43’ st Schiavini), Felicioli; Guiu (30’ st Jaouhari), Caia (34’ st Piu). A disp.: Cattaneo, Dordoni, Lambrughi. All. Mussa.

Pro Vercelli (3-4-3): Mastrantonio; Parodi, Camigliano (25’ st Petrella), Sarzi Puttini; Iezzi, Iotti, Rutigliano (13’ st Kozlowski), Rodio; Mustacchio (39’ st Pannitteri), Nepi (13’ st′ Rojas), Maggio (39’ st Pinzi). A disp.:: Ghisleri, Vaccarezza, Frey, Haoudi, Contaldo, Gheza, Casazza, Forte, Citi. All. Dossena.

Arbitro: Manzo di Torre Annunziata.

Guardalinee: Jorgji di Albano Laziale e Ingenito di Piombino.

Quarto uomo: Spina di Barletta.

Ammoniti: Guiu (PER), Bariti (PER), Nepi (PV), Iotti (PV), Rutigliano (PV), Sarzi Puttini (PV), Petrella (PV), Rojas (PV), Jaouhari (PER)

Recupero: 1’ pt – 4’ st

Nulla da fare per i leoni nella partita esterna contro la Pergolettese.

Parte la gara con la Pro Vercelli in avanti con Maggio che viene atterrato al limite dell’area e l’arbitro fischia la punizione.

Al 2’ calcia Iotti ma il tiro è respinto dalla barriera.

Padroni di casa al 6’ pericolosi con Mazzarani ma la difesa libera.

Dopo 3 muniti Tonoli calcia a rete, la palla supera la traversa.

Al 12’ Mustacchio ci prova dal lato destro ma un difensore libera.

I giocatori di casa si lamentano per un intervento in area ma l’arbitro fa proseguire l’azione.

Iezzi al 29’ crossa in area ma è pronto Soncin a bloccare la palla.

Passa 1 minuto, cross di Iotti che termina sul fondo.

Guiu al 34’ di prima intenzione calcia ma la palla viene respinta dal palo.

Le squadre vanno negli spogliatoi sul risultato di parità di 0 a 0.

Nella seconda frazione di gioco all’8’ Maggio ci prova di sinistro ma la palla termina a lato.

All’11’ Mastrantonio manda in corner il tiro di Arini.

Al 17’ l’arbitro decreta il rigore per la Pergolettese per l’intervento falloso di Iotti.

Dal dischetto calcia Mazzarani e segna il gol del vantaggio.

Passano 5 muniti e i padroni di casa raddoppiano con Bariti che beffa Mastrantonio.

Al 24’ pericolosa la Pro Vercelli: Rojas coplisce la palla di testa ma Soncin si supera e blocca la sfera.

Terzo gol al 26’ per la Pergolettese, Mazzarani si invola e serve Guiu che al volo insacca.

La gara non offre più emozioni e l’arbitro dopo 4 minuti di recupero fischia la fine sul risultato di 3 a 0.

Per restare sempre aggiornato sui contenuti offerti da VercelliOggi.it aderisci ai nostri Canali Social:

Iscriviti alla nostra pagina Facebook

e al nostro Gruppo pubblico di Facebook

al nostro account di Instagram

al nostro canale di Whatsapp

al nostro canale Telegram

Redazione di Vercelli

Posted in Lo Sport

Pro Vercelli 0

Giana Erminio 3

Marcatori: 4’ st Minotti, 13’ st Mbarick Fall, 35’ Maguette Fall su rigore

Pro Vercelli (4-3-3): Mastrantonio; Iezzi, Citi (1’ st Parodi), Camigliano, Rodio; Iotti, Santoro, Rutigliano (24’ st Petrella); Mustacchio, Rojas (1’ st Nepi), Pannitteri. A disp.. Ghisleri, Vaccarezza, Contaldo, Gheza, Casazza, Maggio, Forte, Sarzi Puttini, Kozlowski. All. Dossena.

Giana Erminio (4-2-3-1): Zacchi; Caferri (45’ st Corno), Minotti, Ferrante, Groppelli; Marotta, Pinto (29’ st Acella); Lamesta, Franzoni, Fall Mb. (29’ st Messaggi); Fall Ma. (39’ st Perna). A disp.: Pirola, Magni, Boafo, Ballabio, Colombara, Previtali, Barzotti, Piazza, Verde. All. Chiappella.

Arbitro: Di Loreto di Terni.

Guardalinee: Andreano di Foggia e  Cozzuto di Formia

Quarto uomo: Moro di Novi Ligure.

Ammoniti: Rodio (PV), Lamesta (GE), Iotti (PV), Mustacchio (PV), Caferri (GE)

Espulso: 34’ st Santoro

Recupero: 0’ pt – 3’ st

Pesante sconfitta interna per la Pro Vercelli reduce da un risultato negativo esterno contro il Vicenza.

La partita inizia con gli ospiti in avanti e al 7’ Maguette Fall si trova davanti a Mastrantonio che colpisce col piede la palla.

17’ Mbarick Fall serve Lamesta che in area di rigore calcia con potenza ma Mastrantonio respinge.

Passa 1 minuto e Mbarick Fall supera Citi, colpisce la sfera ma ancora una volta il portiere della bianche casacche è attento.

Pro Vercelli pericolosa al 23’ con Pannitteri ma la palla è bloccata da Zacchi.

Tiro dalla distanza al 25’ di Maguette Fall, Mastrantonio manda in corner.

Marotta per la Giana Erminio prova una conclusione dalla distanza che non preoccupa il portiere di casa.

Al 36’ Mustacchio in posizione laterale tira in porta ma Zacchi respinge e manda in corner.

Occasione per la Giana Erminio al 43’: Marotta calcia con potenza ma la palla sfiora il palo.

Le squadre vanno negli spogliatoi alla fine del primo tempo sul risultato di parità: 0-0.

Nella ripresa dopo 4 minuti su calcio d’angolo la palla arriva a Minotti che sigla il gol del vantaggio per gli ospiti.

Iotti all’8’ risponde con tiro dalla distanza ma la palla sfiora la trasversa.

Raddoppia la Giana Erminio al 13’ con Mbarick Fall che solo davanti a Mastrantonio manda la palla in rete.

Ancora impegnato il portiere dei leoni su conclusione di Pinto.

Pro Vercelli reagisce e ci prova al 28’ st con Pannitteri ma il suo tiro è respinto in corner da Zacchi.

4 minuti e i leoni ancora pericolosi con Mustacchio che colpisce di testa ma la palla sfiora il palo.

Espulsione di Santoro e rigore per la Giana Erminio decretato dall’arbitro dopo l’intervento falloso in area del giocatore della Pro ai danni di Fall.

Rigore trasformato al 35’ da Maguette Fall.

La gara prosegue senza ulteriori occasioni e il triplice fischio dell’arbitro pone fine all’incontro che vede la sconfitta della Pro Vercelli.

Per restare sempre aggiornato sui contenuti offerti da VercelliOggi.it aderisci ai nostri Canali Social:

Iscriviti alla nostra pagina Facebook

e al nostro Gruppo pubblico di Facebook

al nostro account di Instagram

al nostro canale di Whatsapp

al nostro canale Telegram

Redazione di Vercelli

Posted in Lo Sport

Vicenza 2

Pro Vercelli 0

Marcatori: 21’ Sandon, 23’ Pellegrini

Vicenza (3-4-1-2): Confente; Cuomo, Golemic, Sandon; Talarico (45’ st Lattanzio), Cavion (22’ st Tronchin), Ronaldo, Costa (22’ st Greco); Della Morte (33’ st Delle Monache); Pellegrini (22’ st Rolfini), Ferrari. A disp.: Gallo, Massolo, Fantoni, Proia, Rossi, Busato. All. Vecchi.

Pro Vercelli (4-3-3): Sassi; Frey, Parodi, Camigliano, Sarzi Puttini (19’ st Iezzi); Iotti, Santoro, Pinzi (1’ st Kozlowski); Mustacchio (19’ st Pannitteri), Rojas (19’ st Nepi), Maggio (46’ st Gheza). A disp.: Vaccarezza, Mastrantonio, Contaldo, Rutigliano, Casazza, Forte, Citi, Petrella. All. Dossena.

Arbitro: Cherchi di Carbonia.

Assistenti: Palla di Catania e Capriuolo di Bari.

Quarto uomo: Frasynyak di Gallarate.

Ammoniti: Frey (PV), Pinzi (PV), Sarzi Puttini (PV), Ronaldo (V), Confente (V), Maggio (PV), Ferrari (V), Delle Monache (V)

Recupero: 1’ pt – 6’ st

Dopo tre pareggi consecutivi arriva per la Pro Vercelli la sconfitta in trasferta.

Inizia la gara con il possesso palla per il Vicenza e al 2’ Della Morte prova una conclusione che viene parata da Sassi.

Al 10’ Cavion serve Pellegrini ma la sfera è alta sopra la traversa.

Ci prova la Pro Vercelli al 12’ con Mustacchio ma la palla esce sul fondo.

Al 15’ è Maggio che impegna Confente che non si fa sorprendere.

Vantaggio del Vicenza al 21’ sugli sviluppi di un calcio d’angolo: Sandon riceve palla da Ronaldo e batte Sassi.

Passano 2 minuti e i padroni di casa raddoppiano: Della Morte serve sulla sinistra Costa che crossa in area per Pellegrini che inquadra.

Ci prova la Pro al 34’ con Santoro che dalla bandierina serve Iotti ma il tiro è alto sopra la traversa.

Ancora pericoloso il Vicenza al 40’ con Ferrari che colpisce la palla di testa e termina sul palo.

La prima frazione di gioco termina con il vantaggio dei padroni di casa di 2- 0.

Nella ripresa la Pro Vercelli cerca il gol e al 7’ Maggio calcia con potenza, la palla sfiora il palo.

Al 14’ Frey serve Mustacchio ma la difesa avversaria blocca l’azione.

Vicenza in avanti al 36’ con Rolfini ma Camigliano lo ostacola e manda in calcio d’angolo.

La partita prosegue senza ulteriori occasioni e il triplice fischio dell’arbitro decreta la fine della gara sul risultato di 2 a 0 per il Vicenza.

 

Per restare sempre aggiornato sui contenuti offerti da VercelliOggi.it aderisci ai nostri Canali Social:

Iscriviti alla nostra pagina Facebook

e al nostro Gruppo pubblico di Facebook

al nostro account di Instagram

al nostro canale di Whatsapp

al nostro canale Telegram

Redazione di Vercelli

Posted in Lo Sport

Fiorenzuola 3

Pro Vercelli 3

Marcatori: 28’ pt Ceravolo, 36’ pt Rutigliano, 23’ st Ceravolo, 33’ st Santoro, 34’ st Mustacchio, 37’ st Cremonesi

Fiorenzuola (4-2-3-1): Sorzi; Sussi, Potop, Cremonesi, Gonzi; Di Gesù (14’ pt Oneto), Mora; D’Amico (16’ st Seck), Brogni (15’ st Maffei), Morello (31’ st Reali); Ceravolo (31’ st Popovic). A disp.: Bertozzi, Roteglia, Gentile, Nelli, Bondioli, Alberti, Di Quinzio, Seck, Musatti, Anelli. All. Tabbiani.

Pro Vercelli (4-3-3): Sassi; Frey 29’ st Pinzi), Parodi, Camigliano, Iezzi (11’ st Sarzi Puttini); Iotti, Santoro, Rutigliano (29’ st Kozlowski); Pannitteri (11’ st Mustacchio), Nepi (22’ st Rojas), Maggio. A disp.:: Vaccarezza, Mastrantonio, Contaldo, Gheza, Casazza, Forte, Citi, Pinzi, Kozlowski, Petrella. All. Dossena.

Arbitro: Viapiana di Catanzaro.

Guardalinee: Munitello di Gradisca d’Isonzo e Peletti di Crema.

Quarto uomo: Marin di Portogruaro.

Ammoniti: Sussi (F), Iezzi (PV), D’Amico (F), Potop (F), Mora (F)

Recupero: 3’ pt – 6’ st

Una partita ricca di emozioni quella giocata contro il Fiorenzuola.

Pro Vercelli pericolosa dopo 2 minuti con la conclusione da fuori area di Maggio che ci riprova dopo 1 minuto con un colpo di testa ma Sorzi è pronto alla parata.

Al 13’ è Pannitteri che dalla distanza impegna Sorzi che manda in corner.

Occasione per i padroni di casa al 27’, Brogni si trova solo davanti a Sassi che blocca la sfera.

Fiorenzuola in vantaggio al 28’ con Ceravolo che beffa Sassi.

Altra occasione per il Fiorenzuola al 32’ con D’Amico ma Sassi blocca in due tempi.

Pareggiano le bianche casacche al 36’:  Rutigliano in area colpisce di destro e insacca.

Ancora un insidioso tiro di Maggio al 42’ ma Sorzi para.

Le squadre vanno negli spogliatoi al termine della prima frazione di gioco sul risultato di parità di 1-1.

Al rientro la Pro Vercelli è alla ricerca del gol del vantaggio ma è il Fiorenzuola che al 23’ con Ceravolo di sinistro batte Sassi e porta il risultato sul 2 a 1.

Ma le bianche casacche in un paio di minuti ribaltano la situazione.

Al 33’ agguanta il pareggio con Santoro che insacca di testa e batte il portiere avversario e dopo 1 minuto l’apoteosi dei leoni che trovano il gol del vantaggio con Mustacchio.

Doccia fredda per la Pro Vercelli al 37’: Cremonesi su passaggio di Sussi trova la rete del pareggio.

La Pro Vercelli cerca la vittoria e nel finale Maggio dalla distanza impegna il portiere del Fiorenzuola che si supera e blocca la sfera.

La partita termina con il risultato di 3 a 3.

 

Per restare sempre aggiornato sui contenuti offerti da VercelliOggi.it aderisci ai nostri Canali Social:

Iscriviti alla nostra pagina Facebook

e al nostro Gruppo pubblico di Facebook

al nostro account di Instagram

al nostro canale di Whatsapp

al nostro canale Telegram

Redazione di Vercelli

Posted in Lo Sport

Pro Vercelli 1

Atalanta U23 1

Marcatori: 12’ st Diao, 37’ st Rojas

Pro Vercelli (3-4-3): Sassi; Parodi, Camigliano, Sarzi Puttini; Iezzi, Iotti, Haoudi (7’ st Kozlowski), Frey (30’ st Citi); Mustacchio (25’ st Rojas), Nepi (25’ st Pannitteri), Maggio. A disp.: Vaccarezza, Mastrantonio, Rodio, Santoro, Contaldo, Gheza, Rutigliano, Casazza, Forte, Pinzi, Petrella. All. Dossena.

Atalanta U23 (3-4-1-2): Vismara; Varnier, Berto, Ghislansi; Palestra, Gyabuaa (26’ st Panada), Muhameti, Solcia; Cortinovis (17’ st Falleni); Jimenez (26’ st Vlahovic), Diao (31’ st Da Riva). A disp.: Bertini, Avogadri, Obric, Ceresoli, Regonesi, Bernasconi. All. Modesto.

Arbitro: Andreano di Prato.

Guardalinee: Santarossa di Pordenone e Romaniello di Napoli.

Quarto uomo: Esposito di Ercolano.

Ammoniti: Gyabuaa (A), Panada (A), Kozlowski (PV)

Recupero: 0’ pt – 5’ st

Reduce dal pareggio esterno la Pro Vercelli conquista un pareggio casalingo contro l’Atalanta U23.

La partita inizia con il possesso palla dei bergamaschi.

Nei primi 10 minuti le squadre si studiano e non si riscontrano particolari occasioni.

Al 12’ Cortinos dal limite tira centrale ma trova Sassi pronto a parare.

Passa 1 minuto e Mustacchio, prima della conclusione, è bloccato dalla difesa avversaria.

Pericolosa la Pro Vercelli al 16’, Haoudi serve Muasacchio ma la palla viene respinta da Vismara.

I leoni attaccano alla ricerca del gol del vantaggio.

Al 36’ Palestra calcia con potenza e impegna Sassi che con un grande parata manda in corner.

Ci prova ancora l’Atalanta U23 al 39’ con Diao ma la palla termina alta sopra la traversa.

La prima frazione di gioco termina sul risultato di parità con reti inviolate.

Nella ripresa possesso palla per la Pro Vercelli.

Dopo 5 minuti occasione per Palestra ma la palla termina sul fondo.

Vantaggio dell’Atalanta U23 al 12’ con Diao che in area colpisce la palla di sinistro e batte Sassi.

I leoni reagiscono e al 37’ arriva il gol del pareggio: Iezzi crossa dalla destra per Rojas che colpisce di testa e manda in rete.

La gara termina senza altre occasioni per ambedue le squadre e il triplice fischio dell’arbitro decreta la fine della partita con la Pro Vercelli che conquista un punto molto importante.

Redazione di Vercelli

Posted in Lo Sport

Pro Sesto 0

Pro Vercelli 0

Pro Sesto (3-5-2): Del Frate; Marianucci, Poggesi (23’ st Mapelli), Iotti; Toninelli, Bussaglia (23’ st Florio), Gattoni, Santarpia, Maurizii; Bruschi (45’ st Toci), Sereni (32’ st′ Kristoffersen). A disp.: Formosa, Bagheria, Basili, D’Alessio, Ferro, Giorgeschi. All. Paci.

Pro Vercelli (4-3-3): Sassi; Frey (15’ st Parodi), Citi (15’ st Nepi), Camigliano, Sarzi Puttini; Iotti, Santoro, Haoudi; Mustacchio, Pannitteri (37’ st Petrella), Maggio. A disp.: Vaccarezza, Mastrantonio, Carosso, Casazza, Contaldo, Rutigliano, Forte, Pesce. All. Dossena.

Arbitro: Scatena di Avezzano.

Guaralinee: Monaco di Termoli e Croce di Nocera Inferiore.

Quarto uomo: Cortese di Bologna.

Ammoniti: Haoudi (PV), Bruschi (PS), Poggesi (PS)

Recupero: 0’ pt- 5’ st

Scende in campo la Pro Vercelli e torna a fare punti fuori casa.

Subito pericolosi i padroni di casa al 10’ con Bruschi che calcia con potenza ma Sassi è pronto nella parata.

Passano 10 minuti e Sassi blocca la palla lanciata da Sereni.

Al 34’  Mustacchio con un pregevole gesto tecnico manda la palla alta sulla traversa.

La Pro tiene bene i campo ma non riesce a trovare la via del gol.

Le squadre vanno negli spogliatoi al termine della prima frazione di gioco con un risultato di 0-0.

Nella ripresa poche occasioni sino al quarto d’ora quando la Pro Sesto sfiora il gol: Sereni solo davanti a Sassi non inquadra la porta.

Al 26’ ci prova Pannitteri ma il tiro termina fuori.

Ancora la Pro Vercelli pericolosa al 30’ con Petrella ma il suo tiro non sorprende Del Frate.

Al 42’ le bianche casacche ci provano ancora ma la difesa avversaria libera.

Sul ribaltamento di fronte Bruschi calcia dal limite ma Sassi si supera e devia la sfera in corner.

La partita termina col triplice fischio dell’arbitro sul risultato di parità.

Redazione di Vercelli

Posted in Lo Sport

Pro Vercelli 1

Triestina 2

Marcatori: 14’ pt D’Urso, 23’ pt Haoudi, 47’ st El Azrak.

Pro Vercelli (4-3-3): Sassi; Iezzi, Citi, Camigliano, Sarzi Puttini (34’ st Frey); Iotti, Emmanuello, Haoudi; Mustacchio (29’ st Pannitteri), Nepi (15’ st Comi), Maggio.

A disp.: Ghisleri, Valentini, Carosso, Casazza, Contaldo, Gheza, Rutigliano, , Forte, Pesce, Petrella, Vaccarezza.

All.: Dossena.

Triestina (4-3-1-2): Agostino; Germano (15’ st Ciofani), Struna, Moretti, Petrasso (41’ st Anzolin); Vallocchia, Celeghin (26’ st Fofana), Correia; D’Urso (26’ st El Azrak); Vertainen (26’ st Finotto), Lescano.

A disp.: Diakite, Malomo, Gunduz, , Minesso, Kacinari, Ballarini, Pierobon.

All.: Tesser.

Espulso: 50’ st Comi per doppia ammonizione 20’ st + 50’ st.

Ammonito: Correia, Comi, Dossena, Iezzi. Recupero: 1’ pt – 5’ st.

Dopo non aver subito nessun ko interno all’andata, i leoni cadono al Silvio Piola per la seconda volta di file.

Contro la Triestina è una partita giocata a viso aperto e non mancano le occasioni da ambo i lati.

A scattare sono gli ospiti con D’Urso ma arriva la reazione vercellese con il pareggio di Haoudi.

Quando tutto sembra destinato al pareggio, in pieno recupero El Azrak segna il gol che gela lo stadio.

La Pro Vercelli dopo 3 minuti si fa vedere in avanti.

Sarzi Puttini mette in mezzo per Nepi che di testa manda fuori.

Sei giri di lancette e il liberissimo Lescano, chiama Sassi alla parata superlativa.

A ridosso del quarto d’ora, la Triestina passa in vantaggio.

D’Urso davanti al portiere avversario è freddo e insacca.

Rispondono i leoni con le conclusioni di Emmanuello (centrale) e Haoudi (palla a lato).

Minuto 23, arriva il pareggio.

Mustacchio crossa sul secondo palo, Haoudi inzucca in rete.

Sull’altro fronte, Sassi si supera in rapida successione su Lescano e Celeghin.

L’estremo difensore di casa dice di no anche al pallonetto di Vertainen.

Si torna in campo dopo l’intervallo e sugli sviluppi di un corner, Maggio a giro non inquadra di poco lo specchio della porta.

Al 3’ Nepi spinge in rete il cross di Maggio ma il direttore di gara annulla per una posizione di fuorigioco.

Gli ospiti ci provano con Vertainen, la mira non è quella giusta.

Dopo è Haoudi a chiamare Agostino alla respinte.

E’ il 37’ quando Vallocchio da buona posizione calcia fuori.

Al 45’ Comi al volo non riesca a centrare il bersaglio.

In pieno recupero arriva la beffa.

El Azrak lascia partire un tiro da fuori che complice una deviazione batte Sassi.

Dopo c’è tempo solo per la seconda ammonizione e la conseguente espulsione di Comi.

Redazione di Vercelli

 

Posted in Lo Sport, Vercelli Oggi

Si è iniziata puntale poco prima delle 11 di stamane, 16 gennaio, al Teatro Civico di Vercelli, la mattinata che il Presidente della Repubblica, Sergio Matterella dedica al Capoluogo ed in particolare all’inaugurazione dell’Anno Accademico dell’Università del Piemonte Orientale, che quest’anno celebra il XXVI anniversario dall’inizio dell’attività accademica.

Accolto dalle Autorità locali e preceduto dai Ministri Paolo Zangrillo e Annamaria Bernini, il Presidente ha salutato i tanti che hanno voluto rappresentargli l’omaggio della città, per poi entrare nel Teatro, dove hanno preso posizione in formazione d’onore i Corazzieri.

Nelle prossime ore ampio servizio.

 

Posted in Vercelli Oggi

(marilisa frison) – La Comunità Pastorale n. 12, della Diocesi di Vercelli, mercoledì 10 gennaio alle 21, si è riunita a Tricerro, nella chiesa parrocchiale dedicata a San Germano, dove è stato esposto il Santissimo e tutti ci si è posti in adorazione e in preghiera per la pace nel mondo.

 

Erano presenti fedeli provenienti da Trino, Palazzolo e Tricerro.

Nonostante la gelida serata, molte le persone che hanno lasciato il tepore della propria dimora per donarsi a Gesù e pregare insistentemente per la pace, perché nel mondo c’è tanto bisogno di questa pace che sembra davvero così difficile da concretizzare.

“Noi siamo qui a dedicare del tempo al Signore per aprire un varco tra il cielo e la terra, perché lui possa operare per mezzo nostro e far del bene a tante persone che soffrono. Siamo strumenti nelle sue mani”.

Questo ci dice don Maggioni e aggiunge: “Noi dobbiamo essere operatori di pace, lo siamo perché siamo quì, ma siamo chiamati ad essere operatori di pace anche nella nostra vita di tutti i giorni, nel lavoro, in casa e nella nostra famiglia”.

L’adorazione è stata intervallata da preghiere, canti e meditazioni.

Le persone erano presenti per impetrare il suffragio a beneficio dei ragazzi morti in guerra, per i loro genitori e per fare memoria, affinchè non si ripetano, di tutte le atrocità vissute da queste popolazioni in guerra: si è altresì pregato affinchè il cuore di chi è coinvolto nel conflitto non diventi un cuore indifferente, arido, abituato alla guerra, indifferente all’orrore.

E per chiedere a Dio di portare luce nel cuore e nella mente di chi è dominato dalle tenebre e per dire: “Signore ho bisogno di te”.

Se ciascun popolo guarderà solo al proprio dolore, allora prevarrà sempre la ragione del risentimento, delle rappresaglie e della vendetta, ma se si guarda anche alla sofferenza, al dolore dell’altro, dell’estraneo e persino del nemico è premessa di ogni futura politica di pace.

L’adorazione di quel Dio eucaristico che si spezza per raggiungere ciascuno di noi è molto importante, un momento da vivere intensamente.

Al termine il neoeletto Presidente di Azione Cattolica, Gianni Ronco ha ricordato che ci saranno altri momenti come questo, che si vivranno nelle altre parrocchie, inoltre ha invitato, tutti, mercoledì 17 gennaio alle 21, a Trino, in chiesa parrocchiale nella Cappella di Lourdes per una lettura del Vangelo con un momento di riflessione.

Posted in Pagine di Fede

(marilisa frison) – L’Epifania tutte le feste si porta via, ma non si porta via l’incontro con Gesù, che va mantenuto con il ritrovo domenicale in chiesa di tutta la Comunità, per camminare insieme come i Re Magi e provare una gioia immensa nell’ammirare e seguire la stella che è Gesù.

C’è chi cerca per trovare un senso nella vita un orientamento, c’è chi invece chi cerca per distruggere come Erode, c’è chi vive per trovare la vita come i Magi e c’è chi vive per uccidere la vita come Erode, c’è chi vive per conquistare e mantenere un potere come Erode e c’è chi vive invece per far sì che la propria vita sia un servizio alla vita come i Magi.

Poi al centro della scena ci sono i tre doni: regalità (Oro), adorazione (incenso) e la sofferenza, i dolori (Mirra).

I Magi lasciano il loro tutto per affidarsi a un altro tutto, che cosa vuol dire questo tutto? – e don Maggioni, perplesso, mette al corrente l’Assemblea del chiacchiericcio, il vociare di questi ultimi giorni – C’è più di una persona che mi ha detto: ma don c’è in giro la voce che vai via?

Io preso alla sprovvista, mi son chiesto ma da dove proverrà questa voce, questa inquietudine? E mi sono chiesto: ma io Signore dove devo essere per testimoniare la mia fede la mia voglia di Vangelo? …” (In allegato omelia completa).

Dopo la lettura del Vangelo è stato fatto l’annuncio del Giorno di Pasqua, che quest’anno sarà il 31 marzo e da lì scaturiranno tutti i giorni Santi: le Ceneri con inizio della Quaresima 14 Febbraio, l’Ascensione del Signore 12 Maggio, la Pentecoste il 19 Maggio, la prima Domenica di Avvento l’1 Dicembre.

Al termine della Santa Messa dopo la benedizione solenne i fedeli hanno potuto baciare e rendere onore al bambino Gesù.

Alzati e rivestiti di luce e sii raggiante, perché chi trova il Signore è raggiante e illumina tutto.

E nel pomeriggio intorno alle 17,30 la Befana di Atrap è volata ed atterrata nel cortile dell’oratorio Sacro Cuore di Trino per la felicità dei bimbi.

Posted in Pagine di Fede