Agosto, 2023 - VercelliOggi.it - Page 2 VercelliOggi
Il primo quotidiano online della provincia di Vercelli

Dopo le prime due giornate di gara sul percorso del Golf Club Biella Le Betulle arrivano i primi verdetti nel 16° Reply Italian International Under 16 Championship Teodoro Soldati Trophy.

In attesa del gran finale di oggi, giovedì 31 agosto (36 buche compresse in poche ore dove sono attesi i consueti colpi di scena), i norvegesi ispirati dal nuovo leader Marcus Audun Goosen (autore con 69 del miglior score di giornata) si aggiudicano il Nations’Trophy.

Per Goosen una carta totale di 142 (73 69, -4): “Sono molto soddisfatto del mio gioco solo 2 bogey e ben 6 birdie – spiega Marcus -, di cui 2 nelle ultime 3 buche. Non mi sono mai trovato al comando prima della giornata finale, l’obiettivo è di giocare come oggi”.

Sale al 2° posto lo svizzero Beeli con 143 (70, 73, -3) dopo un round molto regolare chiuso in par: “Nel complesso una buona giornata, bene nel gioco corto ma irregolare dal tee che mi ha limitato le possibilità di birdie e poi purtroppo ho fatto doppio bogey alla buca 6 – spiega lo svizzero portacolori del Golf Club Sempachersee nel Canton Lucerna -. Strategia per domani? Voglio continuare colpo su colpo, 36 buche sono tante può succedere di tutto”.

In stagione Beeli, che condivide la passione per il golf con la sorella maggiore Yana (a segno quest’anno nel prestigioso “ANNIKA Invitational Europe”), ha già conquistato lo Scottish Under 16 e si è piazzato 4° nell’European Young Masters.

Inseguono al 3° posto con 144 (-2) il migliore dei sudafricani Weber Benjamin (73 71) e lo svedese Enzo Persson (74 70).

Quinti con 146 (par) il giapponese Riki Matsumoto (73, 73), l’inglese Alex Boyes e i migliori degli azzurri Matteo Gino Sasdelli (Castelfalfi, 73, 73) e Alessandro Giovannini (Croara, 74, 72).

Scendono in nona posizione con 147 (+1) i leader della prima giornata Leopold Hess (69, 78) e Leo Maria Rossi Odello (Golf Torino, 69, 78) che si ritrovano appaiati allo svizzero Eric Feng, al ceco Roma Pivoda e agli azzurri Francesco Petrangeli (Acquasanta Roma), Enrico Della Bianca (Lignano), Giovanni Bernardi (Monticello) e il veneto Carlo Roman (Verona), che con 71 (-2) di giornata ha recuperato in parte lo sfortunato 76 dell’esordio (quadruplo bogey alla buca 16 con 2 palle perse).

In parziale rimonta l’inglese Ben Bolton con 148 (76, 72, +2) partito con i favori del pronostico, mentre crolla il compagno Cameron Mukherjee (2° nel prestigioso McGregor Trophy 2023).

Diciassettesimi sempre con 148 (+2) e ancora in lizza gli italiani Gianpaolo Gagliardi (Olgiata), Bruno Frontero (Royal Park), Federico Randazzo (Sicilia’s Picciolo) ed Edoardo Spluga (Verona).

Sorride malgrado il 70° posto il norvegese Mikkel Bergum Johansen che realizza una hole in one alla buca 17.

Come detto la Novergia grazie alle prove di Farhang, Goosen e Vallestad si è aggiudicata il Nations’Trophy con 289 punti seguita da Svizzera (292) e Inghilterra (293).

Oggi sono previste le ultime 36 buche che hanno qualificato i migliori 46 capaci di superare il taglio fissato a 151 (+5).

Si inizierà con partenze da due sui tees delle buche 1 e 10 dalle ore 7,10 per il 3° giro, con i migliori che scatteranno dalla 1 verso le 8,30.

A seguire dalle 11,30 circa partirà il 4° e ultimo round con i primi in classifica che si contenderanno il titolo in azione verso le 13.

La premiazione si svolgerà intorno alle 18.

In campo sono scesi 144 giocatori (su oltre 170 richieste) a rappresentare ben 19 nazioni: Italia, Inghilterra, Svizzera, Rep. Ceca,  Belgio, Irlanda, Sudafrica, Norvegia, Olanda, Germania, Francia, Giappone, Polonia, Svezia, Slovacchia, Galles,  Austria,  Danimarca e Scozia.

Il campionato, che è valido per il World Amateur Golf Ranking e per l’EGA European Men’s Amateur Ranking, si disputa sulla distanza di 72 buche stroke-play.

La manifestazione è dedicata a Teodoro Soldati, giovane promessa del golf azzurro tragicamente scomparso nel luglio del 2015.

Teodoro era molto legato ai campionati avendoli giocati ben quattro volte, migliorando di anno in anno la sua prestazione sino a raggiungere il podio nel 2013 (3°) e il successo nel 2014 con una performance che lasciò pochissimo spazio agli avversari.

Partner dell’evento è Reply, multinazionale leader sui nuovi canali di comunicazione e i media digitali.

Un must del Campionato è il sistema live scoring che consente aggiornamenti in tempo reale dei risultati del torneo.

Per seguire i risultati in diretta della gara di tutti i partecipanti gli interessati non dovranno far altro che collegarsi al sito del G.C.Biella (www.golfclubbiella.it).

Aggiornamenti sulla manifestazione sono visibili sulla pagina Facebook del Golf Club Biella Le Betulle, mentre per chi vuole seguire dal vivo può recarsi al Golf Club Biella di Magnano (ingresso libero) che si trova sulla statale che collega Biella ad Ivrea.

Live scoring e Facebook

Un must del Campionato è il sistema live scoring che consente tramite un app aggiornamenti in tempo reale dei risultati del torneo ogni 3 buche.

Per seguire i risultati in diretta della gara di tutti i partecipanti gli interessati non dovranno far altro che collegarsi al sito del G.C.Biella (www.golfclubbiella.it).

Nell’ambito di cercare sempre di migliorare la qualità del servizio, da quest’anno al club è stato installato un enorme ledwall dove appare il leaderboard.

Aggiornamenti sulla manifestazione saranno visibili sulla pagina Facebook del Golf Club Biella.

Storia

Il Campionato Internazionale Under 16, nato l’anno successivo agli Europei Amateur 2006 vinti a Le Betulle da Rory McIlroy, è tra le principali e più apprezzate manifestazioni a livello giovanile europeo e ha già visto in azione alcuni dei migliori talenti mondiali delle ultime generazioni.

Tra i giocatori passati da Biella ed ormai stabilmente protagonisti nell’elitè dei Tour professionistici spicca il nome del norvegese Viktor Hovland (30° nel 2013 a Biella e 4° nel world ranking), il giocatore più in forma del momento, che ha appena conquistato, grazie ad una rimonta incredibile (2 vittorie consecutive nelle ultime 2 prove del PGA Tour), i 18 milioni di premio riservati al vincitore della FedEx Cup.

Senza dimenticare l’inglese Matthew Fitzpatrick (15° a Biella nel 2010 e attualmente n° 8 del mondo), che ha vinto nel 2022 la 122esima edizione dello US Open.

Entrambi saranno sicuramente titolari dell’Europa nella prossima Ryder Cup che si disputerà a Roma a fine settembre.

Tra i tanti con “passato biellese” si segnalano: Matteo Manassero (4 vittorie nello European Tour), Renato Paratore (2 vittoria nello European Tour), Guido Migliozzi (3 vittorie nello European Tour), il sudafricano Haydn Porteous (2 vittorie nello European Tour), il belga Thomas Pieters (6 vittorie nello European Tour),  l’irlandese Paul Dunne (1 vittoria nello European Tour), lo svedese Marcus Kinhult (1 vittoria nello European Tour), i sudafricani Zander Lombard, Brandon Stone (3 successi nello European Tour) e Thriston Lawrence (a segno nell’Omega European Masters 2022 a Crans Montana).

Campione uscente è l’azzurro Giovanni Binaghi che lo scorso settembre firmò l’ottava vittoria italiana nella manifestazione.

World Amateur Golf Ranking

I Reply Italian International Under 16 Championship sono validi per l’EGA European Men’s Amateur Ranking e il World Amateur Golf Ranking, il sistema che classifica i migliori golfisti dilettanti del mondo basandosi sui risultati di oltre 2.600 tornei amatoriali all’anno (monitorando i risultati delle 104 settimane precedenti).

Trofeo Teodoro Soldati

La manifestazione è dedicata ed intitolata a Teodoro Soldati, scomparso nel luglio del 2015 lasciando un vuoto incolmabile in chi lo conosceva e ne apprezzava le straordinarie doti umane e l’incredibile talento.

Teodoro era molto legato ai campionati avendoli giocati ben quattro volte, migliorando di anno in anno la sua prestazione sino a raggiungere il podio nel 2013 (3°) e il successo nel 2014 con una performance che lasciò pochissimo spazio agli avversari.

Formula

La formula di gioco prevede la disputa di 72 buche stroke-play con taglio dopo i primi due giri di qualificazione.

I primi 42 della classifica più gli eventuali pari merito partecipano alle 36 buche finali in programma nella giornata conclusiva di giovedì.

In palio oltre al titolo individuale ci sarà anche il Nations’Trophy (con team composti da 3 giocatori) che verrà assegnato alla fine della seconda giornata tenendo conto dei migliori 2 score su 3 di ogni giro.

Partner

Reply, multinazionale leader sui nuovi canali di comunicazione e i media digitali, rinnova il sostengo ai giovani talenti del Golf Internazionale Under16.

Reply

Reply [MTA, STAR: REY] è specializzata nella progettazione e nell’implementazione di soluzioni basate sui nuovi canali di comunicazione e media digitali. Costituita da un modello a rete di aziende altamente specializzate, Reply affianca i principali gruppi industriali europei appartenenti ai settori Telco & Media, Industria e Servizi, Banche e Assicurazioni e Pubblica Amministrazione nella definizione e nello sviluppo di modelli di business abilitati dai nuovi paradigmi del Big Data, Cloud Computing, Digital Media e Internet degli Oggetti. I servizi di Reply includono: Consulenza, System Integration e Digital Services. www.reply.com

Golf Club Biella Le Betulle

Ad ospitare la gara è il Golf Club Biella “Le Betulle”, situato ad una altitudine di 590 metri slm, è stato realizzato alla fine degli anni 50 sulla collina morenica della Serra (la più lunga d’Europa) in un ambiente naturale ideale per il golf.

Il campo, un parkland a 18 buche, par 73, è stato progettato dall’architetto inglese John Morrison nel 1956 ed è da molti anni nei primissimi posti di tutte le classifiche nazionali ed internazionali.

Ad inizio 2018 è stato inaugurato l’allungamento della buca 18 (par 5), dove è stato realizzato un nuovo green, più piccolo ed ondulato rispetto al precedente, avanzato di 37 metri rispetto alla posizione attuale e difeso da due bunker.

Il percorso raggiunge ora dai tee di campionato una lunghezza di 6534 metri contro i 6497 precedenti. Negl’anni il Gc Biella ha ospitato diverse prestigiose competizioni nazionali ed internazionali: dai Campionati Europei femminili e maschili sino alla mitica Lancia D’Oro, che vide in campo negli anni 60/70 i big del golf mondiale guidati da Severiano Ballesteros e Flory Van Donck.

Redazione di Vercelli

Posted in Lo Sport
Provincia di Vercelli, Vercelli Città

Lavori in corso per il rifacimento del manto stradale in prossimità della rotatoria sull’incrocio della Tangenziale sud, a Vercelli, nei pressi dell’area commerciale Carrefour.

Sarà forse per la scelta dell’orario e del giorno (martedì di rientro, per molti, dalle ferie in piena settimana di ripresa dell’attività lavorativa), ma il risultato è un rallentamento pesante del traffico, con il formarsi di code molto lunghe.

Inutile dire che tanti automobilisti non hanno gradito.

Posted in Cronaca

Il riso è un alimento che continua ad essere amato dagli italiani, ma lo scaffale del supermercato non soddisfa pienamente: ci si aspettano più suggerimenti per ricette facili e veloci, più attenzione alla comunicazione del benessere, oltre a maggiori informazioni sulle varietà meno note.

Risotti e insalate di riso vanno per la maggiore, tra i ragazzi spopola il sushi. Un comparto solido che deve però rimanere al passo sia nel rapporto con il giovane consumatore, sia nelle opportunità offerte dalla ricerca scientifica e dalle TEA, Tecniche di Evoluzione Assistita.

Questi i risultati della ricerca voluta e sostenuta da Ente Nazionale Risi, insieme a Ente Fiera di Isola della Scala e Consorzio di Tutela della I.G.P. Riso Nano Vialone Veronese, e presentata lo scorso mercoledì, 30 agosto, al Centro Ricerche sul Riso di Castello d’Agogna (PV).

Il talk degli Stati Generali del Consumo di Riso in Italia ha visto un’importante partecipazione dell’intera filiera, da produttori, aziende a consumatori ed esperti che si sono confrontati sulle abitudini alimentari e sulle nuove frontiere di ricerca tecnologica con un focus specifico sulle TEA.

Questo talk, che porta i contenuti degli Stati Generali del Riso – ha sottolineato Paolo Carrà, presidente Ente Nazionale Risi -, è occasione per comprendere le attuali dinamiche e le richieste dei consumatori, intercettare i trend per i produttori del riso. Allo stesso tempo, questo approccio, ci permette di pensare al futuro in modo strategico e consapevole”.

Un momento di confronto a livello nazionale per un prodotto importante sulle tavole degli italiani, in grado di coniugare tradizione e salubrità: “Sono le esigenze del consumatore a orientare il nostro lavoro – ha commentato Roberto Magnaghi, direttore generale Ente Nazionale Risi e moderatore del talk –. Come sempre la conoscenza e il sapere risultano vincenti; ricerca e sviluppo sono fondamentali per progettare e sostenere il futuro di questo comparto importante a livello nazionale”.

Ad aprire i lavori, l’intervento di Cosimo Finzi, direttore AstraRicerche e Patrizia Martello, sociologa dei Consumi e docente di Ricerca Sociale all’Università di Milano e Venezia, che hanno presentato i risultati della ricerca sul consumo di riso in Italia.

La ricerca presentata mostra che il riso è un alimento amato dagli italiani – ha spiegato Cosimo Frinzi –. Il 60% lo consuma almeno una volta alla settimana a casa, ma l’analisi sottolinea anche che ci sono spazi di crescita e alcuni rischi: se oggi il riso è soprattutto risotto e insalate di riso, gli italiani si mostrano interessati alla crescita del consumo di ripieni, sformati, di torte/dolci al riso, di piatti unici come la paella o come la tiella riso patate e cozze. Tra i giovani spopolano le preparazioni orientali, soprattutto sushi. I concittadini si aspettano un ‘di più’ da parte delle marche: non tanto una riduzione del prezzo o risi con tempi di cottura ridotti, bensì suggerimenti per ricette originali e la diffusione della conoscenza di varietà di riso meno note”.

Analizzando le tendenze di consumo, “I trend del benessere sono tutti in crescita, sia quelli del benessere psico-fisico delle persone sia in relazione al pianeta – ha sottolineato Patrizia Martello, Sociologa dei Consumi e Docente di Ricerca Sociale all’Università̀ di Milano e Venezia -. Un ruolo decisivo che le marche del mondo alimentare possono e devono assumersi è informare di più e meglio, cioè con più accuratezza e trasparenza per stimolare il consumo consapevole, influenzando le scelte dei consumatori partendo dalla conoscenza, senza trascurare la dimensione del gusto. C’è uno spazio ‘educativo’ potenziale molto grande, soprattutto per il mondo del riso. L’informazione va ripensata, progettata e comunicata con maggiore incisività creativa. Dalle etichette climatiche con nuovi indicatori dell’impronta alimentare, a nuovi format di retail, alla tracciabilità alimentare digitale, fino alla nutraceutica funzionale alla longevità, il riso italiano può credibilmente costruire un proprio solido protagonismo nella scena del food con un posizionamento narrativo di promotore leader di una nuova cultura alimentare”.

Marina Bassi, caporedattrice GdoWeek e MarkUp, è approdata alla stessa conclusione analizzando il prodotto da un punto di vista comunicativo e in relazione alla Grande Distribuzione Organizzata (GDO): “Cosa cerca oggi il consumatore quando entra in un negozio a fare la spesa? Certo convenienza, ma anche informazioni sul prodotto e sui valori della marca, oltre a spunti per creare piatti diversi dal solito. Il tutto all’insegna di facilità e velocità, perché, si sa, il tempo è tiranno. Lo scaffale deve saper trasmettere tutto questo e, di fronte a un consumatore bersagliato da messaggi, informazioni, deve sapere ispirare, suggerire, stimolare. Siamo sicuri che lo scaffale del riso assolva bene anche a questo compito? Cerchiamo qualche spunto da altre categorie così da offrire agli operatori del settore idee per modalità innovative di approccio ai consumatori”.

La seconda parte del talk è stata dedicata alle TEA, le Tecniche di Evoluzione Assistita, e alla relativa proposta legislativa della Commissione Europea; un focus sulle prospettive del comparto grazie anche alle nuove biotecnologie sviluppate allo scopo di rendere le piante coltivate più resistenti a parassiti e siccità: “Le TEA, mediante mirate modifiche del genoma permettono di ottenere piante che rispondano a problematiche agricole attuali – ha spiegato Chiara Cattaneo, ricercatrice del Laboratorio di Biologia Molecolare del Centro Ricerche sul Riso – fronteggiando cambiamenti climatici, malattie, pesticidi ed erbicidi con una drastica riduzione dei tempi rispetto al miglioramento genetico classico. A luglio la Commissione Europea ha proposto un regolamento ad hoc per consentirne un’immissione sul mercato più rapida rispetto agli OGM (Direttiva 2001/18/CE), in quanto tecnologie in linea con la strategia Farm to Fork”.

Un approccio pratico volto a migliorare le performance agricole grazie alle TEA quello di Vittoria Brambilla, ricercatrice in Botanica Generale al dipartimento di Scienze Agrarie e Ambientali all’Università̀ di Milano: “Le Tecniche di Evoluzione Assistita sono un nuovo strumento per fare miglioramento genetico in tempi molto brevi, che permette di ottenere piante migliorate ma simili a quelle che potrebbero originarsi in natura. Si basano su una profonda conoscenza del DNA delle piante, oggi disponibile grazie ai progressi della ricerca scientifica, e sul riso hanno dimostrato enorme efficacia. Da dieci anni gli scienziati producono piante di riso TEA, ma finora non ci sono state sperimentazioni in campo. Il quadro normativo potrebbe permetterne le prime nella stagione 2024”.

 

 

Redazione di Vercelli

Posted in Economia

La 74° edizione della “Festa dell’Uva” ha in se una serie di novità.

La prima di queste è la presentazione pubblica, venerdì 1 settembre,  in piazza XX Settembre (San Gottardo) alle 20 e in piazza Martiri alle 20.30 del programma della festa.

Dopo la presentazione alla stampa, avvenuta a Palazzo Tornielli giovedì 10 agosto, ecco quella “pubblica” in collaborazione con Atom e Locus per un Dj party.

Il programma delle manifestazioni che si snoderanno da sabato 2 a domenica 10 settembre ha una serie di punti fissi come il Palio degli Asini, la Tapulonata e la sfilata dei carri allegorici.

La Sciora Togna e la sarventa Carulena ( si alterneranno in questi panni Tiziano Godio e Beppe De Gasperis per la signora Mazzucchelli, mentre nei panni della “colf” Guido Vicario e Renzo Bassani) colonne della Festa, allieteranno il pubblico e in particolar modo i bambini con il classico lancio di caramelle e simpatia.

Sabato 2 settembre: . Al Bocciodromo di viale don Minzoni Gara Nazionale Bocce H.F. sitting individuale*  organizzata dalla GS La Bocciofila e dalla Federazione Bocce Novara VCO.

Al parco Marazza, dalle 11 alle 20,30 “Parco del Gusto” in collaborazione con Slow Food delle Colline Novaresi.

Dalle 14 in poi allo stadio Comunale Torneo di Calcio Camminato. Alle 16.30 in piazza Martiri la tradizionale consegna delle chiavi della Città da parte del Sindaco Sergio Bossi alla Sciora Togna accompagnata dalla sarventa Carulena. A seguire “Angel Gentile” performance di danza.

In viale don Minzoni “Buon Vino fa buon sangue”, dalle 16.30 alle 24, in collaborazione con l’Avis comunale.

Alle 17 in villa Marazza, presentazione del libro “Dietro le stelle” di Valerio M. Visentin critico del CorSera, che dialogherà con Fabrizio Salce. Dalle 19 in poi possibilità di cenare alla Baita degli Alpini.

Nel cortile di Palazzo Tornielli a cura del Comitato locale della Croce Rossa Italia, al via la manifestazione enogastronomica “Per Bacco”. Alle 21 in piazza Martiri serata con Dj Jordan & Dj Cattaneo.

Domenica 3 settembre: Al Bocciodromo di viale don Minzoni Gara Nazionale Bocce H.F. sitting individuale  organizzata dalla GS La Bocciofila e dalla Federazione Bocce Novara VCO.

Dalle 10 alle 19 al Parco Marazza continua la manifestazione del Parco del Gusto con Edoardo Raspelli come Special Guest.

Alle 12 al Parco Marazza il consueto pic-nic dei rioni. Nel pomeriggio alle 14 “Slow game-giochi dell’uva”.

Alle 16.30 sempre nel parco di Villa Marazza “Palio degli Asini”. Dalle 19 in poi possibilità di cenare alla Baita degli Alpini .

Il cortile di Palazzo Tornielli ospita la manifestazione del CRI “Per Bacco”, dalle 20 in poi. “Miss Cioccolato 2023 ”  è in programma alle 21 al Giglio Bianco; presente anche il critico Edoardo Raspelli. In piazza san Gottardo, dalle 20 “Cena del Rione San Gottardo”. In piazza Martiri dalle 20 alle 21 finalissima di “Miss Lago Maggiore”. Seguirà il concerto del gruppo “Sagittarius Band”.

Lunedì 4 settembre: In piazza Martiri dalle 21, tributo a Renato Zero con “Amalo Band”.

Martedì 5 settembre: alle 20 alla Trattoria del Ciclista, “Cena d’autunno” a cura della Cunsurtarija dal Tapulon. Sempre alle 20 lungo i corsi cittadini “Straborgo di notte”.

Alle 21 a Villa Marazza presentazione del libro “Seguendo la stella” di Federica Mingozzi e Laura Travaini. Introduce Lorena Poletti.

Mercoledì 6 settembre: in piazza Martiri alle 21 concerto dei Cugini di Campagna: il gruppo festeggia 53 anni di carriera.

Giovedì 7 settembre: alle 21 in piazza Martiri appuntamento con il Festival della Comicità, Serata cabaret con Max Pisu, Flavio Oreglio, Luca Klobas e Francesco Pellicini.

Venerdì 8 settembre: alle 15 al Palacadorna, torneo di basket organizzato dal College basketball.

Dalle 16 in poi nel centro cittadino “Gran mercatino ‘dla Roba Vegia”.

Dalle 18 alle 24 in viale don Minzoni “Rolling Truck Street Food”. A Palazzo Tornielli, dalle 20 in poi, ritorna “Per Bacco”.

Dalle 20.30 al Palacadorna sino in piazza Martiri, “Palleggiamo per la Città” con il College basketball. Seguirà la presentazione della prima squadra per la stagione 2023-24.

Alle 21.30, in piazza Martiri, la Compagnia Ora Theatre presenta “Da zero a…Ercole”.

Sabato 9 settembre: dalle 11 sino alle 24 in viale don Minzoni Rolling Truck Street Food.

Alle 14 al bar “La Buvette da Burbanà” Torneo di Burraco.

A Palazzo Tornielli dalle 20 in poi “Per Bacco”, mentre sui corsi storici cittadini “Grande Tapulonata”.

Alle 21 alla Palestra delle Scuole Dante “La Milonga dell’uva”; tango argentino con la partecipazione dei maestri Daniela Tabai, Dalmazio Carrara e Dj Giovanni Mottarella.

In piazza Martiri dalle 21.30 Tributo ai Pooh con Max Rinaldi.

Domenica 10 settembre: dalle 11 sino alle 24 in viale don Minzoni Rolling Truck Street Food.

Dalle 12 in poi al Rione San Rocco “Pranzo del Rione San Rocco” . Dalle 14 in poi, nel percorso cittadino sfilata dei carri allegorici. Presenta, direttamente da Blu radio, Gigi Carlotto.

Alle 21 in piazza Martiri premiazione e ringraziamenti, riconsegna delle chiavi della città da parte della sciora Togna al Sindaco Sergio Bossi e, alle 22, serata con DJ 90 special.

 

 

Redazione di Vercelli

Posted in Eventi e Fiere

L’eccezionale ondata di maltempo che ha colpito il territorio di Casale Monferrato ha portato alla caduta di rami e al danneggiamento di alcuni alberi in diverse aree verdi, mettendo a rischio la sicurezza di coloro che le frequentano: per questo motivo si invitano tutti i cittadini a prestare la massima attenzione e a evitare le aree colpite dagli eventi eccezionali.

Il personale del Comune sta operando incessantemente attraverso sopralluoghi, verifiche e ripristino della necessaria sicurezza che consenta la fruizione di questi spazi in totale tranquillità.

L’invito rivolto a tutti i cittadini – sottolinea l’Assessore Cecilia Strozziè di non recarsi nelle aree verdi colpite dagli eventi meteorologici dello scorso fine settimana in modo da salvaguardare la propria sicurezza e consentire un’agevole attività di ripristino da parte del nostro personale. Allo stesso tempo, è possibile segnalare eventuali cadute di rami o alberi danneggiati ai nostri uffici, al numero 0142444211”.

 

Redazione di Vercelli

Posted in Enti Locali

La cronaca di oggi, 30 agosto, si apre con la notizia del sinistro stradale verificatosi attorno alle 10 all’incrocio tra Via Agordat e Via Rodi, in Vercelli.

Un problema di mancata precedenza ha causato la collisione tra le due utilitarie che si vedono nelle illustrazioni: per fortuna non si registrano danni alle persone.

Coinvolta una terza vettura, regolarmente parcheggiata, urtata da una delle due attive nel sinistro.

Sul posto la Polizia Locale del Comune di Vercelli, tempestivamente intervenuta, sta procedendo agli accertamenti di rito ed a regolare il flusso del traffico.

Posted in Cronaca

Riceviamo e pubblichiamo

 

Siamo alle solite: A2A e l’inceneritore di Cavaglià, ci pare un romanzo già scritto e già letto.

Le puntate sono purtroppo, ad ora, le medesime.

Ricordiamo i titoli principali: Richiesta di autorizzazione, Analisi del progetto, Istituzione dell‘organismo pubblico collegiale inquirente dell’inchiesta pubblica, Consultazioni del pubblico per la valutazione d’Impatto Ambientale.

Ora siamo giunti, forse, alla penultima puntata:  Richiesta di chiarimenti/integrazioni della Provincia di Biella che ha fatto seguito a tutte le questioni esaminate, vagliate per argomento dalla Commissione istituita ad hoc dalla Provincia.

I cittadini e i comuni interessati che hanno analizzato i copiosi documenti allegati al progetto, che hanno finanziato consulenze legali, tecniche e sanitarie per poter evidenziare tutte le criticità presenti nel progetto del Proponente l‘inceneritore, stavano attendendo la prossima mossa della Provincia di Biella la quale  produce un documento di 56 pagine contenenti 66 Questioni da dirimere.

Cioè da spiegare punto per punto e da integrare da parte della ditta proponente.

Ciò rappresenta una ulteriore “chance” regalata ad A2A per colmare le numerose lacune e i vari errori di valutazione riscontrati negli elaborati progettuali, errori evidenziati da tecnici, associazioni, avvocati, consulenti, sindaci, cittadini.

Riconosciamo  la presa d’atto, da parte della provincia di Biella, di alcune ‘questioni’ suggerite da tanto lavoro prodotto a corredo delle Osservazioni inviate in 19 documenti, tra cui la mancata necessità dell’impianto di incenerimento per il territorio.

Su questo argomento è stata particolarmente oculata la ricostruzione fatta nella risposta della Provincia  dei quantitativi e della qualità dei rifiuti conferiti dall’ambito provinciale.

Quantitativi che non giustificano la costruzione di un inceneritore di cui non siamo certi della necessità.

Spaventa invece la considerazione relativa alle conseguenze dovute all’incremento degli inquinanti che verranno rilasciati nell’ambiente e i relativi risvolti sanitari (Questione 55), che deve indurre i sindaci, massime autorità sanitarie, a effettuare serie riflessioni in merito. Vista la gravità e l’importanza dell’argomento se ne riporta il testo: Inoltre il proponente deve contro dedurre in merito alle conclusioni dell’organismo pubblico collegiale inquirente dell’Inchiesta Pubblica che, a pagina 57 della Relazione, evidenzia come la popolazione che sarà esposta alle emissioni prodotte dall’impianto presenta un eccesso di patologie cardiache e respiratorie, rilevando che, in relazione all’esposizione alle ricadute dell’inceneritore, anche in caso di un impianto di ultima generazione, potrebbe configurarsi un aggravamento delle condizioni di salute della popolazione osservate.

Tali condizioni di salute interessano indistintamente tutti i comuni dell’area, la ciminiera in progetto, alta più di 90 metri, provvederà a emettere i fumi della combustione che il vento spargerà ovunque.

Pensiamo che il territorio si meritasse un diniego dinanzi a un progetto chiaramente inadeguato per la zona.

Peccato che l’approccio della Provincia di Biella sia stato ancora estremamente ‘costruttivo’.

Movimento Valledora

link del documento provinciale https://www.provincia.biella.it/aree-tematiche/ambiente/valutazione-di-impatto-ambientale

titolo del progetto

VERSIONE DICEMBRE 2022 del progetto di termovalorizzatore di rifiuti speciali non pericolosi in Comune di Cavaglià”, con opere nei comunali di…

 

 

Redazione di Vercelli

Posted in Cronaca

Unire lo sport, la scoperta del territorio valsesiano, la musica e il piacere di stare insieme: questo è l’obiettivo della serie estiva delle “escursioni musicali” che termina per l’estate 2023 con l’appuntamento che si terrà a Varallo Sesia il 3 settembre e che prevede una camminata con guida escursionistica, la possibilità di assistere a una performance di handpan e visitare la mostra dell’artista Celio Bordin.

L’evento avrà luogo in occasione del Borderline Arte Festival 2023, un’iniziativa culturale che promuove attività artistiche contemporanee attraverso forme di partecipazione, collaborazione e contaminazione tra realtà diverse (www.artefestival.it).

Percorso e punti di interesse

Domenica 3 settembre, accompagnati dalle guide escursionistiche Siria Moroso e Tanzio Arfino, dell’Associazione Monterosa Promotion, partenza alle ore 9:00 da Palazzo d’Adda, in centro a Varallo, per salire a piedi verso il Sacro Monte dove, dopo aver ammirato le opere degli artisti esposte, si potrà assistere al primo momento musicale.

La camminata proseguirà poi verso le frazioni Gerbidi e Verzimo.

Qui sarà aperta in via eccezionale per l’occasione la mostra di Celio Bordin, artista italiano, conosciuto a livello internazionale che ha esposto anche alla Biennale di Venezia, in Spagna, Giappone, Thailandia e Stati Uniti (www.celiobordin.com)

Tra le affascinanti architetture delle due frazioni, in una location che verrà svelata al momento, si terrà il secondo momento musicale.

Superata la splendida chiesa di Sant’Anna e attraversato il piccolo centro di Verzimo dal fascino rustico e suggestivo, i camminatori scenderanno verso il sentiero che, seguendo il corso del torrente Mastallone, li riporterà verso il punto di partenza.

L’handpan è uno strumento musicale che viene suonato con il polso, il palmo e le dita delle mani.

Il suono è metallico ma, rispetto allo strumento da cui prende ispirazione, lo steelpan, risulta più caldo e leggero.

Per suonare l’handpan non esistono regole né spartiti: ogni esecuzione è unica e ciascun artista suona in base alla propria sensibilità.

Informazioni utili

La partenza della camminata sarà alle ore 9:00 da Palazzo d’Adda (Varallo Sesia), il rientro è previsto per le 13:00 circa; l’itinerario si sviluppa su un giro ad anello di circa 6,5 km e 400 m di dislivello positivo; il costo a persona è di 15€ (8€ per bambini fino a 8 anni); per partecipare è obbligatoria l’iscrizione scrivendo al numero: 3492250035 (Tanzio) oppure 3401224759 (Siria)

Si consigliano scarpe da trekking, borraccia, abbigliamento sportivo.

 

Redazione di Vercelli

Posted in Società e Costume

L’ondata di maltempo non ha fermato la motonautica a Casale Monferrato: domenica 27 agosto, infatti, Rainbow Team e Federazione Italiana Motonautica hanno organizzato con successo le selezioni piemontesi del Trofeo Next Generation Powerboat all’imbarcadero di Viale Lungo Po Gramsci, kermesse di carattere nazionale che dimostra ancora una volta la particolare attenzione della celebre scuderia monferrina per le giovani leve di piloti.

Alla base dell’evento nessuna gara, ma una prova singola di velocità: i ragazzi sono scesi individualmente sulle acque del Grande Fiume prendendo parte a selezioni cronometrate con l’obiettivo di far registrare il miglior tempo possibile per centrare, come premio, la qualificazione alle finali nazionali del Trofeo previste il prossimo 23 settembre in Basilicata a Marina di Policoro (MT).

Due le categorie giovanili a cui si è rivolta la kermesse: la Formula Italia, che prevede la guida del gommoncino, e la Formula Junior Élite, con le imbarcazioni monocarena.

Ecco quindi i piemontesi qualificati: Vincenzo Galofaro e Gaia Genova per la Formula Italia NGP 3° categoria (dai 12 ai 14 anni), Pietro Grotto, Camilla Zerbetto e Sebastián Nalli per la Formula Italia 2° categoria (dagli 8 agli 11 anni); è stato poi ancora Vincenzo Galofaro il più veloce nella Formula Junior Élite 1° categoria (dai 12 ai 14 anni) mentre i qualificati per la Formula Junior Élite 2° categoria (dai 15 ai 18 anni) sono Giulio Rimondotto, Stefano Genova e Francesco Galofaro.

«Dopo gli eventi di sabato e le previsioni meteo sembrava fossimo destinati a rinviare l’evento, ma non ci siamo lasciati prendere dal panico e abbiamo deciso di provarci comunque e alla fine siamo stati premiati! – spiegano la team manager e il team principal del Rainbow Team Elisa e Fabrizio Bocca -. Da anni ormai i nostri impegni sono rivolti con successo al settore giovanile, ed essere riusciti anche quest’anno a portare la fase di qualifica di un trofeo nazionale importante come il Next Generation Powerboat a Casale è un motivo di orgoglio. Soprattutto vista la grande soddisfazione dei giovanissimi driver presenti all’imbarcadero domenica. Adesso non resta che prepararsi per le finali nazionali in cui, siamo sicuri, i ragazzi sapranno distinguersi».

Redazione di Vercelli

 

Posted in Lo Sport

Oggi, mercoledì 30 agosto,  si assegna il Nations’Trophy dove è al comando la Svizzera.

Sul percorso del GC Biella Le Betulle in campo 144 partecipanti in rappresentanza di 19 nazioni.

Con Reply al fianco delle giovani promesse del golf nel ricordo di Teodoro Soldati.

Ottimo inizio del 16° Reply Italian International Under 16 Championship Teodoro Soldati Trophy.

Sul percorso del Golf Club Biella Le Betulle, ammorbidito dalle piogge del giorno precedente, sono stati diversi i punteggi sotto/sul par del campo (73) a confermare anche l’eccellente livello tecnico dei 144 partecipanti.

Al termine della prima giornata guidano la classifica con uno score di 69 (-4) il tedesco Leopold Hess e l’azzurro Leo Maria Rossi Odello (Golf Torino) entrambi partiti nelle prime partenze del mattino.

Il giovane piemontese ha consegnato una carta con 2 soli bogey (alle buche 10 e 1) e ben 6 birdie (3 dei quali nelle ultime 4 buche).

Stesso punteggio per Hess (Gc Holledau) con 5 birdie e 1 bogey alla buca 3.

Al 3° posto lo  svizzero Yannick Beeli (recente vincitore nello Scottish U. 16) con 70 (-3).

In quarta posizione con 71 (-2) il siciliano Federico Randazzo (Sicilia’s Picciolo) già 6° lo scorso anno.

Sempre con 71 si inseriscono gli inglesi Alex Boyes e Cameron Mukherjee (2° nel prestigioso McGregor Trophy 2023) e il francese Maël Lethuillier.

Ottavi con 72 (-1) il migliore dei sudafricani Weber Benjamin e l’elvetico Max Tabone.

Decimi con (73, par) un gruppone dove si trovano gli italiani Enrico Della Bianca (Lignano), Matteo Gino Sasdelli (Castelfalfi), Gainpaolo Gagliardi (Olgiata) e Giovanni Bernardi (Monticello).

Sempre con 73 il britannico Jack  Swift, il norvegese Marcus Audun Goosen, l’olandese Stijn Egging e il giapponese (prima volta di un rappresentante del sol levante al campionato) tesserato per il Royal Waterloo Riki Matsumoto autore di un eagle alla 18.

Tra i favoriti che, per ora, sono fuori dalla linea del taglio si segnalano con 76 (+3) Ben Bolton (che vanta già 3 vittorie in stagione) e Luca Rimauro (Monticello).

Lontano dai primi anche i sudafricani Bryan Newman (77, +4) e Roelof Craig (79, +6).

Oggi seconda giornata già decisiva (primo turno di partenze dalle 7,30 alle 9,30 e secondo turno dalle 12,20 alle 14,21) con taglio che qualificherà i primi 42 della classifica più gli eventuali pari merito alle 36 buche finali che si disputeranno nella giornata conclusiva di giovedì.

In palio oltre al titolo individuale ci sarà anche il Nations’Trophy (con l’Italia campione uscente e che verrà assegnato domani tenendo conto dei migliori 2 score su 3 di ogni giro).

Dopo 18 buche è al comando la squadra svizzera con 142 punti, grazie ai risultati di Beeli e Tabone, seguita da Inghilterra e Italia.

In campo sono scesi 144 giocatori (su oltre 170 richieste) a rappresentare ben 19 nazioni: Italia, Inghilterra, Svizzera, Rep. Ceca,  Belgio, Irlanda, Sudafrica, Norvegia, Olanda, Germania, Francia, Giappone, Polonia, Svezia, Slovacchia, Galles,  Austria,  Danimarca e Scozia.

Il campionato, che è valido per il World Amateur Golf Ranking e per l’EGA European Men’s Amateur Ranking, si disputa sulla distanza di 72 buche stroke-play.

La manifestazione è dedicata a Teodoro Soldati, giovane promessa del golf azzurro tragicamente scomparso nel luglio del 2015.

Teodoro era molto legato ai campionati avendoli giocati ben quattro volte, migliorando di anno in anno la sua prestazione sino a raggiungere il podio nel 2013 (3°) e il successo nel 2014 con una performance che lasciò pochissimo spazio agli avversari.

Partner dell’evento è Reply, multinazionale leader sui nuovi canali di comunicazione e i media digitali.

Un must del Campionato è il sistema live scoring che consente aggiornamenti in tempo reale dei risultati del torneo.

Per seguire i risultati in diretta della gara di tutti i partecipanti gli interessati non dovranno far altro che collegarsi al sito del G.C.Biella (www.golfclubbiella.it).

Aggiornamenti sulla manifestazione sono visibili sulla pagina Facebook del Golf Club Biella Le Betulle, mentre per chi vuole seguire dal vivo può recarsi al Golf Club Biella di Magnano (ingresso libero) che si trova sulla statale che collega Biella ad Ivrea.

Live scoring e Facebook

Un must del Campionato è il sistema live scoring che consente tramite un app aggiornamenti in tempo reale dei risultati del torneo ogni 3 buche. Per seguire i risultati in diretta della gara di tutti i partecipanti gli interessati non dovranno far altro che collegarsi al sito del G.C.Biella (www.golfclubbiella.it). Aggiornamenti sulla manifestazione saranno visibili sulla pagina Facebook del Golf Club Biella Le Betulle.

Storia

Il Campionato Internazionale Under 16, nato l’anno successivo agli Europei Amateur 2006 vinti a Le Betulle da Rory McIlroy,  è tra le principali e più apprezzate manifestazioni a livello giovanile europeo e ha già visto in azione alcuni dei migliori talenti mondiali delle ultime generazioni. Tra i giocatori passati da Biella ed ormai stabilmente protagonisti nell’elitè dei Tour professionistici spicca il nome del norvegese Viktor Hovland (30° nel 2013 a Biella e 4° nel world ranking), il giocatore più in forma del momento, che ha appena conquistato, grazie ad una rimonta incredibile (2 vittorie consecutive nelle ultime 2 prove del PGA Tour), i 18 milioni di premio riservati al vincitore della FedEx Cup. Senza dimenticare l’inglese Matthew Fitzpatrick (15° a Biella nel 2010 e attualmente n° 8 del mondo), che ha vinto nel 2022 la 122esima edizione dello US Open. Entrambi saranno sicuramente titolari dell’Europa nella prossima Ryder Cup che si disputerà a Roma a fine settembre. Tra i tanti con “passato biellese” si segnalano: Matteo Manassero (4 vittorie nello European Tour), Renato Paratore (2 vittoria nello European Tour), Guido Migliozzi (3 vittorie nello European Tour), il sudafricano Haydn Porteous (2 vittorie nello European Tour), il belga Thomas Pieters (6 vittorie nello European Tour),  l’irlandese Paul Dunne (1 vittoria nello European Tour), lo svedese Marcus Kinhult (1 vittoria nello European Tour), i sudafricani Zander Lombard, Brandon Stone (3 successi nello European Tour) e Thriston Lawrence (a segno nell’Omega European Masters 2022 a Crans Montana). Campione uscente è l’azzurro Giovanni Binaghi che lo scorso settembre firmò l’ottava vittoria italiana nella manifestazione.

World Amateur Golf Ranking

I Reply Italian International Under 16 Championship sono validi per l’EGA European Men’s Amateur Ranking e il World Amateur Golf Ranking, il sistema che classifica i migliori golfisti dilettanti del mondo basandosi sui risultati di oltre 2.600 tornei amatoriali all’anno (monitorando i risultati delle 104 settimane precedenti).

Trofeo Teodoro Soldati

La manifestazione è dedicata ed intitolata a Teodoro Soldati, scomparso nel luglio del 2015 lasciando un vuoto incolmabile in chi lo conosceva e ne apprezzava le straordinarie doti umane e l’incredibile talento. Teodoro era molto legato ai campionati avendoli giocati ben quattro volte, migliorando di anno in anno la sua prestazione sino a raggiungere il podio nel 2013 (3°) e il successo nel 2014 con una performance che lasciò pochissimo spazio agli avversari.

Formula

La formula di gioco prevede la disputa di 72 buche stroke-play con taglio dopo i primi due giri di qualificazione. Da quest’anno saranno invece i primi 42 della classifica più gli eventuali pari merito che parteciperanno alle 36 buche finali in programma nella giornata conclusiva di martedì. In palio oltre al titolo individuale ci sarà anche il Nations’Trophy (con team composti da 3 giocatori) che verrà assegnato alla fine della seconda giornata tenendo conto dei migliori 2 score su 3 di ogni giro.

Partner

Reply, multinazionale leader sui nuovi canali di comunicazione e i media digitali, rinnova il sostengo ai giovani talenti del Golf Internazionale Under16.

Reply

Reply [MTA, STAR: REY] è specializzata nella progettazione e nell’implementazione di soluzioni basate sui nuovi canali di comunicazione e media digitali. Costituita da un modello a rete di aziende altamente specializzate, Reply affianca i principali gruppi industriali europei appartenenti ai settori Telco & Media, Industria e Servizi, Banche e Assicurazioni e Pubblica Amministrazione nella definizione e nello sviluppo di modelli di business abilitati dai nuovi paradigmi del Big Data, Cloud Computing, Digital Media e Internet degli Oggetti. I servizi di Reply includono: Consulenza, System Integration e Digital Services. www.reply.com

Golf Club Biella Le Betulle

Ad ospitare la gara è il Golf Club Biella “Le Betulle”, situato ad una altitudine di 590 metri slm, è stato realizzato alla fine degli anni 50 sulla collina morenica della Serra (la più lunga d’Europa) in un ambiente naturale ideale per il golf. Il campo, un parkland a 18 buche, par 73, è stato progettato dall’architetto inglese John Morrison nel 1956 ed è da molti anni nei primissimi posti di tutte le classifiche nazionali ed internazionali. Ad inizio 2018 è stato inaugurato l’allungamento della buca 18 (par 5), dove è stato realizzato un nuovo green, più piccolo ed ondulato rispetto al precedente, avanzato di 37 metri rispetto alla posizione attuale e difeso da due bunker. Il percorso raggiunge ora dai tee di campionato una lunghezza di 6534 metri contro i 6497 precedenti. Negl’anni il Gc Biella ha ospitato diverse prestigiose competizioni nazionali ed internazionali: dai Campionati Europei femminili e maschili sino alla mitica Lancia D’Oro, che vide in campo negli anni 60/70 i big del golf mondiale guidati da Severiano Ballesteros e Flory Van Donck.

 

 

Redazione di Vercelli

Posted in Lo Sport