Luglio, 2023 - VercelliOggi.it - Page 2 VercelliOggi
Il primo quotidiano online della provincia di Vercelli

E’ stata presentata dai Consiglieri di Minoranza, martedì 25 luglio, l’interpellanza relativa alla situazione dei terreni gravati da livello.

L’ultima ricognizione dei canoni derivanti dal diritto di livello, è stata eseguita dal Comune nel 1963.

Di seguito il testo integrale dell’interpellanza.

Al Sindaco della Città di Gattinara Maria Vittoria Casazza

Gattinara, lì 25 luglio 2023

Oggetto: Interpellanza situazione terreni gravati da livello

Ill.mo Sindaco,

Premesso che:

Risultano ancora terreni di proprietà privata gravati da canone a favore del Comune di Gattinara, facenti parte dei Lotti venduti con asta pubblica dal Comune nel 1855;

L’ultima ricognizione dei canoni derivanti dal diritto di livello, eseguita dal Comune, risale al 1963.

Tutto ciò premesso,

i sottoscritti Consiglieri Comunali, ai sensi del comma 1 art. 33 del Regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale, presentano

INTERPELLANZA

per chiedere all’Ill.mo Sindaco:

Di verificare quanti terreni sono ancora gravati da livello;

Di procedere all’eventuale comunicazione ai relativi proprietari dell’esistenza di tali livelli, affinché essi possano attivarsi per l’eliminazione dello stesso.

In attesa di ricevere risposta in aula, colgono l’occasione per porgere cordiali saluti.

Mariella Goldin            

Francesco Patriarca    

Marco Barattino          

Patrizio Petterino

Redazione di Vercelli

 

 

Posted in Enti Locali

Comicità protagonista al Musa di Vercelli.

Sul palco sono saliti “I Soliti idioti” al secolo Francesco Mandelli e Fabrizio Biggio.

Una réunion acclamata con grande entusiasmo da tutti i loro ammiratori.

Il contesto è quello del Fiodena Summer 2023, con gli artisti impegnati a riportarli in scena una versione riveduta e aggiornata dei loro storici personaggi.

Personaggi apprezzati sulla sit com in onda su MTV per 4 stagioni e nei due film girati.

Non è mancata l’irriverenza ma a Mandelli e Biggio si perdona anche questo.

Capaci di ridere su ogni argomento hanno intrattenuto il pubblico di Vercelli.

Mandelli e Biggio si sono riuniti dopo un periodo di “stacco” dove ognuno ha continuato con  la propria carriera.

Disponibilissimi si sono prestati a rilasciarci qualche battuta.

Come descrivereste il vostro spettacolo?

Succede un po’ di tutto – dichiarano Mandelli e Biggio – . Tante cose forti. Ci sono ad esempio persone che resuscitano sul palco e altre che muoiono. Riassumendo abbiamo riproposto tutti i nostri personaggi”.

Come vi siete ritrovati dopo un decennio?

Siamo sempre gli stessi ma siamo anche un po’ cambianti. D’altronde abbiamo 10 anni di più. Sentivamo il bisogno di esprimere le nostre cose in un modo che solo con I Soliti idioti potevamo fare”.

Dobbiamo aspettarci un terzo film?

Per forza”.

E magari una nuova apparizione Sanremo?

Se avremo qualcosa da dire chiederemo ad Amadeus in ginocchio di ammetterci al Festival. Pensiamo che ci dirà di no (scherzano)”.

Musa prosegue con il concerto di Umberto Tozzi di domenica 30 luglio.

 

Redazione di Vercelli

 

Posted in Cultura e Spettacolo

Dal Primo Libro dei Re, Cap.3, 5. 7 – 12

In quei giorni a Gàbaon il Signore apparve a Salomone in sogno durante la notte. Dio disse: “Chiedimi ciò che vuoi che io ti conceda”.
Salomone disse: “Signore, mio Dio, tu hai fatto regnare il tuo servo al posto di Davide, mio padre. Ebbene io sono solo un ragazzo; non so come regolarmi. Il tuo servo è in mezzo al tuo popolo che hai scelto, popolo numeroso che per la quantità non si può calcolare né contare. Concedi al tuo servo un cuore docile, perché sappia rendere giustizia al tuo popolo e sappia distinguere il bene dal male; infatti chi può governare questo tuo popolo così numeroso?”.
Piacque agli occhi del Signore che Salomone avesse domandato questa cosa. Dio gli disse: “Poiché hai domandato questa cosa e non hai domandato per te molti giorni, né hai domandato per te ricchezza, né hai domandato la vita dei tuoi nemici, ma hai domandato per te il discernimento nel giudicare, ecco, faccio secondo le tue parole. Ti concedo un cuore saggio e intelligente: uno come te non ci fu prima di te né sorgerà dopo di te”.

Dal Salmo 118

La mia parte è il Signore:
ho deciso di osservare le tue parole.
Bene per me è la legge della tua bocca,
più di mille pezzi d’oro e d’argento.

Il tuo amore sia la mia consolazione,
secondo la promessa fatta al tuo servo.
Venga a me la tua misericordia e io avrò vita,
perché la tua legge è la mia delizia.

Perciò amo i tuoi comandi,
più dell’oro, dell’oro più fino.
Per questo io considero retti tutti i tuoi precetti
e odio ogni falso sentiero.

Meravigliosi sono i tuoi insegnamenti:
per questo li custodisco.
La rivelazione delle tue parole illumina,
dona intelligenza ai semplici.

Dalla Lettera di San Paolo Apostolo ai Romani, Cap. 8, 28 – 30

Fratelli, noi sappiamo che tutto concorre al bene, per quelli che amano Dio, per coloro che sono stati chiamati secondo il suo disegno.
Poiché quelli che egli da sempre ha conosciuto, li ha anche predestinati a essere conformi all’immagine del Figlio suo, perché egli sia il primogenito tra molti fratelli; quelli poi che ha predestinato, li ha anche chiamati; quelli che ha chiamato, li ha anche giustificati; quelli che ha giustificato, li ha anche glorificati

Dal Vangelo secondo San Matteo, Cap. 13, 44 – 52

In quel tempo Gesù disse ai suoi discepoli:
“Il regno dei cieli è simile a un tesoro nascosto nel campo; un uomo lo trova e lo nasconde; poi va, pieno di gioia, vende tutti i suoi averi e compra quel campo.
Il regno dei cieli è simile anche a un mercante che va in cerca di perle preziose; trovata una perla di grande valore, va, vende tutti i suoi averi e la compra.
Ancora, il regno dei cieli è simile a una rete gettata nel mare, che raccoglie ogni genere di pesci. Quando è piena, i pescatori la tirano a riva, si mettono a sedere, raccolgono i pesci buoni nei canestri e buttano via i cattivi. Così sarà alla fine del mondo. Verranno gli angeli e separeranno i cattivi dai buoni e li getteranno nella fornace ardente, dove sarà pianto e stridore di denti.
Avete compreso tutte queste cose?”. Gli risposero: “Sì”. Ed egli disse loro: “Per questo ogni scriba, divenuto discepolo del regno dei cieli, è simile a un padrone di casa che estrae dal suo tesoro cose nuove e cose antiche”.

***

UN PENSIERO SULLA PAROLA A CURA DELLA PROF. ELISABETTA ACIDE

“Un cuore docile, perché sappia rendere giustizia… e sappia distinguere il bene dal male” (1 Re 3, 5.7-12 prima Lettura ).

Un cuore “saggio ed intelligente”. Un cuore che sappia giudicare.

La richiesta di Salomone è quella dell’ uomo “giusto” secondo la logica biblica.

L’ elogio della “pazienza”, di quell’ amore paziente e misericordioso di Dio “che giudica con mitezza”.

Saper essere miti, compassionevoli, pazienti.

Domandare,ma non per sè.

Un cuore che sappia essere un “cuore della giustizia di Dio”.

Paziente e misericordioso, non come noi, pronti a giudicare ed a “separare”.

Un cuore che sappia comprendere la giustizia di Dio, che è giustificazione e consiste nel rendere giusto l’uomo. Una giustizia per la quale Dio manifesta la sua misericordia rendendo l’uomo giusto.

Un cuore come quello di Dio (Salmo 118) che ci fa esclamare:

“Meravigliosi sono i tuoi insegnamenti:
per questo li custodisco.
La rivelazione delle tue parole illumina,
dona intelligenza ai semplici.”

Un cuore che ci fa dire come il salmista

“Il tuo amore sia la mia consolazione, secondo la promessa”.

Un amore paziente e misericordioso che conoscere l’importanza di “Saper scegliere”.

Il discernimento …

Quanto è importante!

Discernimento che nasce dall’ ascolto e dalla preghiera fiduciosa che nasce dallo Spirito Santo, il quale prega con insistenza in noi “con gemiti inesprimibili” e ci insegna a pregare non come vogliamo noi, ma “Come piace a Dio”.

“Siamo chiamati secondo il suo disegno” il ”disegno di Dio” (seconda lettura – Lettera ai Romani).

Tutto concorre al bene di coloro che sono stati chiamati, amati, perdonati.

Chiamati all’ Amore per Amore.

E per Amore e nell’ Amore impariamo l’Amore, oltre la legge, oltre l’osservanza esteriore, perché abbiamo un “ modello” : Cristo.

Il miglior influencer della storia.

Non ha bisogno di social e di rete, ma di sguardi e Parole di vita.

Un influencer che non lascia parole labili come stories sui social, ma che ci lascia “Parole di vita eterna” per aiutarci a vivere per Essere, perché è nella quotidianità che vien fuori l’essenza di una persona.
Gesù ha un “disegno di amore”, chiama, invita.

Che promette e mantiene, che ci fa “cercatori”, “cercatori di tesori e di perle”.

Un influencer che non plagia, ma che ci chiede se “abbiamo inteso”.

Un influencer che non ci incatena con proposte allettanti ed effimere, ma lascia perle, tesori, reti…

Un influencer che ci fa scoprire l’amore gratuito e abbondante, l’eccesso di amore, come la generosa semina, come il grande albero nato da un granellino di senape.

Un influencer che non ci “influenza”, ma che ci fa scoprire la gloria di cui è fatto partecipe.

Ci fa uomini cercatori liberi, desiderosi, intraprendenti, operatori, mercanti ed imprenditori…

Un influencer che non guarda i numeri (follower) ma i volti, i nomi, le persone.

Un influencer che “attrae” e “Cambia la vita”.

Non è spettacolo: è la vita in Dio.

Gesù ci invita a essere non “ammiratori” ma “cercatori”, “scopritori”, “mercanti”, “pescatori”.

Il Regno dei cieli è come un “tesoro”.

“Tesoro” parola che riserviamo per le persone a cui vogliamo bene, per cose “belle e meravigliose” di “valore” che ci danno “gioia” (Vangelo Mt 13,44-52 Il regno dei cieli è simile a un tesoro…”).

Un tesoro nascosto.

C’è, esiste, deve essere scoperto.

Il “desiderio” muove la ricerca.

Siamo “cercatori” di perle, di campi, di pesci, di tesori.

Non perle che brillano e sono uguali agli altri gioielli: della “perla più preziosa”.

Siamo “cercatori” di cose “Preziose”.

E se ci mettiamo in ricerca è perché sappiamo che “qualcosa ci manca”.

O “Qualcuno”.

Siamo “cercatori” e “scopritori”.

Siamo credenti.

Fede è cammino, è movimento, è dinamismo, è guardare ed andare “Oltre”.

Ma i protagonisti non siamo noi: il “tesoro” sono   i pesci, la perla, il tesoro… noi cerchiamo, scopriamo, vendiamo per comprare… questo determina la nostra azione.

“Troviamo” e agiamo.

Compriamo il “campo” non il tesoro.

Se abbiamo cercato e trovato è perché ci siamo resi conto che avevamo “bisogno” di Qualcuno che non era nella nostra vita.

Il “desiderio di Dio”.

Con quella Sapienza che ci ha “vendere tutto” che ci fa “acquistare il campo”.

Cercare, trovare, acquistare “guadagnare Cristo” (Fil 3,8).

Il regno è “simile”.

Gesù ci ha fatto comprendere il significato, con parole semplici ma chiare, con immagini quotidiane.

Il “regno” è di Dio ma per l’ uomo.

Per l’ uomo che cerca, che sceglie, che discerne, per l’ uomo che “fa il bene e sfugge il male”.

Il regno è di Dio ma per l’ uomo, per l’ umanità cercatrice che fa scelte di speranze, di coraggio, di libertà, di cuore, di Dio: “vende per acquistare”, non per acquisire ricchezza ma per una “vita ricca”.

Posted in Pagine di Fede

Simone Licco è granata.

Il Borgosesia Calcio piazza un altro colpo a centrocampo.

Centrocampista classe 2005, Simone Licco inizia la carriera nell’Amicizia Lagaccio per passare poi al James e al Ligorna. Gli ultimi cinque anni veste la maglia del Genoa, arrivando sino all’Under18.

Sono felice di essere qua – afferma Licco. Il Borgosesia per me rappresenta una grande opportunità, è una Società seria che crede molto nei giovani. Io sono una mezz’ala che può ricoprire vari ruoli a centrocampo. Sarà la mia prima esperienza tra i grandi e voglio dimostrare le mie capacità”.

 

Redazione di Vercelli

 

Posted in Lo Sport

E’ stata presentata dai Consiglieri di Minoranza, martedì 25 luglio,  l’interpellanza relativa alla gestione dei rilievi eseguiti con “targasystem”sitema in dotazione al Corpo di Polizia Municipale.

Di seguito il testo integrale dell’interpellanza.

Al Sindaco della Città di Gattinara Maria Vittoria Casazza

Gattinara, lì 25 luglio 2023

Oggetto: Interpellanza gestione rilievi eseguiti con “targasystem”

Ill.mo Sindaco,

Premesso che:

Il Comune, come si rileva dal DUP, è dotato del software denominato “targasystem”, acquisto avvenuto a fine 2022;

A proposito di tale importante strumento di rilevamento dei dati relativi ai mezzi circolanti sulle nostre strade, vi sono state alcune segnalazioni pervenute su GATT-OPP e pubblicate su Gattinara ON-LINE il 24/06/2023.

Tutto ciò premesso,

i sottoscritti Consiglieri Comunali, ai sensi del comma 1 art. 33 del Regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale, presentano

INTERPELLANZA

per chiedere all’Ill.mo Sindaco:

Se l’utilizzo dei due rilevatori del sistema “targasystem” di cui risulta dotato il nostro Corpo di Polizia Municipale è eseguito conformemente alle norme di Legge, ovvero avvisando gli automobilisti delle irregolarità riscontrate prima di elevare la relativa sanzione.

In attesa di ricevere risposta in aula, colgono l’occasione per porgere cordiali saluti.

Mariella Goldin            

Francesco Patriarca    

Marco Barattino                  

Patrizio Petterino

Redazione di Vercelli

 

 

Posted in Enti Locali

Sabato 29 luglio Sacramento della Confessione dalle 15 alle 16.30.

Giovedì alle ore 21 Adorazione Eucaristica in Chiesa Abbaziale.

L’Adorazione riprenderà giovedì 7 settembre.

Domenica 3 settembre alle 15.30 Don Antonio Oldani farà l’ingresso solenne nella chiesa parrocchiale di Divignano valido anche per le parrocchie di Agrate e Conturbia.

Per chi volesse partecipare e non sa la strada, oppure per chi ha bisogno di un passaggio, ritrovo alle 14.30 in Piazza Libertà con le auto per partire insieme.

Redazione di Vercelli

Posted in Pagine di Fede

Torino, 28 luglio 2023

Il nuovo Statuto della Fondazione CRT è stato approvato all’unanimità dal Consiglio di Indirizzo, che ha accolto le proposte di modifica elaborate nell’ultimo anno dall’apposita Commissione composta da rappresentanti del CdA e del CdI.

La Fondazione CRT potrà contare su uno Statuto più coerente con l’attuale scenario di operatività, anche a seguito dell’entrata in vigore del Codice del Terzo Settore. Ringrazio la Commissione per il grande lavoro svolto in stretto coordinamento con il Cda e il CdI che, fin da subito, avevano condiviso l’esigenza di procedere alla revisione e all’aggiornamento del documento: le nuove norme rappresenteranno il nostro punto di riferimento per la crescita e lo sviluppo sociale del territorio e delle comunità nei prossimi anni”, ha dichiarato il Presidente della Fondazione CRT Fabrizio Palenzona.

Etica, parità di genere, trasparenza e inclusione sono i valori fondanti esplicitati dal nuovo Statuto, che rafforza i principi di indipendenza e terzietà della Fondazione e dei singoli componenti degli Organi, sottolineando il ruolo di garante del Presidente.

Una delle novità più significative riguarda la composizione del Consiglio di Indirizzo.

Nel ribadire l’utilizzo del metodo democratico delle terne per assicurare scelte polisettoriali nella composizione del CdI, in osservanza del protocollo d’intesa Acri-MEF il nuovo Statuto prevede che i consiglieri passino da 18 a 22: tale modifica migliorerà gli equilibri territoriali nel rispetto del ruolo centrale del capoluogo di Regione, garantirà la presenza di un esponente qualificato del Terzo Settore, consentirà di valorizzare il sistema universitario con focus prioritario su Torino e aumenterà le opportunità di cooptare in Consiglio personalità di chiara e indiscussa fama.

In dettaglio, le province di Alessandria e Asti potranno designare ciascuna una propria terna di candidati, anziché un’unica congiunta; analogamente, una terna di candidati sarà assegnata alle province di Biella e Vercelli e una a quelle di Novara e Verbania, nell’ottica di una maggiore rappresentatività di questi enti.

Le terne di candidati del Comitato Regionale Universitario del Piemonte passeranno da 2 a 3, alla luce dell’importante ruolo strategico svolto dagli Atenei per la crescita e lo sviluppo del territorio.

Inoltre, lo Statuto preserva il ruolo del sistema associativo camerale prendendo atto della sua riorganizzazione, e prevede che il mondo del Terzo Settore esprima una propria terna tramite l’innovativo sistema del bando: vengono quindi riconosciuti i principi meritocratici nella selezione di soggetti qualificati del Piemonte e della Valle d’Aosta, sostenuti da almeno cinque Enti del Terzo Settore (ETS) con sede operativa sul territorio.

Al bando potranno partecipare le reti internazionali della filantropia Philea ed EVPA.

I Consiglieri di Indirizzo cooptati passeranno da 3 a 4.

Il nuovo Statuto della Fondazione CRT riorganizza e puntualizza le cause di incompatibilità e dei possibili conflitti di interesse in ambito erogativo e amplia le occasioni e le materie di confronto tra CdA e CdI.

Il documento sarà trasmesso all’Organo di Vigilanza per le osservazioni e l’approvazione finale.

 

Redazione di Vercelli

Posted in Economia

Un bellissimo argento a squadre per Federica Isola ai Campionati del Mondo di scherma di Milano 2023.

L’atleta piemontese cresciuta nella Pro Vercelli e tesserata per l’Aeronautica Militare è stata protagonista della gara disputata il 27 e 28 luglio con le sue connazionali Rossella Fiamingo, Mara Navarria e Alberta Santuccio.

Le Azzurre sono state sconfitte solo in finale per 32-28 dalla Polonia, al termine di una grande cavalcata cominciata il 27 con le vittorie per 45-22 nei sedicesimi sulla Finlandia e per 45-30 agli ottavi contro il Canada.

Il 28 si è ripartiti dai quarti e dal 29-26 contro Hong Kong, prima di assicurarsi un posto sul podio grazie al successo in semifinale per 40-36 contro la Svizzera.

In finale è arrivata la sconfitta per 32-28 ma anche un argento prezioso tanto per l’albo d’oro quanto per la qualifica olimpica a Parigi 2024.

Campionati del Mondo Spada Femminile a Squadre – Milano, 28 Luglio 2023

Qui i risultati live: www.fencingworldwide.com/en/2987-2022/direct/1

Finale

Polonia b. ITALIA 32-28

Semifinale

ITALIA b. Svizzera 40-36

Quarti di finale

ITALIA b. Hong Kong 29-26

Ottavi di finale

ITALIA b. Canada 45-30

Tabellone da 32

ITALIA b. Finlandia 45-22

Classifica (36): 1. Polonia, 2. Italia, 3. Corea, 4. Svizzera

ITALIA: Rossella Fiamingo, Federica Isola, Mara Navarria, Alberta Santuccio

Redazione di Vercelli

 

Posted in Lo Sport

Ormai ci siamo: oggi, sabato 29 Luglio alle ore 14,30, avrà luogo la 51esima edizione de La Traversata a Nuoto del Lago di Viverone.

Piero Sarasso, Presidente dell’ASD Lago di Viverone,  porta avanti da quest’anno una tradizione che ormai ha un carattere nazionale, senza però dimenticare il principio amatoriale dell’evento.

Ancora oggi, da una parte c’è lo spirito agonista in sfida coi propri limiti e dall’altra lo spirito del turista in cerca di splendidi paesaggi e momenti emozionanti.

Sarà come un anno zero: dopo 2 anni terribili e 1 di difficoltà questa edizione vuol essere anche la rinascita di tante iniziative come questa per la riscoperta della vita e della sua bellezza.

La tradizione di un luogo ne garantisce la memoria storica, e soprattutto oggi è necessario ricordare la tradizione che, però, cresce e si consolida negli anni.

Anche quest’anno, grazie al patrocinio del Consiglio Regionale del Piemonte, dello CSAIN (Centri Sportivi Aziendali e Industriali)  e Comune di Viverone Assessorato allo Sport ,si è potuto garantire una giornata di sport e svago, assicurando tranquillità ai partecipanti ed agli ospiti con un adeguato supporto alla sicurezza del nuotatore.

E’ proprio nell’ottica di queste tradizioni e della passione per lo sport soprattutto a livello amatoriale che, nel 2011 fu inserita nel circuito “Nobile dei Laghi” rientrando così nelle 12 traversate più importanti d’Italia. E quindi anche a Viverone: “Acque libere e Nuoto per tutti!”

Le traversate a nuoto in acque libere stanno diventando un appuntamento ormai presente in tutti i laghi e per Viverone deve rappresentare un momento di incontro dove competizione, solidarietà, storia e tradizione di una comunità si fondono da 50 anni” ricorda Piero Sarasso che, al tempo stesso riconosce l’importanza dell’inserimento nel circuito “Nobile dei Laghi” per dare visibilità ai luoghi e a quasi mezzo secolo di competizioni a bracciate in questo lago.

La distanza prevista è  di circa 4  km.

La partenza avverrà alle 14,30 dal Molo di Anzasco di Piverone e l’arrivo in frazione Masseria presso Ristorante Pescatori.

Il tempo massimo di percorrenza, per l’intera traversata è valutato in due ore e trenta minuti.

La premiazione di tutti i partecipanti è prevista per le ore 18.00.

Nell’attesa della premiazione un aperitivo per celebrare la 51ma edizione.

Le iscrizioni, aperte da più di un mese, oggi contano partecipanti  provenienti da più parti del nord e centro Italia.

Sole e  voglia di lasciare il segno nella più storica delle traversate fanno auspicare di toccare, anche in questa edizione, una  straordinaria quota di nuotatori.

La macchina organizzativa in fase di ultimazione può contare su 1 gommone e 2 automezzi a riva della Croce Rossa Italiana con 12 persone addette, un squadra della Protezione Civile di Biella e Viverone, 2 imbarcazioni dell’organizzazione e un gruppo di una decina un di volontari con canoe al seguito e per i servizi a terra i volontari dell’associazione, il  sistema di accreditamento e staff di cronometristi, il tutto seguito e diretto da Piero Sarasso.

Un grandissimo plauso agli sponsor tecnici che sempre ci supportano in questo evento: saranno Biverbanca, CSAIN, Cantina Vallebelbo, Fonte Guizza Sn Benedetto, Coop Ro.Ma., Filati Di.Ve, Bisone.

Per avere informazioni a riguardo, procedere con iscrizione e pagamento, invio documenti si invita a visitare il sito www.asdlagodiviverone.com   oppure mandare mail a info@asdlagodiviverone.com

Redazione di Vercelli

 

Posted in Lo Sport

In data 28.07.2023, nei pressi dell’istituto alberghiero Sergio Ronco di Trino (VC) e, successivamente, nel campo di addestramento “Beppe Carelli”, le unità cinofile della Stazione di Soccorso Alpino della Guardia di Finanza (S.A.G.F.) di Alagna Valsesia (VC) e un elicottero AW 169 della Sezione Aerea della Guardia di Finanza di Venegono (VA) hanno preso parte ad un’esercitazione di ricerca e soccorso organizzata nell’ambito del progetto “Anch’io sono la protezione civile”, patrocinato dal Dipartimento di Protezione Civile.

L’iniziativa, articolata in cinque giorni, è stata denominata “Campo Scuola” ed è stata realizzata dall’Associazione di Protezione Civile “Volontari Cinofili OdV” di Palazzolo Vercellese (VC), con lo scopo di diffondere  tra i più giovani la conoscenza della protezione civile ed i valori della cittadinanza attiva.

Insieme alle Fiamme Gialle hanno operato, in perfetto sincronismo, numerosi volontari di protezione civile regionale e provinciale e gli appartenenti al Corpo Militare di Soccorso del Sovrano Ordina Militare di Malta, ciascuno mettendo in campo le proprie competenze specialistiche per condurre le articolate fasi dell’esercitazioni.

La Guardia di Finanza di Vercelli ha concorso all’evento con tre unità cinofile in forza alla Stazione di Soccorso Alpino abilitate alla ricerca dei dispersi tra le macerie mentre l’elicottero della Sezione Aerea è stato impiegato per la ricognizione della zona  di un’ipotetica calamità naturale e per il trasporto dei soccorritori e dei cani che, da bordo, sono stati fatti discendere – in volo stazionario a circa 60 metri di altezza – con un verricello in dotazione all’aeromobile, sul campo di addestramento dove hanno simulato la ricerca e il recupero di persone rimaste sepolte tra i detriti, dopo un evento calamitoso.

Infatti, in una situazione reale, insieme alle Sezioni Aeree del Corpo, i militari del S.A.G.F., con l’ausilio di addestrate unità cinofile da soccorso, sono in grado di raggiungere rapidamente gli scenari dell’emergenza, sia in montagna che nelle località interessate da eventi calamitosi e di utilizzare a strumentazioni tecnologiche d’avanguardia per la localizzazione delle persone in pericolo, disperse o scomparse.

L’esercitazione, oltre a testare il grado di coordinamento raggiunto tra le varie componenti di protezione civile e a raffinare le tecniche congiunte di ricerca e soccorso, ha suscitato il vivo interesse e la grande partecipazione tra i bambini che vi hanno assistito e che hanno potuto toccare con mano la complessità delle attività di salvataggio.

Durante la giornata si sono succeduti anche altri momenti didattici per illustrare ai partecipanti al campo-scuola i comportamenti da tenere in caso di calamità.

 

Redazione di Vercelli

 

Posted in Cronaca