Febbraio, 2022 - VercelliOggi.it - Page 2 VercelliOggi
Il primo quotidiano online della provincia di Vercelli

Campionato Under 15

Girone di qualificazione – Girone A 

Recupero 3^ giornata di ritorno

Domenica 27.2.2022 – Novara – Pala Don Bosco

Novara BasketPallacanestro Femminile Vercelli 62-40

(parziali: 17-7; 33-23;49-31 )

Tabellino PFV: Bari H.; Dikrane 3; Giuliani 8; Prinetti 17; Dipace 10; Nicosia 2,  Fall; Haxhiasi;.

All.re : Gianfranco Anastasio

Si conclude il girone di qualificazione per le Under 15 della PFV che, con la sconfitta di Novara contro Novara Basket per 62-40,si piazzano al 6° posto, con due compagIni dietro di loro (REBA Torino e Biella), ed attendono le decisioni federali per la seconda fase di completamento.

Ancora in otto per le solite defezioni e per un organico obiettivamente ridotto, le ragazze di Anastasio si sono battute con coraggio, per quel che hanno potuto, facendo i conti con la fatica che progrediva col passare dei minuti a causa delle rotazioni limitate, dopo essere state a lungo in vantaggio nel primo tempo.

Nel 1° quarto, infatti, si assisteva ad una partenza incoraggiante delle vercellesi che prendevano il sopravvento portandosi 7-17 al 10’: nel secondo periodo le padrone di casa, con quintetti più efficaci, ribaltavano tutto e con un perentorio 26-6 si portavano sul 33 a 23 di metà gara. Grande sbandamento in questa fase tra le fila PFV le cui giocatrici smarrivano la via del canestro e sbagliavano molto, seppur contro una formazione molto solida..

Nella ripresa le padrone di casa gestivano bene il match, portando il loro vantaggio a +18  nel 3° quarto (49-31) per poi arrivare comodamente alla fine sul risultato di 62-40 a +22, complice anche la fatica che assaliva le ospiti, come detto, in otto e quindi con rotazioni obbligate.

Pronostico rispettato dunque, con le novaresi più forti e le vercellesi a tentare di ridurre il più possibile il divario che c’è al momento fra le due formazioni, riuscendoci in parte (specie nel buon primo quarto) e cercando di limare i moltissimi errori in attacco che costano punti e che, se ridotti ai minimi termini, possono consentire alle ragazze di Anastasio di competere in modo diverso.

In ogni caso, a fine gara, coach Anastasio si è detto soddisfatto della prestazione delle sue ragazze, il che significa che sono sulla buona strada.

Ora le under 15 restano in attesa delle decisioni della FIP regionale per il completamento della loro stagione.

Redazione di Vercelli

Posted in Lo Sport

Campionato Under 13 – Coppa Piemonte

Girone di qualificazione – Girone A 

Recupero 3^ giornata di ritorno

Domenica 27.2.2022– a Vercelli – Palapiacco

Pallacanestro Femminile VercelliB.C. Castelnuovo 29-60

( parziali: 6-16;12-23; 24-38 )

Tabellino PFV: Bari; Fall A. 4; Ferla ; Panelli 8; Stacchini; Trotti 10; Zannini 2; Khoule; Balzaretti;; Lahmidi 2 , Triberti; Mura 3; All.: Gianfranco Anastasio.

Le under 13 della PFV concludono la fase preparatoria di Coppa Piemonte con la sconfitta casalinga contro la corazzata Castelnuovo Scrivia per 29-60, piazzandosi al terzo posto nel gironcino di quattro squadre, in atesa del campionato.

La gara, iniziata con forte ritardo sul previsto per il mancato arrivo dell’arbitro (ebbene sì, succede anche questo) è stata condotta sempre in vantaggio dalle ospiti, formazione più attrezzata e preparata di quella di casa.

Le ragazze di Anastasio, peraltro, si sono impegnate molto, mostrando evidenti progressi che hanno consentito loro di limitare un po’ lo strapotere avversario cedendo, alla fine, con uno scarto minore di altri incontri.

L’inizio era appannaggio delle rosse di Castelnuovo che al 10’ guidavano sul punteggio di 6 a 16, per arrivare a metà gara  sul 12-23, con la PFV ancora in partita.

Poi nella ripresa le ospiti, dall’alto del vantaggio acquisito, gestivano agevolmente l’incontro (24-38 al 30’) per dilagare solo nell’ultimo periodo (7-22) sino alla “doppia” finale.

Ora le giovanissime della PFV sono attese dal campionato di categoria regionale vero e proprio che le impegnerà da domenica 6 marzo prossima sino alla seconda settimana di giugno. Una bella faticata, che durerà sino a quando farà caldo.

In società si auspica che questa prima esperienza di “Coppa” sia stata utile per affrontare il torneo con il giusto approccio più adeguato ed una preparazione un po’ più completa rispetto all’esordio assoluto..

Redazione di Vercelli

Posted in Lo Sport

La capolista Novara si ferma in casa dell’RG Ticino in una partita che finisce senza reti.

Accorcia in vetta la Sanremese che con Vita e Nosa batte il Gozzano.

Il Città di Varese con Marcaletti e Disabato supera l’Imperia.

Pari per il Derthona contro il Pont Donnaz, apre Diallo chiude Frugoli.

Pari senza reti tra Bra e Borgosesia.

Il Ligorna cade in casa, l’Asti passa con Plado.

Un punto a testa per Sestri Levante e Chieri con D’Iglio che risponde a Pane.

Il Casale contro il Saluzzo va sotto per i gol di Greco ma pareggia con Forte.

Tris del Vado nel derby ligure contro la Lavagnese marcatori: Cenci, Aperi e Cattaneo.

Nessun gol in Caronnese-Fossano

La giornata

Ligorna-Asti 0-1

Bra-Borgosesia 0-0

Sestri Levante-Chieri 1-1

Caronnese-Fossano 0-0

Sanremese-Gozzano 2-0

Città di Varese-Imperia 2-0

Vado-Lavagnese 3-0

RG Ticino-Novara 0-0

Derthona-Pont Donnaz 1-1

Casale-Saluzzo 1-1

La classifica

Novara 55*

Sanremese 52

Città di Varese 46*

Derthona 42**

Borgosesia 40*

Chieri 39*

Bra 38

Vado 37

Casale 34****

Gozzano 33*

Sestri Levante 33*

Ligorna 32*

Pont Donnaz 32**

Caronnese 30

RG Ticino 29*

Fossano 26*

Asti 25***

Imperia 21*

Lavagnese 20*

Saluzzo 12*

*una partita in meno

**due partite in meno

*** tre partite in meno

**** quattro partite in meno

Redazione di Vercelli

Posted in Lo Sport

Lo Stresa si ferma in casa contro il Città di Baveno; la gara finisce senza reti.

La Biellese ringrazia Scienza e batte l’Alicese Orizzonti.

Pareggio con una rete a testa tra Borgovercelli e Venaria.

La Pro Eureka con Nosenzo batte la Fulgor Ronco Valdengo.

Il Verbania sbriga la pratica La Pianeze vincendo  2 a 0.

L’Oleggio batte 3 a 2 il Settimo.

Pari per il LG Trino contro l’Aygreville, apre Gambino chiude Dayne.

Il Borgaro rifila il tris alla Dufour Varallo, in gol L. Benassi, Fimoniari e Molfetta.

La giornata

Biellese-Alicese Orrizzonti 1-0

LG Trino-Aygreville 1-1

Oleggio-Settimo 3-2

Stresa-Città di Baveno 0-0

Borgaro-Dufour Varallo 3-0

Pro Eureka-Fulgor Ronco Valdengo 1-0

Verbania-La Pianese 2-0

Borgovercelli-Venaria 1-1

Riposa: Accademia  Borgomanero

La classifica

Stresa 48*

Biellese 45**    

Oleggio 44*

Borgaro 38**

Settimo 35*

Accademia Borgomanero 35**

Pro Eureka 33*

Venaria 33*

Aygreville 31*

La Pianese 27*

Città di Baveno 24*

LG Trino 24*

Verbania 23*

Fulgor Ronco Valdengo 22**

Alicese Orizzonti 21**

Borgovercelli 10*

Dufour Varallo 9**

* una partita in meno

** due partite in meno 

Redazione di Vercelli

Posted in Lo Sport

Campionato Under 17 – Girone A qualificazione

Spareggio per accesso 2^ fase “Coppa Piemonte” o “Coppa Primavera”

Sabato 26.2.2022  ad Alice Castello – Palestra Comunale

Pallacanestro Femminile VercelliRE.BA. Basket Torino 34-56

(parziali: 0-16;10-30;23-46)

Tabellino PFV: Cafasso 2; Carrozza 5; Dutto 3; Fiore; Giorgi ; Nicolotti; Pintonello E. ; Rizzato 2; Matteja 4; Momo M. 16  All.: Francesco Rimedio

Per accedere alla seconda fase di completamento del torneo Under 17, la PFV ha dovuto affrontare in casa il RE.BA. Basket di Torino ed ha perso per 34-56, quindi è rimasta fuori dalla “Coppa Piemonte”.

Va subito detto che le torinesi hanno l’autorizzazione in deroga a far giocare tre atlete del 2004, quindi fuori categoria per un anno (e per due e tre rispetto alle vercellesi, che si sono trovate di fronte inoltre 7 atlete del 2005 e 2 del 2006 contro le 4 2006 e sei 2007 della PFV) e che sono state relegate a disputare lo spareggio per accedere alla Coppa Piemonte, stante la preclusione per le squadre che schierano atlete in deroga ad accedere alle fasi finali per il titolo regionale.

Fatta questa doverosa premesso va detto che le ragazze di Frank Rimedio, hanno disputato la partita che erano in grado di disputare, dopo un periodo di allenamenti a ranghi ridotti per quarantene varie. Purtroppo non sono riuscite a fare meglio delle avversarie, apparse più in palla e reattive di loro.

L’andamento della gara è rispecchiato dalla progressione del punteggio: nel 1° periodo le giovani di Rimedio, forse reduci da una settimana non proprio tranquilla, venivano letteralmente annichilite dalle avversarie, con un perentorio 0-16 che non sarebbe più stato recuperato. I restanti tre quarti sono stati disputati, infatti, con punteggi in equilibrio (10-14; 13-16; 11-10) ma questi numeri non erano sufficienti a modificare il risultato della gara, che è sempre stato saldamente nelle mani delle torinesi.

Ora le giovani del gruppo Under 17 della PFV sono attese dal torneo di completamento denominato “Coppa Primavera”, che la F.I.P. regionale dovrebbe varare a breve in base alle conferme che avrà dalle squadre che vi possono prendere parte.

Redazione di Vercelli

Posted in Lo Sport

Campionato di Serie C

Girone di qualificazione – Girone A 

Recupero 7^ giornata di ritorno

Domenica 27.2.2022  – a Venaria Palestra Sport Club – ore 14,45

Basket Venaria 55-47- Pallacanestro Femminile Vercelli 47  

 (parziali: 14-9, 24-19; 37-31)

Tabellino PFV: Acciarino 10; Ansu 6; Bassani 2;  Bouchefra 2; Coralluzzo 4; Deangelis 3; Leone S.; Momo; Pollastro 16; Sarrocco 4; Francese. All.: Gabriele Bendazzi; Aiuto All.: Andrea Congionti 

Nel match clou per il primo posto nel girone di qualificazione, la PFV torna da Venaria con una sconfitta per 55-47, cosicché Basket Venaria terminerà presumibilmente al primo gradino portandosi dietro 10 punti su 12 alla seconda fase, mentre le vercellesi dovranno accontentarsi di sei, stanti le due sconfitte con la capo classifica e quella di Arona, semprechè prevalgano su Novara Basket, nell’incontro della prossima domenica 6.3.22, e vincano all’ultima con Basket Nole.

Alla gara contro le torinesi, le ragazze di Bendazzi si sono presentate in formazione ridotta (solo 11 effettivi e con la Under 19 Arianna Francese all’esordio in panchina) poiché al  positivo rientro di Pollastro (16 p.ti) hanno fatto da contraltare le assenze di Rey (unica alternativa al “centro”), Bertelegni (una sorta di ventosa in difesa) e di Giulia Leone (reduce da due gare con tanti punti realizzati).

Forse anche per queste ragioni (che non vogliono assolutamente essere un alibi) e soprattutto per un pessimo approccio alla gara (purtroppo frequente in trasferta per la PFV) le vercellesi hanno cominciato male, subendo la supremazia fisica delle avversarie: 14-9 (solo nove punti realizzati) al 10’.

Questo divario si rivelerà, peraltro, decisivo per il risultato finale, posto che nel 2° quarto vi è stato equilibrio (10 a 10 per il 24-19 di metà gara) e pure nel 3° (13-12 per il 37-31 al 30’) e nel 4° (18-16),  per cui il grosso del vantaggio dello score finale (55-47) sta forse proprio nel non aver saputo segnare di più in quello sciagurato primo quarto.

Va detto che in trasferta a volte si arriva con poco anticipo sull’inizio gara ed il riscaldamento pre partita non può essere ben calibrato, perciò si fa un po’ fatica all’inizio, ma anche questa non deve essere una scusa: basterebbe partire prima!

Certo è che affrontare il match decisivo del girone con tre giocatrici della formazione base fuori squadra ed altre non proprio in condizioni ideali, non è certo l’optimum!

E quando si perde di otto punti il dubbio che le assenze abbiano inciso sorge spontaneo.

In ogni caso contro la capoclassifica Venaria la PFV si è battuta alla pari e questo fa ben sperare per il girone finale, che avrà inizio dopo i recuperi delle gare con Novara Basket (a Vercelli il 6.3 p.v.) e la domenica successiva in quel di Nole Canavese contro Basket Nole.

Redazione di Vercelli

Posted in Lo Sport

Ci sono novità significative sull’attesa serata di venerdì 4 marzo, al Civico, quella del “Cavallino d’oro” organizzata da Carlo Olmo per premiare appunto con la preziosa statuetta del Cavallino d’oro un personaggio (che verrà svelato solo venerdì sera) che ha fatto tanto per la popolazione vercellese, nonché per consegnare quindici (e non più quattordici) borse di studio a studenti vercellesi delle medie e delle superiori per il loro rendimento scolastico.

La prima novità riguarda appunto la quindicesima borsa di studio da 500 euro che è stata creata grazie al bellissimo gesto di uno degli ex dipendenti della “Cerutti” che furono aiutati da Olmo durante le festività di fine anno del 2020. Ebbene, quel dipendente, ricevuto il Tfr, ha deciso di restituire a Olmo quei cinquecento euro che ottenne allora, pregando il Lupo Bianco di utilizzarli per altri scopi e Olmo li ha subito destinati ad una quindicesima borsa di studio, che sarà appunto consegnata venerdì sera.

La prima edizione del “Cavallino d’oro”, che sarà presentata dalla giornalista della Rai Silvia Squizzato, premiazioni a parte, vedrà le esibizioni di alcuni artisti molto apprezzati della nostra città: l’Accademia Danzarte di Annalisa Braghin e Nicoletta Guizzardi, i gruppi musicali di Giuseppe Garavana e della cantautrice Adriana Lariccia, che in arte si chiama Nosylla, quindi Piero Ambrosini alla fisarmonica.

L’apertura dello spettacolo sarà affidata al soprano Serena Rubini e al trombettista Francesco Cilione.

E’ prevista la presenza del presidente nazionale dell’Associazione Insigniti all’Ordine della Repubblica Fulvio Pacileo.

La serata ha il patrocinio della provincia, del Comune, dell’Accademia Shen Qi Kwoon Tai e appunto dell’Aior.

Tra i premi di studio che saranno assegnati, uno è intitolato alla memoria del chitarrista e compositore Angelo Gilardino.

L’ingresso è libero, ma saranno raccolte offerte a favore dell’Aism, l’Associazione che combatte la sclerosi multipla: la prima edizione del “Cavallino d’oro” è infatti dedicata alla memoria della tesoriera dell’Aism Rita Casè, scomparsa nel maggio scorso a soli 58 anni.

Inizio alle 21.00.

Redazione di Vercelli

Posted in Società e Costume

(Stefano Di Tano) – Siamo nuovamente in “tempo di regali” proprio quando il calendario ci offre nei momenti più importanti l’occasione di prendere il volo e agguantare le posizioni che una squadra brillante e temuta come la Pro Vercelli dovrebbe stabilmente occupare e mantenere.      

A volte diventa difficile accettare che, di fronte ad avversari di scarsa potenzialità (come dimostra la classifica del momento), un gruppo dalla evidente solidità fisica e tecnica, si adegui al tono modesto delle prestazioni medie di chi lo attende. Si offrono in quei casi tranquille prestazioni ben lontane dallo scopo di intimorire una compagine di normali risorse, tant’è vero che quasi sempre nell’arco dei 90′ anche il più debole assume coraggio e si distingue fino a cogliere frutti insperati.

Giana Erminio è la squadra di Gorgonzola, una cittadina di circa 20 mila abitanti della zona milanese, che lotta per la salvezza nel nostro girone di Serie C navigando a circa 24 punti in fondo alla classifica.  Ieri, domenica 27 febbraio ha dato prova di buon impegno e di salda tenuta psicologica, nonché di coraggio fino agli ultimi minuti di gioco, arrivando a pareggiare per 1 -1 contro i quotati vercellesi.  Merito dei lombardi il risultato, sì, ma anche per la concessione di spazi utili dei vari Masi, Rolando, Bruzzaniti, Clemente ed Auriletto alla squadra di Mr. Matteo Contini. 

Le occasioni per migliorare il risultato della Pro non sarebbero mancate, prima e dopo il goal di Mario Comi, ma è mancato il colpo geniale, rapido, preciso; cosa che invece nel secondo tempo è avvenuta per la squadra biancoazzurra che è andata a segno con Alessadro Corti e poi ha ritentato il colpo senza riuscire a concretizzare il due a uno.

Non è disprezzabile il punto in più in classifica della Pro, ma osservando il gioco espresso non possiamo entusiasmarci troppo in applausi e convenevoli, mentre ricordiamo la difficile situazione  tecnica della squadra priva della guida di Franco Lerda;  squadra che è seguita con impegno positivo da Massimiliano Nardecchia in panchina, con il dirigente Alex Casella (due partite, quattro punti).   

Ed infine, come sempre ecco la formazione scesa in campo, con le varie sostituzioni (fra parentesi):  Rizzo Minelli Masi, Auriletto, Clemente (Crialese), Belardinelli Vitale Bruzzaniti (Rizzo L.) Rolando (Della Morte) Comi Panico (Gatto).   

Vogliamo notare che l’Armata Altoatesina del SudTirol oggi ha sorprendentemente subito la prima sconfitta a Piacenza, rimanendo comunque tranquillamente piazzata al primo posto con 70 punti.   Pro Vercelli, a 41  punti

Redazione di Vercelli

Posted in Lo Sport

E’ stata davvero una sorpresa.

Angela Ariotti, Sindaco di Santhià, non si aspettava di ricevere quest’ anno l’onorificenza più importante del Carnevale Storico: la targa di Munsü FasÖ (inutile tradurre: soprattutto in questi casi, tradurre è un po’ tradire).

Ma, a ben vedere, se l’è meritata proprio quest’anno, quando il calendario ha voluto mettere “su un piatto d’argento”, della “Antica Società Fagiuolesca” e della Pro Loco una duplice circostanza.

Ariotti è il primo Sindaco della città ad avere interpretato la maschera del Carnevale santhiatese, Maijutin.

Ed in questo 2022 ricorre il “giubileo” di quella esperienza, nel 1972.

A noi piace ricordare che “Stevulin” di quei giorni fu proprio Pier Carlo Gallo, marito della Signora Ariotti, da qualche tempo scomparso. Vogliamo ricordare il professionista e l’Amministratore pubblico stimato e, per chi scrive, un amico sincero.

Bando, però, ai ricordi.

Ora l’attenzione dev’essere tutta dedicata a questi tre giorni in cui Stevu e Maijot hanno le chiavi della città e dovranno dire che questo del 2022 è il Carnevale della speranza.

Non soltanto perché riprenda una tradizione, mai interrotta grazie anche alla tenacia della Pro Loco, guidata da Fabrizio Pistono.

Ma soprattutto perché torni una nuova e motivata fiducia tra la gente.

Proprio per questo il nostro video ripropone, integrale, il discorso tenuto dal balcone che si affaccia, dall’ufficio del Sindaco, sulla Piazza del Comune, da Stevulin, Dario Callegari. Insieme alla sua Maijot Susanna Gallo, interpretano (quest’anno per il terzo anno e sappiamo perché) in modo veramente autentico un ruolo che molto affida all’intelligenza ed alla fantasia dei protagonisti.

Ragazzi solari, che ispirano fiducia, allegri quanto misurati, sempre una buona parola per tutti, particolarmente affabili con i bambini.

Insomma, davvero bravi.

L’altro premio conferito ieri, sabato 26 febbraio, è stato quello di “Undicesimo magnifico Cavaliere” del Carnevale Storico di Santhià.

Il Comitato ha “incoronato” il “Musicus indefessus”, ma – non meno – regista delle operazioni di spoglio maiali, Giancarlo Libero Berri.

Sempre molto gradita la presenza di Maschere provenienti da altre città, a sottolineare come la Tradizione sia un fattore culturale che unisce territori e popolazioni.

Hanno fatto visita da Varallo Sesia Marcantonio e Cecca, protagonisti del Carnevale valsesiano, insieme a Peru e Gin di Borgosesia.

Purtroppo, per i cronici limiti di tempo, non riusciamo sempre a seguirli come vorremmo e meriterebbero, ma ci ripromettiamo di rimediare in qualche modo.

Ma ora lasciamo la parola al nostro filmato che riprende i momenti più coinvolgenti di questo sabato sera, ed alla gallery.

Posted in Società e Costume

Giana ErminioPro Vercelli 1-1

Marcatori: 31′ pt Comi, 9’ st Corti A.

Giana Erminio (4-2-3-1): Zanellati; Perico, Magli, Carminati, Colombini; Cazzola (23′ st Perna), Panatti; Vono (23′ st Caferri), Ferrari, Palazzolo (31′ st D’Ausilio); Corti A.. A disp.: Reggiani, Casagrande, Pinto, Piazza, Corti N., Acella, Magri, Toure. All.: Contini.

Pro Vercelli (3-4-3): Rizzo M.; Minelli, Masi, Auriletto; Clemente (18′ st Crialese), Belardinelli, Vitale, Bruzzaniti (26′ st Rizzo L.); Rolando (13′ st Della Morte), Comi, Panico (13′ st Gatto). A disp.: Rendic, Valentini, Emmanuello, Jocic, Louati, Macchioni, Iezzi, Secondo. All.: Nardecchia.

Arbitro: Rinaldi di Bassano del Grappa

Guardalinee: Catani di Fermo e Tempestilli di Roma 2

Quarto uomo: Allegretta di Molfetta.

Ammoniti: Palazzolo (GE), Minelli (PV), Auriletto (PV), Caferri (GE), Perna (GE), Masi (PV)

Recupero: 1′ pt / 3′st

Quarto risultato utile di fila per la Pro ma il pareggio contro la penultima non può soddisfare appieno.

I lombardi rimontano il gol di Comi e nel finale sfiorano il colpaccio.

Subito pericolosa la formazione vercellese; Panico di tacco per Rolando che serve Bruzzaniti, il portiere ospite respinge il suo tiro.

Risponde Panatti, Rizzo c’è.

Il gol locale arriva al 31′, conclusione di Panico, Zanellati respinge e Comi insacca.

Dall’altra parte, Clemente anticipa Palazzolo al momento del tiro.

La ripresa si apre con il cross di Vono, Corti sottomisura mette fuori.

Al 9′ pareggio di Corti che colpisce il palo e poi ribatte in rete.

Minuto 36, l’incornata di Comi non ha la mira giusta.

Lombardi pericolosi nel finale.

Al 39′ Corti mette in rete ma si trova in posizione di fuorigioco.

Nel finale D’Ausilio sciupa da ottima posizione e poco dopo vengono ribattute in area tre conclusioni ospiti.

Redazione di Vercelli

Posted in Lo Sport