Maggio, 2023 - VercelliOggi.it - Page 2 VercelliOggi
Il primo quotidiano online della provincia di Vercelli

Più di un 1 pacco di riso su 4 venduto in Italia arriva dall’estero lasciando spazio a speculazioni sui prezzi dal campo alla tavola con gli agricoltori che prendono meno di un euro al chilo mentre sugli scaffali i consumatori arrivano a pagare anche 4 euro.

 E’ l’allarme lanciato dalla Coldiretti per uno dei prodotti più amati dagli italiani con le varietà nazionali come Arborio e Carnaroli, ma non solo, che rischiano di essere cannibalizzate dai risi stranieri per effetto di importazioni praticamente raddoppiate nel 2022 (+82%) ma più che triplicate dalla Cambogia, quintuplicate dal Vietnam e addirittura aumentate di 50 volte dalla Birmania (Myanmar) dove la giunta militare ha soppresso la democrazia e fatto strage del popolo Rohingya.

Tutti paesi dove fra l’altro nelle coltivazioni viene usato il triciclazolo un potente pesticida vietato invece nell’Unione Europea.

Una situazione che va a discapito della nostra produzione di riso – fanno notare il Presidente di Coldiretti Vercelli-Biella Roberto Guerrini e il Direttore Luciano Salvadori -. Nelle vendite al dettaglio si sta poi affermando una nuova strategia di marketing, permessa dalla legge, con pacchi che mettono in evidenza la scritta Riso da risotto per indicare in piccolo, magari su un lato nascosto della scatola, tipologia riso Lungo A, origine in Myanmar, in Vietnam o in Cambogia, e quindi senza alcun legame con le vere varietà italiane da risotto, come il Carnaroli. Serve un intervento per bloccare questo messaggio ingannevole ai consumatori che danneggia anche i risicoltori italiani: la dicitura riso da risotto deve essere utilizzabile solo per le vere varietà nazionali. I nostri risicoltori stanno già fronteggiando la crisi legata alla siccità dei mesi precedenti e l’esplosione dei costi mentre i prezzi pagati agli agricoltori italiani sono crollati anche di oltre il 20% negli ultimi giorni nonostante il calo delle produzioni a causa del taglio delle superfici e per effetto dei cambiamenti climatici”.

 

 

Redazione di Vercelli

Posted in Economia

Il fine settimana del Castello del Monferrato e del Museo Civico di Casale Monferrato si prolunga a venerdì 2 giugno: durante la giornata festiva, in occasione delle celebrazioni della Festa della Repubblica, i due poli culturali casalesi resteranno aperti ai visitatori così da consentire ai concittadini e ai turisti che si recheranno nel nostro territorio di poter fruire delle mostre temporanee e delle collezioni permanenti del patrimonio cittadino.

Nei giorni 2, 3 e 4 giugno gli orari saranno i seguenti:

Castello del Monferrato: dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19.

Museo Civico e Gipsoteca “Bistolfi”: dalle 10.30 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.30.

Il pubblico avrà libero accesso al Castello del Monferrato, come consuetudine, per visitare gli spalti e i torrioni, oltre alla grande mostra temporanea nelle sale al secondo piano “Maria Vittoria Backhaus. I miei racconti di fotografia oltre la moda”: evento realizzato nell’ambito del Middle MonFest.

Al Museo Civico e Gipsoteca “Bistolfi”, oltre alle collezioni permanenti, i visitatori potranno fruire della scultura in gesso Testa di Donna, parte della recente donazione della signora Vanda Martelli vedova Bistolfi e della mostra “Leonardo Bistolfi e la fortuna della Croce Brayda”; nella sola giornata del 2 giugno l’accesso sarà gratuito.

Redazione di Vercelli

Posted in Cultura e Spettacolo

Il 2023 è l’anno in cui ricorre il centenario della nascita di Jean Servato e nel periodo da giugno a ottobre sono previsti una serie di eventi per celebrare la ricorrenza attraverso la divulgazione dei più salienti aspetti della sua poliedrica personalità.

Gli eventi prevederanno la collaborazione degli Istituti scolastici cittadini e saranno pubblicizzati sulla base del ritratto del Servato realizzato dall’artista Max Ramezzana.

Giovedì 8 giugno, presso la Biblioteca Civica “Giovanni Canna”, dalle ore 18,30 si terrà l’aperitivo letterario dal titolo “I 100 anni di Jean Servato: Dialoghi di Penultimo e Dintorni”, occasione per indagare e presentare la figura di Servato nelle sue sfaccettature: intellettuale, educatore, scrittore, poeta, gallerista.

Venerdì 23 giugno, nel cortile di Palazzo Anna d’Alençon, un nuovo aperitivo letterario dal titolo “I 100 anni di Jean Servato: Apocalisse in un bicchier d’acqua e le 100 Donne di Casale” che dalle ore 18,30 approfondirà la figura del Servato poeta e gallerista.

Nella splendida cornice del cortile della storica dimora si ricreerà la Galleria Ariete con quadri degli autori in permanenza e con letture di poesie e prose che Jean “Cantore di Casale” ha dedicato a personaggi della città e ai suoi pittori.

Lunedì 4 settembre il Salone Vitoli del Museo Civico sarà la cornice per “Adesso Jean: Educare alla libertà e all’arte – La rivoluzione del metodo pedagogico tradizionale”, seminario di approfondimento per gli insegnanti sul metodo educativo di Servato  in modo che possano confrontarsi su  pratiche di pedagogia attiva, non solo di lezione frontale, ma anche di progettualità che portino gli studenti a immergersi nel contesto che li circonda attraverso stimoli, esperienze a tutto tondo ( come l’esplorazione della città, della natura, della cronaca locale e globale), da cui possono trarre elementi creativi per scritti, poesie, forme artistiche in generale per permettere un’espressione della persona in tutte le sue sfaccettature

Da sabato 7 a domenica 29 ottobre, nella Cappella Paleologa del Castello del Monferrato, si terrà “Adesso Jean: Educare alla libertà e all’arte – La rivoluzione del metodo pedagogico tradizionale”, esposizione di opere pittoriche e testi degli allievi della scuola elementare e media con illustrazione del metodo didattico.

All’inaugurazione si svolgerà la lettura delle poesie dei ragazzi delle Scuole Medie tratti da “Con te per salvare il futuro”, “Tre anni insieme” e “Ascolta il tuo cuore città”.

Da ottobre a dicembre, infine, si svilupperà “Ascolta il tuo cuore città”, concorso rivolto alle scuole di Casale Monferrato per la creazione di progetti di forme espressive artistiche quali murales, pitture, scritti e poesie.

Per il Sindaco Federico Riboldi e l’Assessore alla Cultura Gigliola Fracchia: “La figura di Jean Servato ha lasciato un segno nella nostra città e in una ricorrenza come questa è doveroso portare all’attenzione del pubblico il suo ruolo e il suo contributo: con questa serie di eventi, sicuramente, daremo modo di scoprire e riscoprire il suo dinamismo e la sua incessante attività”.

Giovanni Servato è nato il 24 marzo 1923 a Rivalta Bormida.

Dopo aver completato gli studi presso l’Istituto Magistrale “Diodata Roero Saluzzo” di Alessandria, sotto la guida di Stelio Lozza, un famoso insegnante, dirigente scolastico e parlamentare, si è trasferito a Roma per frequentare la Scuola di Recitazione Cinematografica di Cinecittà, diretta da Luigi Chiarini.

Tuttavia, a causa dell’inizio della Seconda Guerra Mondiale, ha interrotto gli studi e si è unito alla Resistenza, un argomento che ha successivamente ampiamente documentato nella sua scrittura.

Dopo la guerra, ha ottenuto una laurea in filosofia e pedagogia presso il Magistero di Torino e ha iniziato la sua straordinaria carriera come insegnante brillante, non convenzionale e rivoluzionario nel suo originale metodo di dialogo, approfondimento e studio.

Non solo è stato un insegnante stimato in molte scuole, dalla scuola elementare alla scuola superiore, a Casale Monferrato e in altre città, ma è stato anche un prestigioso e affascinante intellettuale alla ricerca costante di memorie, emozioni e poesia.

Negli anni ’60, Jean Servato è diventato famoso per il suo innovativo metodo di insegnamento, che gli ha fatto guadagnare il “Premio al Merito Educativo” dal Ministero della Pubblica Istruzione.

Nel 1969, seguendo l’esempio di Piero Gobetti, ha fondato la Casa Editrice “Tersite”, con cui ha pubblicato numerose opere poetiche, letterarie e cataloghi d’arte per circa quarant’anni, molte delle quali scritte da lui stesso.

Tra queste opere vi sono “Ballata per un’Italia provvisoria” (1970), “Maso Desnudo” (1977), “Diario di Penultimo” (2001) e “Penultimo e la Resistenza tra Bandita e Visone d’Acqui” (1995).

In qualità di direttore artistico della “Galleria d’Arte Ariete” di Casale Monferrato, ha organizzato eventi culturali e artistici che hanno suscitato interesse a livello provinciale e regionale, coinvolgendo le personalità più note del settore.

La Galleria ha ospitato mostre di varie correnti grafiche e pittoriche. Tra gli artisti che hanno esposto nella Galleria vi sono Gino Mazzoli, Lucio Ranucci, Romano Battaglia, Ennio Morlotti, Nino Campese, Sara Massocco, Pietro Morando, Nino Esposito, Dante Angeleri, Anna Cagnolo Angeleri, Ferruccio Ragno, Giampaolo Cavalli, Valdieri Pestelli, Francesco Barbesino e Maria Teresa Guaschino.
La Galleria ha inoltre ospitato permanentemente opere di Aurelio Cavagnolo, Umberto Binda, Ferruccio Ragno, Gianni Gueggia, Maurizio Stefanato, Angelo Conti, Gianfranco Foglia, Franca Civardi.

Redazione di Vercelli

 

 

Posted in Cultura e Spettacolo

La squadra del distaccamento di Varallo Sesia è intervenuta oggi, martedì 30 agosto alle ore 15.40 in località Valmaggia comune di Varallo Sesia per recuperare un vitello caduto nel fiume.

I Vigili del Fuoco hanno provveduto al recupero dell’animale ormai stremato che è stato consegnato al  proprietario presente sul posto insieme al veterinario.

Redazione di Vercelli

 

Posted in Cronaca

Mentre si attende il taglio del nastro della Fattoria in Città 2023

– leggi cliccando qui il programma completo della kermesse più amata dai bambini –

domani alle 9.15 nell’area della Basilica di S.Andrea (in caso di pioggia nel Chiostro) un’anticipazione per gli intenditori di buona musica.

L’appuntamento è quello del 2 giugno, sera, in Piazza Cavour, con il duo CrazyForEver.

Il Duo nasce dalla grande passione per la buona musica di Davide Boroni, eclettico chitarrista, affermato imprenditore vercellese nel campo informatico, alla ricerca continua del “sapere e conoscere” la musica.

Dopo aver conosciuto Alessia Cogliati, Diplomata all’Accademia musicale, (al suo attivo anche diversi Master di specializzazione), bellissima voce dal talento naturale, dai toni caldi e coinvolgenti, Davide decide di intraprendere con lei (consenziente) una nuova avventura musicale.

Miscelando vari stili, hanno creato un duo musicale che propone i grandi successi internazionali, completamente in chiave unplugged, cioè senza l’ausilio di sequenze, arranger, midi e campionamenti.

Amy Winehouse, Ed Sheeran, Vasco Rossi, Queen, sono solo alcuni degli artisti che Alessia canta con grande passionalità e professionalità, accompagnata dalle magiche note della chitarra di Davide.

Appuntamento, dunque, il 2 giugno in Piazza Cavour, alle ore 21,30, nell’ambito degli eventi della Fattoria in Città.

 

Posted in Cultura e Spettacolo

Questa mattina, martedì 30 maggio, nel salone dell’istituto alberghiero di Varallo, si è svolta la cerimonia di premiazione del concorso intitolato a Giulio Pastore, di cui l’istituto stesso porta il nome, lanciato durante il convegno dello scorso 17 marzo “Giulio Pastore: l’attenzione al territorio  con uno sguardo europeista“.

È stato premiato l’elaborato multimediale realizzato dalla classe IV sezione B di Varallo, coordinata dai docenti Tamara Delconte, Luca Perrone e Francesco Ravelli, dal titolo “Venti di speranza“.

I ragazzi hanno ricevuto un premio in denaro da parte della Cisl del Piemonte orientale, promotrice dell’iniziativa, oggi rappresentata dalla Segretaria generale Elena Ugazio e dalla coordinatrice di Zona Elisabetta Ronco.

Presenti per l’Istituto alberghiero, oltre ai ragazzi premiati ed ai loro insegnanti, il Dirigente scolastico Carmelo Profetto ed il suo collaboratore Giuseppe Zucco.

Un ringraziamento particolare va alla nipote dell’On.le Pastore, Signora Maria Rosa Dolera, anch’essa presente alla cerimonia, che ha messo a disposizione dei  ragazzi del materiale inedito di famiglia, che è servito per la realizzazione dell’emozionante elaborato.

Redazione di Vercelli

Posted in Scuola e Università

Il 1 giugno 2023 alle ore 21 presso la sala SOMS di via Francesco Borgogna 34, la Sezione di Vercelli del Club Alpino Italiano ha il piacere di ospitare l’autore, giornalista e alpinista Enrico Camanni per la presentazione del suo ultimo libro “Se non dovessi tornare”, pubblicato da Mondadori nella collana Strade Blu.

Durante la serata Enrico Camanni ci accompagnerà tra le pagine dell’alpinismo degli anni ’60 riportando alla vita Gary Hemming, visionario alpinista californiano.

Solitario, creativo, bohemienne e appassionato scalatore si presenta nudo, spoglio di ogni artificio letterario e sincero grazie alla prosa dell’autore.

Hemming è protagonista di ardite imprese sulle pareti più dure e famose del Monte Bianco, la sua è una storia avvincente e drammatica che conquista fin dalle prime battute.

La Sezione del CAI di Vercelli è felice di invitarvi a questo evento, ad ingresso libero, che porterà in città un po’ dello spirito di avventura che caratterizza la storia dell’alpinismo sulle Alpi.

Grazie alla collaborazione con la libreria Mondadori di Vercelli, sarà possibile acquistare il volume durante la serata.

Per maggiori informazioni scrivete a info@caivercelli.it o seguite la pagina Facebook “Club Alpino Italiano – Sezione di Vercelli”.

 

Redazione di Vercelli

Posted in Cultura e Spettacolo

Si è conclusa la stagione 2022/2023 per il Teatro Municipale di Casale Monferrato: la rassegna si è realizzata in collaborazione con la Fondazione Piemonte dal Vivo di Torino, con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Torino, della Regione Piemonte e del Ministero della Cultura.

Prosa, commedia, musica, danza, cabaret, operetta: la stagione si è contraddistinta ancora una volta per l’estrema varietà dell’offerta artistica, per la sua capacità di coniugare forme espressive differenti, per lo sguardo attento dedicato anche ad artisti cresciuti calcando le scene di casa nostra, pur portando nei teatri del Piemonte prestigiose produzioni di caratura nazionale e internazionale presentando un totale di 26 aperture di sipario con nomi del calibro di Silvio Orlando, Massimo Popolizio, il Piccolo Teatro di Milano, La compagnia Umberto Orsini, Carrozzeria Orfeo, Il Teatro Stabile di Torino con Paolo Pierobon, Filippo Nigro, Simone Cristicchi, Giobbe Covatta e altri.

Il totale delle vendite ammonta a circa n. 4500 biglietti per i singoli spettacoli e ad altrettanti per gli abbonamenti.

Oltre alla stagione, si devono aggiungere, come sempre, i numerosi eventi organizzati da terzi e/o in collaborazione con terzi che hanno consentito un totale di circa 60 aperture di sipario complessive da ottobre 2022 a giugno 2023 per un totale di circa 15.000 singoli accessi stimati.

Un’attività teatrale intensa e di qualità, che conferma il nostro teatro un fiore all’occhiello a livello regionale – afferma l’Assessore Gigliola Fracchia –.  L’attenzione alla qualità delle produzioni presentate si accompagna a una visione di lungo termine che prevede anche ingenti investimenti per il mantenimento e il miglioramento della preziosa struttura con i lavori che partiranno alla fine del mese di giugno”.

Sono infatti previsti lavori con investimenti per 290 mila euro per la sostituzione degli infissi e la coibentazione del sottotetto, in modo da migliorare il decoro e le prestazioni energetiche dell’edificio; allo stesso tempo verranno completati lavori per oltre 180 mila euro dedicati al miglioramento del livello di sicurezza per gli spettatori, i visitatori e per l’edificio stesso, struttura costruita a partire dal 1785, su disegno dell’abate spoletino Agostino Vitoli.

 

Redazione di Vercelli

 

Posted in Cultura e Spettacolo

Il 25 maggio le classi 2 moda, 2 auto e 2 elettro, dell’Ipsia Francis Lombardi di Vercelli accompagnate dalla professoressa Rita Cardano, dalla professoressa Marta Inzerilli e dal professor Simone Marchese hanno vissuto l’esperienza di assistere dal vivo ad un’udienza del Tribunale per un caso di maltrattamenti.

Subito sono stati accolti dal direttore Anselmo Calogero che ha mostrato l’aula di udienza e poi sono passati nell’ufficio della dottoressa Enrica Bertolotto, Presidente della Sezione penale del Tribunale di Vercelli, che ha spiegato ai ragazzi il funzionamento del processo penale.

Ha anticipato che sarebbe stato ascoltato l’imputato anche alla presenza di un interprete per agevolare la comprensione del procedimento.

In aula di udienza sono stati ascoltati la persona offesa e due testimoni.

La discussione è stata poi rinviata al 15 di giugno.

I ragazzi hanno avuto modo di fare domande alla dottoressa Bertolotto sulle modalità di svolgimento, ipotizzando il possibile esito del processo, dividendosi tra innocentisti e colpevolisti e dibattendo tra loro.

E’ stata un’esperienza molto interessante che ha permesso agli studenti di vedere dal vivo come funziona la giustizia.

Redazione di Vercelli

Posted in Scuola e Università

Sabato 27 maggio lo Skatch Boves ha ospitato i fortissimi Rebels Avigliana per la quarta giornata di ritorno del campionato Under 18.

I ragazzi scendono in campo consapevoli che sarà una partita proibitiva, gli Avigliana Rebels sono una squadra, anzi La Squadra, prima in classifica…imbattuta…solida, tecnicamente eccezionale per la categoria.

PellegrinoPea e Del Marco chiedono alla squadra di affrontare la sfida con l’obiettivo di imparare dall’avversario, di provare ad osare ed a giocare con grinta e competenza.

Forse proprio questa consapevolezza e serenità mentale danno vita ad una partita spettacolare, la migliore di questo campionato, soprattutto dal punto di vista difensivo.

Sul monte di lancio il lavoro è stato a dir poco pazzesco: Giacomo Boarino, lanciatore partente, in quattro inning subisce soltanto 2 valide ed effettua 6 k; il punteggio è fermo sull’1 a 0 per i Rebels.

Al secondo inning i bovesani riescono a riempire le basi, ma la difesa dei Rebels non concede nessun punto; al terzo attacco Matteo Ariaudo effettua una valida da due basi sull’esterno centro, ma purtroppo nonostante l’aggressività sulle basi l’inning si chiude a zero.

Siamo nella parte bassa del quarto inning e l’attacco dello Skatch inizia a dare i suoi frutti; apre le danze Elias Pessione con una valida da due basi e spinto dalle valide di Filippo Meinero o e Enrico Malgioglio, segna il primo punto, seguito da quello di Meinero.

Siamo sul 2 a 1 per il Boves, sul monte di lancio sale il rilievo Matteo Ariaudo, il suo compito è quello di tenere a bada le mazze avversarie e lo fa egregiamente.

Il quinto inning passa in sordina; al sesto inning i bovesani iniziano ad assaporare gusto di vittoria, inizia Boarino con una valida da una base, prosegue Cavallo Tommaso con una valida da due basi e conclude Elias Pessione con una fantastica volata di sacrificio sull’esterno destro che permette a Boarino di segnare il terzo punto per il Boves.

Settimo e ultimo inning, sul monte di lancio sale Tommaso Cavallo, la tensione è alta, i Rebels non ci stanno a perdere, il punteggio è fermo sul 3 a 1 per i padroni di casa; nelle rispettive panchine si da vita ad un tifo da brividi; Cavallo, dopo alcune settimane di assenza per infortunio, affronta il primo battitore…un K; il secondo battitore mette a segno una valida da due basi…un lancio pazzo e una scelta difesa permettono ai Rebels di accorciare la distanza… punteggio 3 a 2.

Il terzo battitore tocca la palla ma l’assistenza Ariaudo/Meinero elimina il corridore.

Il tabellone ora segna 2 out, Cavallo affronta il terzo battitore…K, partita finita!

Grande, grande soddisfazione per i tecnici PellegrinoPea e Del Marco che dichiarano: “Questa partita ha messo in luce il vero potenziale della squadra: nella fase difensiva si è vista grinta, determinazione e carattere; in attacco sono state 22 le palle toccate su 25 presenze al piatto, mettendo sotto pressione la difesa avversaria per tutta la durata della gara; il lavoro a 360° che stiamo portando avanti da alcune settimane, sta facendo crescere la consapevolezza nei ragazzi dei loro potenziali tecnici ed atletici”.

Ora i campionati giovanili si fermano per il Torneo delle Regioni 2023, che si terrà in Toscana nei giorni del 2, 3 e 4 giugno; sono ben otto gli atleti dello Skatch Baseball Boves che si uniranno alle rappresentative Piemontesi della Little, Junior e Senior League.

Un grosso in bocca al lupo a tutti i ragazzi!

Nella foto di squadra Under 18

Da sx in alto: Enrico Malgioglio, Filippo Meinero, Alessandro Boarino (DA), Gregorio De Martin, Pedro Pena (Coach), Luigi Pellegrino (Manager), Tommaso Cavallo, Elias Pessione, Giacomo Boarino, Giorgio Ferri (DA), Veruscka Del Marco (coach).

Da Sx in basso: Luca Ferri, Giacomo Cappellero, Davide Cavallera, Francesco Giordanengo, Edoardo Bertaina, Matteo Ariaudo.

 

Redazione di Vercelli

Posted in Lo Sport