VERCELLI / Tragedia Frecce Tricolore – Necessaria la perizia tecnica sul motore del Pony 4 - VercelliOggi.it VercelliOggi
Il primo quotidiano online della provincia di Vercelli
Torino, Vercelli Città
Competente per territorio la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ivrea - Accertamenti anche sulla "scatola nera"

TRAGEDIA FRECCE TRICOLORE - Fuori pericolo (il papà è già stato dimesso dell'Ospedale) i genitori ed il fratellino della piccola Laura Origliasso, 5 anni, morta nella collisione tra il Pony4 della Pattuglia acrobatica e l'auto sulla quale viaggiava insieme alla famiglia - Per individuare la causa dell'avaria al motore del velivolo necessaria la perizia tecnica - IL VIDEO

Non ci sono ancora dati ufficiali (ed affidabili in base alle conclusioni delle Autorità – leggi qui – )

sulle cause che hanno determinato l’avaria al motore del velivolo Pony4 della Pattuglia acrobatica dell’Aeronautica Militare Italiana, le Frecce Tricolori.

Né si può ipotizzare che queste risposte arriveranno a breve: si apprende, infatti, che la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ivrea (competente per territorio: il comune di San Francesco al Campo non è, infatti, nella giurisdizione del Tribunale di Torino, ma di Ivrea) affiderà una “consulenza tecnica”, cioè una perizia, da eseguirsi sia a carico del motore dell’aereo, sia a carico della cosiddetta “scatola nera”.

Non resta, quindi, che attendere il responso dei Tecnici incaricati dalla Magistratura, astenendosi dal formulare ipotesi del tutto astratte, appunto in carenza dei contributi tecnici di cui si è detto.

***

Vi sono, invece, notizie rassicuranti sulle condizioni di salute dei tre componenti superstiti della famiglia Origliasso: i genitori ed il fratellino della piccola Laura, la bimba di 5 anni che ha perso la vita per conseguenza della collisione tra l’aero precipitato e l’auto su cui i quattro viaggiavano.

Il video che pubblichiamo mostra con buona evidenza quale sia stato il luogo del sinistro.

Nella fascia alta dell’immagine si vede la parte terminale della pista di decollo, che termina poco prima della recinzione; quest’ultima separata dalla carreggiata della strada, sempre carrozzabile, da una striscia di terra incolta.

Nella parte più bassa dell’inquadratura amatoriale ripresa da un elicottero, si vedono mezzi ed Operanti di soccorso e, al bordo del campo di mais, entrambi i relitti, dell’aereo e dell’auto, per i quali sono in corso le operazioni di estinzione delle fiamme.

Aggiornamenti nelle prossime ore.

Posted in Cronaca