VERCELLI – Arrestati dalla Polizia di Stato due cittadini stranieri per estorsione - VercelliOggi.it VercelliOggi
Il primo quotidiano online della provincia di Vercelli

NOTIZIE DALLA QUESTURA DI VERCELLI – Arrestati dalla Polizia di Stato due cittadini stranieri per estorsione nei confronti di una ragazza        

I responsabili sono un 41enne e un 23enne di nazionalità marocchina

Vercelli Città

La Polizia di Stato ha arrestato in flagranza due cittadini stranieri per estorsione.

I poliziotti della Squadra Mobile della Questura di Vercelli hanno tratto in arresto in flagranza di reato due cittadini di nazionalità marocchina, rispettivamente di quarantuno e ventitré anni gravati da numerosi precedenti giudiziari e di Polizia, in quanto resisi responsabili del reato di estorsione.

In particolare una ragazza si è presentata presso l’Ufficio Denunce della Questura asserendo di essere vittima di un tentativo di estorsione da parte di due uomini che pretendevano dalla stessa il pagamento della somma di 200 € in cambio della restituzione di una collanina in oro sottrattale giorni prima.

La ragazza ha ammesso in sede di denuncia che in realtà la sottrazione consisteva nell’indebito trattenimento nella disponibilità dei soggetti della collanina, che aveva dato loro in pegno per un debito legato all’acquisto di sostanza stupefacente.

Nonostante la richiesta sproporzionata rispetto al valore commerciale dell’oggetto, la donna aveva accettato di pagare quanto richiesto pur di riottenere il monile, ricordo della madre venuta a mancare pochi mesi prima, ma le continue pressioni dei due ed il continuo rialzo del prezzo rispetto ai 200 euro originariamente richiesti inducevano la vittima a chiedere aiuto alla Polizia di Stato.

Su indicazione degli investigatori della Squadra Mobile la donna ha finto di accettare il ricatto del cosiddetto “cavallo di ritorno” e pertanto ha fissato un incontro nei pressi della Stazione Ferroviaria di Vercelli, mentre gli agenti della Questura si appostavano in attesa dello scambio.

Circa trenta minuti dopo l’orario stabilito per l’incontro, la vittima è stata avvicinata da un giovane il quale, dopo un breve scambio di battute e guardandosi attorno con fare circospetto, ha chiesto alla donna di pagare quanto pattuito.

Non appena entrato in possesso del denaro, circa 400 euro, l’uomo è stato immediatamente fermato dai poliziotti mentre il complice è stato rintracciato pochi minuti dopo nell’abitazione che i due condividevano nell’immediata periferia cittadina, ed è stato trovato in possesso della collanina sottratta.

Nel corso della successiva perquisizione domiciliare, nella disponibilità degli arrestati sono stati trovati circa 55 grammi di sostanza stupefacente di tipo hashish e cocaina, oltre a materiale atto al frazionamento, confezionamento e pesatura, motivo per il quale i due sono stati anche denunciati all’A.G. per detenzione a fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Al termine degli atti di rito i due stranieri sono stati associati presso la locale Casa Circondariale ove sono tutt’ora ristretti all’esito della convalida dell’arresto intervenuta lunedì scorso con la contestuale applicazione, per entrambi, della misura cautelare custodiale in carcere.

È doveroso rilevare che gli odierni arrestati sono, allo stato, solamente indiziati di delitto e che la loro posizione sarà definitivamente vagliata giudizialmente solo dopo l’emissione di una sentenza di condanna passata in giudicato in ossequio al principio costituzionale di presunzione di non colpevolezza.

Per restare sempre aggiornato sui contenuti offerti da VercelliOggi.it aderisci ai nostri Canali Social:

Iscriviti alla nostra pagina Facebook

e al nostro Gruppo pubblico di Facebook

al nostro account di Instagram

al nostro canale di Whatsapp

al nostro canale Telegram

 

Redazione di Vercelli

Posted in Cronaca