TRINO – San Bartolomeo festeggia con tutta la comunità - VercelliOggi.it VercelliOggi
Il primo quotidiano online della provincia di Vercelli

TRINO - Tutta la comunità in festa per San Bartolomeo - Protagonisti i giovani della Leva - Il Parroco Don Patrizio Maggioni: Il Signore crede in voi, siate protagonisti del domani, non fatevi buttare via dagli idoli - In video l'omelia integrale - La gallery

(marilisa frison) – In questa ultima domenica di agosto Trino in festa per la Patronale.

Alle 11 il richiamo gioioso delle campane avvisa i cittadini che è giunta l’ora e San Bartolomeo aspetta tutti in chiesa per festeggiare con l’intera Comunità.

La banda musicale cittadina “G.Verdi”, ha accompagnato i ragazzi della Leva 2005 che, fischiando e ballando, hanno sfilato per le vie del centro per poi fare il loro ingresso in chiesa e prendere posto nei primi banchi.

La chiesa si presentava molto ben curata e pulita, alcuni volontari l’avevano davvero tirata a lucido.

L’altare era addobbato con raffinati fiori e candide tovaglie merlettate e in bella vista un tavolino con la reliquia del Santo Patrono, un frammento osseo.

Un bellissimo colpo d’occhio variopinto, di grande impatto, il ventaglio di bandiere, stendardi e vessilli appartenenti alle varie Confraternite e Associazioni trinesi, che campeggiava sul lato destro dell’altare, tutti hanno voluto essere presenti con i loro segni identitari in segno di devozione.

In prima fila il Comandante della Stazione dei Carabinieri, Maresciallo Emilio Farina e tutte le Autorità.

 

Molto soddisfatto e grato il parroco, don Patrizio Maggioni, che ha ringraziato tutti per la presenza e ha intrattenuto con un’omelia toccante e insolita, esordendo: “chi sono io per te chiede il Signore agli Apostoli, chissà cosa avranno risposto e noi in cuor nostro cosa risponderemo al Signore, cos’è per noi il Signore? Che ruolo ha nella nostra vita? È ancora importante celebrare il Signore?”

E per arrivare al cuore di tutti il sacerdote ha fatto ascoltare all’assemblea una commovente canzone di Fabrizio Moro “Ho bisogno di credere”.

Ho bisogno di te dice Fabrizio Moro in questa canzone dal testo bellissimo e anche noi dovremmo rivolgerci al Signore con umiltà e dire: “Ho bisogno di te”.

Don Maggioni, rivolto ai ragazzi della Leva:

“Il Signore crede in voi, mentre siete voi che non credete più in voi stessi, perché vi siete fatti portare di qua e di là, facendovi sballottare senza più capire chi siete, magari feriti perché qualcuno vi ha giudicato e vi ha giudicato male e non riuscite più a rialzarvi. Il Signore crede in voi. Ho fede in te e ho fede nell’amore dice ancora Fabrizio Moro, credere in Dio è credere nell’amore in qualcosa di alto che oggi ci vogliono portare via… Ragazzi voi siete i giovani del domani fatevi aiutare dal Signore e non fatevi buttare via dagli idoli, Dio Padre vi ama, San Bartolomeo vi aiuti a rimanere ancorati a Lui”.

All’inizio della solennità Giancarlo Tione ha tracciato la vita di Natanaele nome con cui è noto Bartolomeo.

La solenne benedizione e la foto di gruppo con i ragazzi della Leva 2005 ha terminato la bella festa, è stato festeggiato il Santo in casa sua e per una volta tutta la Comunità non si è dimenticata del festeggiato.

I diciottenni hanno continuato la loro festa con parenti e amici presso l’hotel “Il Convento” di Trino.

Da non perdere il video con l’omelia in cui don Pato parla ai ragazzi e a noi con il cuore.

Buona festa a tutti da VercelliOggi.it .

Posted in Pagine di Fede, Società e Costume