TRINO – Mai abbassare la guardia! – Attenti ai borseggiatori – La disavventura di una Signora - VercelliOggi.it VercelliOggi
Il primo quotidiano online della provincia di Vercelli
CasaleOggi, Trinese
Alcune semplici regole per (tentare di) difendersi dai borseggiatori

TRINO / CASALE MONFERRATO - La disavventura di una Signora 60enne, che si è trovata la brutta sorpresa: portafoglio sfilato con destrezza dallo zainetto - E bancomat saccheggiato

Si trovava a Casale Monferrato per acquisti

(marilisa frison) – Come se non bastessero i prezzi che aumentano, le bollette insostenibili, il caro scuola, a mettere in difficoltà i cittadini e le famiglie, capita che ci si mettano pure i disonesti.

VercelliOggi.it, per mettervi in guardia da simili disavventure, vi racconta ciò che è capitato a una signora sessantenne residente nei dintorni, martedì mattina, mentre si trovava al mercato di Casale Monferrato.

Riportiamo con buona approssimazione quanto la malcapitata ha esposto ai Carabinieri.

In data 12 settembre 2023, intorno alle 10,15, la signora, che portava uno zainetto, era ferma davanti a una bancarella della frutta, in Piazza Castello, a Casale Monferrato, quando si sente urtare alle spalle. A tutta prima non ci fa caso, ma, all’atto del pagamento della merce acquistata, si avvede che ignoti le avevano aperto lo zainetto e prelevato il portafoglio contenuto al suo interno.

Nel portafoglio la signora aveva: 250 euro in contanti, il documento d’identità, la patente di guida, la tessera sanitaria e il bancomat.

Nonostante la tempestività con cui è stato bloccato il bancomat, controllando l’homebanking, la vittima di furto con destrezza, si accorge che pochi minuti prima del blocco erano stati fatti due prelievi presso il bancomat San Paolo di Casale, uno di 500 euro e subito dopo un secondo di altri 250 euro.

Purtroppo la signora, all’interno del portafoglio, aveva annotato anche il pin del bancomat.

Cosa – è vero – da non fare mai!

Ma ahimè, a quanti di noi è capitato di fare la stessa cosa?!

Il pin è importante impararlo a memoria e, se proprio si hanno problemi a ricordarlo, certamente è meglio tenerlo in un posto diverso dal bancomat.

Oltre ai soldi spariti, il danno consiste nei giorni persi per la burocrazia e le file nei vari uffici per rifare tutti i documenti.

Fare molta attenzione e usare accorgimenti, quando si va nei posti affollati, tenere la borsa davanti ben visibile, sempre chiusa e il portafoglio nel fondo, non subito all’inizio comodo da prendere.

Lo zainetto sulle spalle non è il massimo della sicurezza.

Posted in Cronaca