PALAZZOLO VERCELLESE – L’adorazione eucaristica, perchè la vita non è un viaggio verso il nulla - VercelliOggi.it VercelliOggi
Il primo quotidiano online della provincia di Vercelli
Trinese

PALAZZOLO VERCELLESE, TRICERRO, TRINO - L'adorazione eucaristica, perchè la vita non è un viaggio verso il nulla - Riunione di preghiera della Comunità Pastorale 12, nella bella Chiesa parrocchiale di San Giorgio - Guidata da Don Riccardo Leone, che ha impetrato da Gesù la fine delle guerre - Dal Parroco Don Patrizio Maggioni parole di incoraggiamento ad affidarsi alla Madonna - IL VIDEO

(marilisa frison)Dopo l’incontro di mercoledì 20 gennaio, a Tricerro, la Comunità Pastorale n. 12, mercoledì 7 febbraio, alle 21, si è nuovamente riunita per vivere insieme l’Adorazione Eucaristica, questa volta a Palazzolo, nella chiesa parrocchiale dedicata a San Giorgio.

Erano sempre presenti fedeli provenienti da Palazzolo, Trino e Tricerro.

Si sono vissuti intensi momenti di Adorazione Eucaristica, di preghiera, di canto, di silenzio e di riflessione, guidati dalla toccante voce di don Riccardo Leone, che si occupa della parrocchia.

Ad aprire la celebrazione il parroco don Patrizio Maggioni, che ha ringraziato quanti sono venuti a mettersi davanti al Santissimo Sacramento, anziché davanti a Sanremo.

Mentre i fedeli salutavano il Signore intonando “T’adoriam Ostia Divina”, don Riccardo esponeva il Santissimo con tutti gli onori, incensandolo.

Il sacerdote, dopo una riflessione sull’importanza dell’amore di Dio e di avere sacerdoti che ci facciano innamorare dell’amore di Dio, ha letto un brano dal Vangelo secondo Matteo.

Ha proseguito con un’omelia dettata dal cuore:

“La vita non è un viaggio verso il nulla, ma un viaggio verso un meraviglioso incontro, verso una festa, verso un premio che conosciamo, la via che conduce alla festa: Gesù! È Gesù che ci ha dato una segnaletica precisa, per non correre il rischio di prendere strade che non conducono alla festa. È Dio la vera ricchezza della vita, che ci rende incapaci di odio e di vendetta, ma di pace, mitezza, benevolenza, limpidi nell’anima e liberi dalle catene dell’egoismo. Se il mondo vivesse il Vangelo delle Beatitudini sarebbe un’anticipazione del Paradiso – don Leone procede con le varie riflessioni intervallate da canti soffermandosi sulla Pace – Sì noi vogliamo la Pace di Gesù, quella Pace che non sono i compromessi, ma quella Pace che nasce dal profondo del nostro cuore, la Pace che viene dai sentimenti di perdono, di gioia, di riconoscenza, è questa la Pace vera, se questa Pace fosse nel cuore degli uomini non ci sarebbero le guerre”.

Ha concluso con la benedizione dell’Assemblea, ricordando che non sono da colpevolizzare le persone non presenti, ma bisogna portare loro il messaggio percepito, renderle partecipi a questi bei momenti di comunione e coinvolgerle.

Al termine Renato Maffè, ha illustrato la mostra itinerante esposta nella stessa chiesa sull’Enciclica del 2015 di Papa Francesco “La Laudato Sì”, e sottolineato l’importanza della cura dell’ambiente e del non spreco, è essenziale il riutilizzo per evitare rifiuti. Attenzione al consumismo. In riferimento ha asserito: “Aggiungerei un 11esimo comandamento: rispettare l’ambiente”.

In allegato il video con le belle e commoventi parole, tutte a braccio, di don Leone e al fondo anche la presentazione integrale della mostra su “La Laudato sì”, da parte di Maffè.

Per il bene di tutti è significativo far veicolare messaggi di Pace e d’Amore provenienti dal cuore.

Posted in Pagine di Fede