ANTONIO TOMA: UN CAVALIERE DI COLORI…ED EMOZIONI – L’artista vercellese alla mostra collettiva “BerScia” - VercelliOggi.it VercelliOggi
Il primo quotidiano online della provincia di Vercelli

ANTONIO TOMA: UN CAVALIERE DI COLORI…ED EMOZIONI – L’artista vercellese alla mostra collettiva “BerScia”      

Toma nel corso degli anni si è distinto grazie ad una sperimentazione che lo ha portato a confrontarsi con tecniche e materiali diversi

Vercelli Città

Sabato 18 febbraio alle ore 11.30 nell’incantevole cornice di  Palazzo Dandolo ad Adro (BS),  è stata  inaugurata “BerScia”, mostra collettiva magistralmente organizzata da Solis Wine Art Gallery in occasione di Brescia e Bergamo Capitale della Cultura 2023.

Esposte le opere di  Riccardo Caleffi , Chiara Fenaroli, Raffale Piccini, Peppe Postorino, Nicola Rotoni ed Antonio Toma.

Su questo eclettico e talentuoso artista vercellese  molto si è scritto a testimonianza  non solo di un legame forte con la città di Vercelli – che ha ospitato diverse sue produzioni artistiche-  ma anche per un’ incessante capacità di metamorfosi di un vero fuoriclasse in grado di incuriosire , emozionare ed incantare il pubblico che accorre sempre numeroso ad ogni suo evento.

Toma infatti nel corso degli anni si è distinto grazie ad una sperimentazione che lo ha portato a confrontarsi con tecniche e materiali diversi,  dal legno al tessuto, dall’acciaio alle tele, dalla pietra aurea al marmo.

Non c’ è materiale che, tra le sue mani,  non abbia avuto una nuova  e colorata linfa vitale, rivestito di bellezza e di significatività concettuale oltre che  valoriale.

Di Toma è il monumento ai Caduti di Nassiriya che si può  ammirare davanti al Comune di Gattinara, il trittico su Dante   collocato –  in via permanente –  nella splendida cornice della Pinacoteca Arcivescovile.

Sue  le spettacolari installazioni incentrate sulle tre cantiche della Divina Commedi , presso la Chiesa di San Lorenzo e dell’artista vercellese anche l’ “Arcobaleno terrestre” ( centinaia di metri di tessuto coloratissimo ) che assieme alla collezione “Future Generation” (opere antropomorfe  in pietra aurea) invasero  il PISU padiglione “Ex 18” mobilitando migliaia di studenti e decine di associazioni di volontariato.

Parliamodi un artista rimasto umile nonostante la nomina a Cavaliere Ordo Sancti Gregorii Magni ad opera del Pontefice Papa Francesco (2020) e le numerose  esposizioni internazionali di ampio respiro (Londra, Parigi, Barcellona, Tokyo, Osaka, New York…).

La sua cifra principale  è la voglia di mettersi sempre in gioco, evolvere, fare nuove esperienze formative come quella che nel 2021 gli ha consentito di partecipare ad un gruppo di studio e  di ricerca in qualità di componente ufficiale  del Tavolo di Lavoro Nazionale Bce, per la tutela e valorizzazione dei beni culturali, storici e contemporanei, organizzato dall’Ufficio Nazionale per i Beni Culturali Ecclesiastici e l’edilizia di culto della CEI, potenziando così le sue  già ricche competenze professionali.

Attualmente l’artista sta declinando, con il suo stile inconfondibile, il tema del viaggio interiore che ciascun uomo compie nel corso della propria esistenza, entrando in contatto con la parte più profonda e  nascosta dell’ io.

Un’ arca di un’ umanità alla deriva che tra cielo e terra procede in cerca di Luce e Speranza.

Ammireremo a Vercelli quest’ ultima ed  importante tappa artistica ed esistenziale di Toma.

Ricordiamo intanto  gli orari di apertura della mostraBerscia” Palazzo Dandolo ad Adro (BS),  via Tullio Dandolo 55:

Martedì, mercoledì e venerdì dalle 10 alle 14

Giovedì dalle 14.30 alle 18

Sabato e domenica dalle 11.30 alle 17.30

 

Redazione di Vercelli

Posted in Cultura e Spettacolo