VercelliOggi
Il primo quotidiano online della provincia di Vercelli
Una famiglia che proviene da lontano, che diventi davvero per tutti noi un segno di accoglienza e di amore

TRINO - Una nuova famiglia, segno bellissimo del progetto di Dio - Celebrate le nozze di Joseph Oyabure e Rose Akhabue - I giovani hanno detto il loro "sì" - Ha celebrato il matrimonio don Riccardo Leone coadiuvato dal diacono Enrico Guendalini e da Giancarlo Tione.

Joseph, si è presentato all’altare con la sua bambina in braccio, bellissima, di bianco vestita con una particolare acconciatura di treccine con decorazioni colorate, una bambolina.

(marilisa frison) – Sabato 22 giugno a Trino, nella splendida chiesa di Santa Caterina d’Alessandria, meglio conosciuta come chiesa di San Domenico, alle 10,30, Joseph Oyabure e Rose Akhabue, hanno detto il loro “si”, e hanno formato una nuova famiglia davanti al Signore.

“Una famiglia che proviene da lontano – ha ricordato il sacerdote e augurato – che possa ricostruirsi proprio qui nella nostra Trino e diventi davvero per tutti noi un segno di accoglienza e di amore”.

Joseph è arrivato anni fa con i barconi, come tanti, e dopo tante difficoltà ha trovato ospitalità presso la parrocchia di Cigliano, dall’allora parroco don Riccardo Leone.

Il giovane, oggi 30enne, ha poi seguito il sacerdote quando si è trasferito a Trino.

Un bravo ragazzo a cui la Comunità trinese si è subito affezionata.

Ha trovato lavoro in città, che poi si è trasformato a tempo indeterminato, ha acquistato casa e ha conosciuto Rose, sua compagna, dalla quale ha avuto una splendida bimba Avril ed è in attesa di una seconda bimba.

Joseph, si è presentato all’altare con la sua bambina in braccio, bellissima, di bianco vestita con una particolare acconciatura di treccine con decorazioni colorate, una bambolina.

Un grande amore tra il papà e la piccola, che ha sempre tenuto in braccio per tutta la durata della celebrazione, senza mai lasciarla un secondo, nemmeno nei momenti clou della cerimonia.

A celebrare il matrimonio don Riccardo Leone coadiuvato dal diacono Enrico Guendalini e da Giancarlo Tione.

Don Riccardo nell’omelia ha detto che il matrimonio è il più bel dono di Dio, e dobbiamo rispettarlo e farne tesoro.
Molte le presenze di Trino e Palazzolo, in chiesa, a rendere omaggio agli sposi. Tanti gli applausi.

Il coro, davanti alla statua della Beata Maddalena con il braccio proteso, ha intonato canti che hanno toccato il cuore dei presenti, emozionando.

Gli sposi con gli invitati, dopo la celebrazione, sono andati a festeggiare in oratorio Sacro Cuore, di Trino, dove la festa tra pranzo, musica, balli e in allegria, si è protratta fino a pomeriggio inoltrato.

Auguri agli sposi, ad Avril e alla futura nascitura da parte di tutta la Comunità di Trino.

Posted in Pagine di Fede