VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
sabato 31 ottobre 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




29/07/2020 - Vercelli Città - Salute & Persona

VERCELLI, DIPENDENTE DI ASM POSITIVO AL CORONAVIRUS - La diagnosi il 20 luglio, ma l'Azienda informa i Sindacati soltanto ieri, 28 ed il Comune nemmeno oggi ne sapeva niente - Da quanto tempo la persona era positiva?

E qui si iniziano le cose che, necessariamente, dovranno richiedere un approfondimento. Fonti aziendali sostengono che il Dipendente non sia venuto a contatto con nessuno: lo confermerebbe lo stesso interessato.






VERCELLI, DIPENDENTE DI ASM POSITIVO AL CORONAVIRUS - La diagnosi il 20 luglio, ma l'Azienda informa i Sindacati soltanto ieri, 28 ed il Comune nemmeno oggi ne sapeva niente - Da quanto tempo la persona era positiva?
Nostro Repertorio -

Altre imbarazzanti conferme sul caso di Coronavirus di cui è rimasto vittima un dipendente di Atena Asm spa.

Innanzi tutto, pare che i Sindacati siano stati messi al corrente dei fatti soltanto nel corso della riunione con i vertici aziendali, tenutasi in teleconferenza, di cui abbiamo già detto nel precedente articolo, linkato sopra.

La persona interessata (il Dipendente risultato contagiato) si è sottoposta volontariamente e privatamente ad un test diagnostico tramite tampone, in quanto prossima ad un intervento chirurgico.

Non appena il dipendente è venuto a conoscenza dell’esito (positivo) del test, ha avvisato la Direzione aziendale.

Era il 20 di luglio.

Sono quindi passati ben otto giorni senza che nessuno sia stato messo al corrente.

Dal 20 luglio il dipendente contagiato sarebbe stato sospeso dal servizio.

E qui si iniziano le cose che, necessariamente, dovranno richiedere un approfondimento.

Fonti aziendali sostengono che il Dipendente non sia venuto a contatto con nessuno: dicono che lo confermerebbe lo stesso interessato.

Sicchè per un numero imprecisato di giorni una persona si reca in Via Asigliano, sale sul camion, fa i suoi servizi, torna, posa il camion (che – afferma l’Azienda – viene sanificato) e non si avvicina a nessun Collega, non scambia due parole, non prende un caffè a meno di un metro di distanza. 

Soprattutto: nessuna riunione organizzativa, niente.

Per quanti giorni?

Il problema è (tra gli altri) questo.

Perché è chiaro che il giorno 20 luglio si sa che il Paziente è positivo e che è asintomatico.

Ma da quanto tempo abbia contratto il Coronavirus, al momento non si sa.

Tanto più se asintomatico, la protestata assenza di contatti con chicchessia è uno degli elementi bisognosi di approfondimento.

Poi, resta da chiarire perché, prima di informare i Sindacati e, per essi, tutti i Dipendenti ( anche quelli che, eventualmente, dovessero essersi ricordati che, magari inavvertitamente, qualche occasione di contatto ci fosse stata ) si siano dovuti aspettare otto giorni.

Nel corso dei quali i Sindacati si sono accorti da soli che la persona ammalata fosse assente dal lavoro.

La riunione sindacale di ieri – riferiscono Fonti degne di fiducia – si sarebbe conclusa con l’impegno dell’Azienda di svolgere una inchiesta interna.

Per appurare che cosa?

E, inoltre: il Consiglio di Amministrazione è al corrente di questi fatti?

E’ stato messo al corrente il Socio Comune di Vercelli?

In caso affermativo, che provvedimenti o approfondimenti ha chiesto al board aziendale?

Domani – giovedì – ci sarà una riunione del Consiglio di Amministrazione.

Al più tardi sarà questo – e domani saranno 10 giorni dal caso conclamato – il momento per dire come siano andate le cose.

Una facile previsione: quello della riunione di domani, sarà un verbale sul quale molti occhi vorranno posarsi.

***

In serata di oggi - 29 luglio - arriva il comunicato stampa con la versione di Iren, lo riportiamo integralmente:

Vercelli, 29 luglio 2020 - Negli scorsi giorni ASM Vercelli ha ricevuto comunicazione che un dipendente (primo caso dall’inizio della pandemia) è risultato positivo al test Covid-19 effettuato dallo stesso in preparazione di un ricovero ospedaliero.

Il dipendente, operativo nel settore ambiente, risultava totalmente asintomatico e da verifiche effettuate dagli Enti e dall’azienda non aveva avuto contatti stretti con altre persone dell’azienda.

Dall’analisi del caso gli Enti preposti non hanno ritenuto necessarie misure cautelative nei confronti dell’azienda, limitando l’attenzione all’ambito familiare.

ASM Vercelli fin dall’inizio dell’emergenza sanitaria ha fornito ai propri dipendenti puntuali indicazioni e istruzioni operative per la prevenzione di potenziali situazioni di rischio.

In particolare, oltre all’indicazione di indossare sempre i dispositivi di protezione (guanti e mascherine) ha disposto ad ogni inizio e fine turno di procedere ad un’attenta pulizia e sanificazione, con prodotti idonei, delle parti di maggior utilizzo dei mezzi.

A maggior tutela ASM Vercelli ha provveduto in questi giorni ad un intervento diffuso di sanificazione straordinaria dei mezzi dedicati al servizio di igiene ambientale e raccolta rifiuti.

 

 


NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it