VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
sabato 4 dicembre 2021 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it



17/08/2021 - Santhiatese e Cavaglià - Politica

TRIPPA PER I GATTI / 772 - Santhià, Aureliana De Sanctis lascia la Giunta Cappuccio sbattendo la porta - Potrebbe essere una trovata di Simion e Pauna: si vedrà - Ma quel che dice l'ex Assessore sulla Santhià Sviluppo srl è pesante

Nata storta, cresciuta storta, la Società Sviluppo Santhià, in 15 anni non ha raggiunto l'obbiettivo di produrre posti di lavoro, mentre ha creato uno stock di debito che non si riesce a capire come si potrà ripianare. Lo dirà chi approverà quel bilancio.





TRIPPA PER I GATTI / 772 - Santhià, Aureliana De Sanctis lascia la Giunta Cappuccio sbattendo la porta - Potrebbe essere una trovata di Simion e Pauna: si vedrà - Ma quel che dice l'ex Assessore sulla Santhià Sviluppo srl è pesante
Nel riquadro, Aureliana De Sanctis -

Aureliana De Sanctis, Assessore al Bilancio (Sviluppo economico e programmazione finanziaria) del Comune di Santhià, ha rimesso in serata di oggi, 17 agosto, le deleghe al Sindaco Angelo Cappuccio.

Qui, integrale, la lettera di dimissioni

protocollata attorno alle 20 di oggi.

Meglio dire: le restanti deleghe, perché quella alla società a socio unico (unico socio, appunto, il Comune), Santhià Sviluppo srl, era stato il primo cittadino a revocarla: lo scrive la stessa De Sanctis.

Perché?

Lo diranno, si spera tra breve, i protagonisti.

VercelliOggi.it può solo

rimandare all’articolo pubblicato il 30 maggio scorso.

***

Vale la pena di rilevare come, in quell’articolo ed a proposito dei voti con i quali, in Consiglio Comunale, nel 2006, fu approvata la costituzione della Società, il nostro testo recasse una imprecisione in ordine al ruolino delle presenze.

Imprecisione cui ora è possibile rimediare

pubblicando integralmente quell’Atto,

appunto la Deliberazione del Consiglio Comunale.

Come si vede, tutti d’accordo.

A quei tempi, nella Giunta del Sindaco Gilberto Canova, Assessore al Bilancio era Massimo Simion, che aveva perorato l’iniziativa.

Poi i dissapori tra Simion e Canova e la separazione tra i due, che è stata, di fatto, una delle cause più significative se nella città di Sant’Ignazio il Centrodestra non è più stato unito.

Circostanza di cui si parlerà, però, in un prossimo articolo.

Quindi, alle elezioni del 2016, la “sorpresa” elettorale, con la messe di preferenze attribuite a De Sanctis, entrata nella lista del Sindaco Angelo Cappucciouna tesi a lungo circolata in città – come se fosse un uovo di cuculo deposto dalla coppia delle Case Popolari, cioè lo stesso Simion e Gianfranco Pauna, in dissenso con il Centrodestra.

Altri, invece, sostiene che l’appartenenza politica della De Santcis fosse genuinamente ed originariamente di Centrosinistra e che, eventualmente, Simion e Pauna abbiano solo inteso dare un “segnale”, di geometrica potenza, bersagliandola di "loro" voti: tanto per fare vedere che contavano qualcosa. "Loro" per modo di dire, poi, perchè sono in molti a sostenere che il consenso elettorale di Simion a Santhià sia di ben scarso peso; diverso il discorso per Pauna.

Al Ragioniere Capo del Comune di Borgosesia, sarebbero, forse, più confacenti le astute strategie: e qui ci saremmo.

Proprio loro, Simion e Pauna - dicono sempre i rumors - sarebbero ora i pronubi di un' eventuale adesione della ormai ex assessore alla lista che presenterà tra breve il candidato Sindaco Biagio Munì, targata Forza Italia, Lega, Fratelli d’Italia.

Ma, come si dice, se son rose, fioriranno.

E, tutto sommato, sono cose che interessano a loro, proiettate, se sarà così, nella imminente tenzone elettorale.

***

Mentre, al contrario, interessano tutti le cose che si leggono nella lettera di commiato di Aureliana De Sanctis, a proposito della società “Sviluppo Santhià srl” che – scrive l’Assessore dimissionaria – presenta un consuntivo 2020 gravato da una pesantissima “perdita” (così afferma De Sanctis), di circa 2,5 milioni di euro.

Se quanto scrive De Sanctis è vero, non si comprende come il Comune di Santhià possa pensare di rimanere in stallo senza prendere iniziative conseguenti sul futuro della Società.

E, al di là del futuro politico dell’ex Assessore, pare, ragionevolmente, questa la cosa che potrebbe fortemente interessare i santhiatesi e forse non solo loro.

Del resto, la Corte dei Conti (lo si legge sempre nel nostro articolo di fine maggio) ha dato al Comune un termine per dare spiegazioni convincenti.

Nata storta, cresciuta storta, la Società Sviluppo Santhià, in 15 anni non ha raggiunto l'obbiettivo di produrre posti di lavoro, mentre ha creato uno stock di debito che non si riesce a capire come si potrà ripianare.

Lo dirà chi approverà quel bilancio.

Ma si dovrà tornare in argomento, proprio per assicurare un esame compiuto della situazione.

 

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it