VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
venerdì 30 ottobre 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




06/09/2020 - Trinese - Pagine di Fede

TRINO, JESSICA E PIER GIORGIO PIU' FORTI DEL COVID - Il loro amore "la prima cosa che dev'essere custodita, protetta, curata", fondamento di una nuova famiglia - La prima a formarsi dopo l'epidemia

Un momento importante, vi state lanciando in una delle avventure più belle e sacre della vita umana, in cui l’amore di Dio si riversa in voi e che voi dovrete mantenere vivo e donarlo. L’amore deve avere la precedenza assoluta, altrimenti rischia di perdersi, deve diventare fuoco vivo, con le attenzioni, il dialogo e con il tempo che vi dedicate.






TRINO, JESSICA E PIER GIORGIO PIU' FORTI DEL COVID - Il loro amore "la prima cosa che dev'essere custodita, protetta, curata", fondamento di una nuova famiglia - La prima a formarsi dopo l'epidemia
Evviva gli Sposi!

Grande emozione, ieri, sabato 5 maggio, per il coro San Bartolomeo di Trino.

La corista Jessica Spataro è finalmente riuscita a realizzare il suo sogno d’amore e convolare a giuste nozze con l’amato Piergiorgio Camarano.

L’attesa ha reso il momento ancora più desideroso di essere vissuto, i ragazzi avrebbero dovuto sposarsi il 9 maggio, ma per via delle ristrettezze imposte da Covid 19 hanno dovuto rimandare.

Il matrimonio di Jessica e Pier, è il primo matrimonio post Covid che si celebra in chiesa, quindi, grande evento per Trino.

Gli sposi per il loro “si”, hanno scelto la chiesa di Santa Caterina d’Alessandria, meglio conosciuta come chiesa di San Domenico, la chiesa a tre navate, in stile gotico, che ospita le spoglie della Beata Maddalena, si presentava sapientemente addobbata da Laura, mamma della sposa ed ex fioraia.

Laura con un grande lavoro creativo, è riuscita a disporre i fiori in modo particolare dando vita a movimento e gioco di colori, ottenendo un risultato elegante e raffinato.

Teli di raso bianco rivestivano i primi banchi, mentre i banchi a seguire erano intervallati da fiori e fioche lanterne a terra che segnavano il percorso.

In questo luogo sacro pronto ad accogliere i giovani sposi, avevano già preso posizione sulla sinistra dell’altare il coro e i musicisti, arricchiti di un nuovo strumento musicale aerofono, l’oboe e a dare fiato al suono leggero e assai penetrante, Pina Valentino.

L’ingresso degli sposi, bellissimi, accompagnato dalla marcia nuziale, ha illuminato di gioia e d’immenso il già magico luogo.

Ad accogliere gli sposi, ai piedi dell’altare, il parroco don Patrizio Maggioni e per l’occasione è giunto da Torino l’ex parroco, sempre molto stimato dai trinesi, don Jacek Jankosz, che ha concelebrato con l’attuale sacerdote.

Un’omelia profonda e sapiente, quella di don Pato, ricca di spunti capace di emozionare, con preziosi consigli e suggerimenti:

“Un momento importante, vi state lanciando in una delle avventure più belle e sacre della vita umana, in cui l’amore di Dio si riversa in voi e che voi dovrete mantenere vivo e donarlo.

L’amore deve avere la precedenza assoluta, altrimenti rischia di perdersi, deve diventare fuoco vivo, con le attenzioni, il dialogo e con il tempo che vi dedicate.

Se l’amore è forte e vivo nulla riuscirà a distruggerlo.

L’amore è sempre andare verso, mai aspettare, fare sempre il primo passo verso l’altro, come disse Papa Francesco, mai andare a letto senza prima aver fatto la pace” - breve passo della splendida omelia del parroco, che potrete ascoltare in versione integrale nell’allegato video, con anche un intervento di don Jacek ispirato dall’omelia del suo successore.

Molti i momenti toccanti di questa cerimonia, gli sposi che diventano celebranti e la sposa che canta davanti all’assemblea “Io dico si”, la mamma Laura, che ringrazia gli amici per gli aiuti e il sostegno ricevuto in questi anni. Laura e Jessica hanno subito due grandi perdite, a distanza di poco tempo uno dall’altro, sono mancati il papà Mario e il fratello Cristian e sono rimaste sole, ma confortate dall’amore di persone care.

La corale San Bartolomeo, diretta da Mariuccia Martinotti ha animato la Santa messa in modo eccellente, meritando i complimenti dei presenti.

Molti i coristi appartenenti a questa corale in grado di cantare come solisti, cosa non semplice da trovare in un coro.

Dopo la benedizione finale grande applauso e all’uscita dalla chiesa una pioggia di riso mista a petali di rose si è riversata sugli sposi, ad attenderli davanti alla chiesa una simpatica Bianchina scoperta, con cui i novelli coniugi hanno raggiunto il ristorante “Il Convento” di Trino, per festeggiare con parenti e amici.

La giornata è proseguita in modo allegro e brillante con le musiche e il “Karaoke”, proposte da Renato Sulotto, coadiuvato da Mariuccia Martinotti.

Una festa e una cerimonia indimenticabili, in cui non è mancato il taglio della torta nuziale, il lancio del bouquet, il ballo e tanto tanto divertimento.

Auguri agli sposi e auguri a don Jacek Jankosz, che il 4 ottobre farà il suo ingresso come parroco nella parrocchia “Sacro Cuore di Gesù” del Valentino a Casale Monferrato.

TAGS:

Vercelli

Varallo Sesia

Borgosesia

Gattinara

Valsesia

Trino

Crescentino

Santhià

Provincia di Vercelli

Guido Gabotto


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it