VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
sabato 27 febbraio 2021 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




20/05/2010 - Saluggia e Livorno - Cronaca

LIVORNO FERRARIS - Rubava il rame sulla linea ferroviaria Torino - Milano - Danni non solo economici, ma seriamente compromessa la sicurezza sulla tratta - Arrestato dai Carabinieri




LIVORNO FERRARIS - Rubava il rame sulla linea ferroviaria Torino - Milano - Danni non solo economici, ma seriamente compromessa la sicurezza sulla tratta - Arrestato dai Carabinieri
Le attività illecite del 46enne sono state stroncate dai Carbinieri

B.V., 46enne residente a Livorno Ferraris, è tornato in carcere a seguito di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Vercelli, per un furto di rame da lui commesso e su cui erano intervenuti i militari della Stazione di Livorno Ferraris.



I fatti  - informa il Capitano Matteo Orefice, Responsabile della Comunicazione epr il Comando Provinciale di Vercelli dell’Arma - risalgono a maggio dello scorso anno, quando i Carabinieri colgono in flagrante B.V. nell’atto di asportare dei cavi di rame dalla tratta ferroviaria che collega Livorno Ferraris con Torino. Nell’immediato i Carabinieri avevano arrestato in flagranza il responsabile, ed avevano inviato una circostanziata notizia di reato alla locale Procura.


La guaina che avvolgeva i cavi era stata rimossa ma lasciata sul posto del furto, ad ulteriore conferma che nello stesso frangente erano stati sottratti diversi metri di cavi lungo tutta la linea ferroviaria che conduce alla Stazione Ferroviaria di Livorno F..


Il danno arrecato alle Ferrovie dello Stato non si era limitato al valore del rame, in quanto andavano computati anche i danni arrecati agli apparati di sicurezza alimentati da quei cavi che erano stati tranciati e portati via: cosa che se non fosse stata riscontrata subito avrebbe potuto creare seri problemi alla funzionalità ed alla sicurezza degli utenti di quella linea ferroviaria, fortunatamente ripristinata immediatamente dagli stessi operatori FF.SS.


B.V., che nel tempo intercorso tra l’arresto dello scorso anno e la definitiva condanna aveva beneficiato di misure quali l’obbligo di presentazione giornaliera all’Arma di Livorno e l’obbligo di dimora presso il suo domicilio (misura che gli era stata revocata di recente) dovrà quindi scontare un anno e due mesi di reclusione.

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it