VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
giovedì 21 gennaio 2021 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




15/10/2009 - Saluggia e Livorno - Economia

IL COMUNE DI CIGLIANO ATTIVA IL "PRESTITO SULL’ONORE" - E’ un intervento preventivo, nei riguardi di persone con difficoltà economiche





IL COMUNE DI CIGLIANO ATTIVA IL "PRESTITO SULL’ONORE" - E’ un intervento preventivo, nei riguardi di persone con difficoltà economiche
Il municipio del Comune di Cigliano

Il Comune di Cigliano ha istituito, in via sperimentale fino al 31 dicembre 2009, il “prestito sull’onore”.



L’iniziativa  è finalizzata alla concessione di un prestito  agevolato senza applicazione di interessi, che permetta alla famiglia o al singolo in temporanea difficoltà, di superare tale situazione problematica.


Il prestito sull’onore è un intervento preventivo nei riguardi di persone in condizioni problematiche, che non hanno ancora fatto ricorso alle prestazioni assistenziali di tipo ripartivo e precisamente: non godere di altre agevolazioni della stessa natura e non avere una situazione debitoria che evidenzi l’assoluta incapacità di rimborsare il prestito ottenuto.


Il servizio è diretto a tutti i cittadini il cui reddito ne garantisca la restituzione e con un reddito Isee non superiore a 12mila euro.


Inoltre, per presentare la richiesta i soggetti devono essere in  possesso dei seguenti requisiti:  avere la residenza anagrafica nel comune di Cigliano e una regolare carta di soggiorno per i cittadini extracomunitari.


Hanno priorità nell’erogazione del prestito le particolari situazioni svantaggiate quali le famiglie monogenitali con figli minori, i nuclei familiari con presenza di handicap o anziani non autosufficienti ed i nuclei numerosi (si consideranno tali quelli con più di due figli minori.


E’ ammessa la valutazione di situazioni in carico ai servizi sociali inserite in un progetto di uscita dall’assistenzialismo o la cui situazione sia drasticamente mutata nel corso del 2009 a causa della perdita di lavoro da parte del “capo famiglia”.


Gli interessati devono presentare la domanda di concessione del prestito all’Urp (Ufficio Relazioni con il Pubblico), correda della documentazione attestante il possesso dei requisiti necessari nonché la documentazione che evidenzi la situazione di “debolezza economica”.


La pratica seguirà poi il seguente iter: saranno verificati i requisiti per l’accettazione o il diniego della domanda da parte del servizio demografici e Sociali quindi la deliberazione della Giunta comunale in caso di accoglimento o meno della domanda identificata con il solo numero di protocollo.


L’entità del prestito, concordata tra le parti contraenti, viene fissata dalla stessa Giunta comunale nel limite minimo di 250 euro ed il limite massimo di 1500 euro. Il prestito concesso per il pagamento delle utenze verrà erogato mediante pagamento diretto da parte dell’Ufficio economato (o ragioneria) delle utenze o canoni, con restituzione delle quietanze al contraente. Il finanziamento deve essere rimborsato entro un periodo non superiore a 36 mesi presso la Tesoreria Comunale Unicredit Spa. Per questo importante provvedimento il Comune ha stanziato ben venti mila euro.


I.S.

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it