VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
domenica 24 gennaio 2021 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




29/10/2015 - Vercelli Città - Politica

ARCHIVIATA LA "STORICA" MOZIONE DI SFIDUCIA, LA MARATONA CONSILIARE SI CHIUDE CON L’HABEMUS PAPAM - La Commissione edilizia c’è - L’Avv. Cristina Varalda cede il passo alla collega Silvia Cagna

Quanto alle altre professioni, ecco gli eletti: Architetti: Besate e Genipro; Ingegnere: Grasso; Geometri: Danesi; Geologo: Lesca.




ARCHIVIATA LA "STORICA" MOZIONE DI SFIDUCIA, LA MARATONA CONSILIARE SI CHIUDE CON L’HABEMUS PAPAM - La Commissione edilizia c’è - L’Avv. Cristina Varalda cede il passo alla collega Silvia Cagna
Cressano e Gaietta pensosi - Al centro Maura Forte

E’ terminata da qualche minuto la maratona del Consiglio Comunale di Vercelli, che oggi si era aperta con la discussione e poi con il voto sulla mozione di sfiducia presentata nei confronti del Sindaco dalle Opposizioni, senza peraltro la firma di Enrico Demaria di VercelliAmica.

Il noto giornalista - anche oggi - ha con decisione oggi argomentato la propria contrarietà all’uso di uno strumento estremo come appunto la mozione di sfiducia per rappresentare un dissenso – politico – nei confronti della maggioranza e del Sindaco.

La mozione, infatti, è strumento proprio per censurare in casi estremi, di fronte a comportamenti di indegnità morale assolutamente gravi, .il Primo Cittadino la cui permanenza in carica configuri rischi elevati per la conduzione dell'Amministrazione e per l'interesse della Cosa Pubblica.

Torneremo su questi concetti in un prossimo articolo.

Ricordando, tra l’altro, che mai nella storia del Comune di Vercelli si era vista una mozione di sfiducia, nemmeno in tempi in cui non erano in gioco argomenti di ben scarso momento quali i malintesi su scambi di mail, ovvero il sospetto che il Sindaco avrebbe potuto votare in un modo piuttosto che un altro in sede di Assemblea dell’Asl o, ancora, che il ricorso al Tar contro il riordino sanitario regionale dovesse essere comunque presentato.

Il Comune di Vercelli ha vissuto tempi nei quali i Primi Cittadini non potevano raggiungere il Municipio perché ristretti in carcere.

Ma nemmeno in occasioni come quella venne in mente di presentare una mozione di sfiducia.

Memorabile, poi, la fine della prima Giunta del Comune di Vercelli, quella eletta il 9 aprile 1946, con sindaco il Medico Francesco Ansaldi, del Partito Comunista Italiano.

Come si apprende dalla “Storia di Vercelli” nella parte affidata al Prof. Edoardo Tortarolo (pag. 400, Editore Fondazione Cassa di Risparmio di Vercelli) Ansaldi ben presto si dimise.

Al suo posto fu eletto l’operaio della Chatillon Vittore Domiglio, subentrato dopo la prima riunione e dopo che due altri consiglieri del Pci furono indotti dal partito a non presentarsi alla “prova di alfabetismo”.

Insomma – tutti li tempi tornano – beghe interne di partito.

Breve vita quella della Giunta Domiglio.

Che pensò bene di radere al suolo Viale Garibaldi per provvedere della legna necessaria al riscaldamento le famiglie meno abbienti.

Ma soprattutto – per lo stesso motivo, fare legna – acquistò un bosco ad Arma di Taggia.

Incauto acquisto. Fu una truffa che carpì la buona fede degli ingenui amministratori, pur trinariciuti.

Quel bosco non c’era proprio.

Domiglio si dimise per l’imbarazzo.

Ma nemmeno allora ad alcuno venne in mente di preparare una mozione di sfiducia.

***

La mozione viene respinta con 16 voti contrari contro 15 a favore, mentre sia Maura Forte, sia Enrico Demaria (quest’ultimo, tecnicamente, non partecipa alla votazione), con grande fair play si astengono.

I favorevoli restano dunque sempre 15, mentre coloro che sono contrari all’iniziativa, fair play a parte, sono 18.

Una computisteria facile della quale gioverà ricordarsi.

***

In altra parte del giornale - come detto nei prossimi giorni -  i commenti sulla fase nuova che la riunione di oggi apre nei rapporti tra le forze politiche in Consiglio e nelle compagini che oggi si sono confrontate.

***

Ma in serata l’ultimo tassello di una vicenda che ha occupato molto i Consiglieri nei mesi scorsi.

Si è finalmente eletta la Commissione edilizia comunale, sciogliendo il “nodo” rappresentato dalla candidatura del Componente assegnato alla categoria degli Avvocati.

La candidatura unica pervenuta da parte dell’Avv. Cristina Varalda (collega di Studio dell’indimenticato ex Assessore al Patrimonio, Luigi Michelini) e moglie del Plurionerato Dirigente comunale Gabriele Ferraris, è stata integrata con quelle dell’Avv. Bruno Poy, già Assessore comunale e dell’Avv. Silvia Cagna.

I voti sono andati a quest’ultima.

Quanto alle altre professioni, ecco gli eletti: Architetti: Besate e Genipro; Ingegnere: Grasso; Geometri: Danesi; Geologo: Lesca.

Buon lavoro a tutti.

VercelliOggi.it è e sarà sempre gratuito.
Puoi aiutarci a crescere effettuando una libera donazione nelle modalità seguenti,  illustrate cliccando questo link: http://www.vercellioggi.it/donazioni.asp
Commenta la notizia su https://www.facebook.com/groups/vercellioggi

 

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it