VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
mercoledì 21 ottobre 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




23/12/2010 - Vercelli Città - Cronaca

LA GUERRA TRA DEMOCRISTIANI E COMUNISTI SCOPRE, NEL 1948, LA QUESTIONE MORALE - Il manifesto in edicola nella ristampa gratuita, con VercelliOggi venerdì 24 dicembre

Fu la Dc ad incominciare, pubblicando questo manifesto che riassumeva tutti i casi in cui Amministratori di sinistra si erno macchiati di reati






LA GUERRA TRA DEMOCRISTIANI E COMUNISTI SCOPRE, NEL 1948, LA QUESTIONE MORALE - Il manifesto in edicola nella ristampa gratuita, con VercelliOggi venerdì 24 dicembre
Il poster gratuito, in edicola venerdì 24 dicembre 2010 con VercelliOggi

Questa volta il nostro testimonial dell'epoca, l'Onorevole Renzo Franzo Deputato alla Camera per la Democrazia Cristiana dal 1948 al 1968, rimane stupefatto osservando il manifesto in edicola venerdì 24 dicembre con il numero di VercelliOggi.



«Questo proprio non me lo ricordavo – commenta Franzo sorridendo divertito – certo che anche allora si andava giù pesanti».


«Per noi della Democrazia Cristiana – ricorda l'Onoreole – è sempre esistito un certo timore e una certa diffidenza nei confronti dei Comunisti. Questo perché loro erano estremamente legati alla Russia la quale, dove non riusciva d arrivare con il consenso popolare, ricordiamo i paesi dell'est Europa, arrivava con la forza e la violenza». «Tuttavia – spiega Franzo – la Russia aveva intuito che l'Italia era un paese che non si poteva conquistare con la forza. E questo era anche il pensiero del grande Togliatti che voleva sì un'Italia comunista ma la voleva conquistare solo con il consenso popolare e quindi di voti».


«Il manifesto in questione – osserva Franzo – mette in evidenza il fatto che la Dc avvertiva nelle varie zone del nostro paese che in alcuni casi, i comunisti amministravano male e con errori la cosa pubblica. Ovviamente loro dicevano che non era vero e che avevano agito nell'esclusivo interesse del popolo. Insomma, anche in quei tempi, soprattutto in periodi come la campagna elettorale, non si risparmiavano di certo colpi anche pesanti e noi riuscivamo in qualche modo a sapere sempre tutto».


«Ovviamente – prosegue l'Onorevole – per il Pc tutte le azioni ed i pensieri della Dc erano fatti o pensati male. Non dimentichiamo due aspetti importanti. Il primo è che in quel periodo, il Partito comunista aveva un altissimo consenso popolare ed esistevano regioni, come l'Emilia, che erano completamente “rosse”. Il secondo è che sempre il Pc, era il partito rappresentativo quasi solo esclusivamente degli operai mentre noi della Democrazia Cristiana, che eravamo moderati, ci aprivamo di più e rappresentavamo tutte le classi dei lavoratori dagli operai stessi, ai contadini, agli impiegati e ai liberi professionisti».

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it